Ominide 6603 punti
L'Italia e le organizzazioni internazionali

I rapporti tra gli Stati

Gli Stati sono enti sovrani e indipendenti, che nell'ambito del proprio territorio non riconsocono alcuna autorità superiore. Le relazioni internazionali si configurano, quindi, come rapporti tra pari e le regole che le governano, per essere efficaci,d evono essere volontariamente accettate da tutti.
In passato era considerato normale che le controversie tra gli Stati venissero prevalentemente risotle con la guerra e con la conseguente sopraffazione violenta del più debole da parte del più forte.
Oggi, per evitare il ricorso alla violenza, favorire la coesistenza e il perseguimento pacifico dei rispettivi interessi, gli Stati hanno compreso l'importanza di collaborare e agire attraverso accordi.
Il compito di favorire il confronto e l'accordo pacifico è stato affidato ad apposite organizzazioni internazionali.


Le organizzazioni internazionali

Un'organizzazione internazionale è un ente, in genere dotato di personalità giuridica, costituito da un gruppo di Stati che si impegnano a realizzarne le finalità e a rispettare gli obblighi indicati nello Statuto.
Quando le organizzazioni internazionali perseguono obiettivi di carattere generale (per esempio l'ONU e le sue agenzie, come l'UNICEF) e sono aperte alla partecipazione di tutti gli Stati sono dette organizzazioni generali; quando invece perseguono obiettivi comuni soltanto tra alcuni Stati sono dette organizzazioni regionali (come l'UE, la NATO ecc.). Dopo la seconda guerra mondiale, il numero, l'importanza e il ruolo delle organizzazioni internazionali sono considerevolmente aumentati.
Un impulso alla loro crescita è derivato dalla necessità di salvaguardare la sopravvivenza del genere umano e del pianeta stesso, messa in discussione dalle moderne armi di distruzione di massa come la bomba atomica.


La posizione dell'Italia

L'Italia intrattiene relazioni pacifiche con gli altri Stati e si adopera a favore dela collaborazione internazionale, secondo quanto è indicato nella Costituzione che, agli artt. 10 e 11, individua tre principi fondamentali:

• l'impegno delo Stato italiano a inserire nel proprio ordinamento giuridico le norme di diritto internazionale generalmente riconosciute e quelle emanate dalle organizzazioni internazionali alle quali partecipa;
• il ripudio della guerra come mezzo per risolvere le controversie tra gli Stati;
• l'impegno a partecipare alle organizzazioni internazionali che favoriscono la pace e la pacifica convivenza, anche accettando limitazioni alla propria sovranità.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email