Ominide 17058 punti

Sanzione civile e somministrazione irregolare


La legge. 1369 del 1960 prevedeva la responsabilità solidale tra committente, appaltatore e subappaltatori. Accanto a questi elementi, però, se ne affiancava un altro, in seguito abrogato: si trattava della regola relativa alla parità di trattamento, che cercava di evitare il ricorso all’appalto o al subappalto per mere finalità di riduzione dei livelli retributivi.

In caso di mancata osservanza delle disposizioni in materia di appalto, la legge del 1960 prevedeva l’irrogazione di una sanzione penale. Oggi, però, il decreto legislativo 276 del 2003 prevede la sola sanzione civile, che consta della costituzione del rapporto di lavoro in seguito alla sua creazione fittizia. Il lavoratore coinvolto, dipendente del falso appaltatore, potrà rivolgersi al giudice per chiedergli l’emissione di una sentenza costitutiva del rapporto di lavoro ai sensi di quanto previsto dall’articolo 2932 del Codice Civile.

Quest’ipotesi rappresenta una delle rare circostanze in cui il rapporto di lavoro non scaturisce dalla conclusione di un regolare contratto, bensì da un’imposizione giurisprudenziale.
A differenza di quanto avveniva fino al 1960, oggi non si parla più di interposizione fittizia nel rapporto di lavoro, bensì di somministrazione irregolare: colui che utilizza l’attività di appalto in modo irregolare è esposto all’irrogazione della sanzione civile.
La possibilità di richiedere l’emissione della sentenza sottostà al termine di decorrenza di 60giorni.
I contratti di appalto prevedono sempre un termine, che però allo scadere possono essere rinnovati: l’oggetto rimane lo stesso, ma la scadenza viene prorogata. Nell’ambito del rinnovo del contratto di appalto può aver luogo il trasferimento della qualifica di appaltatore da un soggetto a un altro. Quest’ultimo acquista dal precedente appaltatore gli strumenti e i rapporti di lavoro necessari per eseguire la determinata attività oggetto dell’appalto. La legge e i contratti collettivi favoriscono il subentro senza interruzione.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email