Ominide 6603 punti

Gli organi ausiliari della Pubblica amministrazione


La Costituzione prevede l'istituzione di organi ausiliari della Pubblica amministrazione per affiancare, dare consulenza e sostegno al Governo e agli altri organi dello Stato nella propria azione e nell'emanazione degli atti di propria competenza. Tali organi sono il Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro, il Consiglio di Stato e la Corte dei conti.


Il Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro (CNEL)


Il CNEL, previsto dall'art. 99 Cost., è un organo di consulenza e ha l'iniziativa legislativa in materia di economia e lavoro.
E' composto da 121 consiglieri:

• 12 esperti, scelti fra qualificati esponenti della cultura economica, sociale e giuridica;
• 44 rappresentanti dei lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato;
• 18 rappresentanti del lavoro autonomo;
• 37 rappresentanti delle imprese;

• 10 rappresentanti delle associazioni di promozione sociale e del volontariato.

I componenti durano in carica cinque anni e possono essere rieletti o revocati su iniziativa delle associazione di cui fanno parte.


Il Consiglio di Stato


Previsto dall'art. 100 Cost., ha il compito di esprimere pareri su richiesta di qualsiasi organo della Pubblica amministrazione; oltre che organo consultivo è giudice di secondo grado nella giurisdizione amministrativa, cioè nei procedimenti giurisdizionali intentati contro la Pubblica amministrazione.
Il Consiglio di Stato è articolato in sei sezioni, di cui tre con poteri consultivi e tre con funzioni giurisdizionali; dal 1997 ne è stata istituita un'altra con il compito di esaminare gli atti per cui la legge prescrive il suo parere o per l'esame degli atti normativi dell'Unione europea.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email