Ominide 11994 punti

Obblighi e doveri del noleggiatore


Così come il conduttore, il noleggiatore ha l’obbligo di utilizzare la nave secondo le modalità convenute nel contratto. Egli è tenuto a rispettare le caratteristiche della nave e le sue finalità di utilizzo (se, ad esempio, da contratto è previsto il noleggio del mezzo per la pesca, il noleggiatore non può commissionare un viaggio che abbia ad oggetto il trasporto di cose o persone). In secondo luogo egli deve rispettare il territorio prestabilito per il compimento della spedizione, oltre ad attenersi alla concezione di porto sicuro.
Uno degli obblighi più pregnanti per il noleggiatore consiste nel pagamento del nolo. Le modalità di calcolo del nolo sono completamente diverse a seconda che ricorra il noleggio a viaggio o il noleggio a tempo.
Nel noleggio a viaggio il nolo viene calcolato sulla base di tutti i viaggi prestabiliti che dovranno essere compiuti; nel noleggio a tempo, invece, il nolo viene calcolato sulla base della durata del contratto e ciò avviene indipendentemente dal numero di spedizioni realizzate. In quest’ultima forma di noleggio, dunque, il noleggiatore è teoricamente tenuto a versare il nolo anche se la nave resta ferma. In realtà, la dottrina ritiene che, di volta in volta, occorra individuare le ragioni del fermo o della sosta della nave.
L’immobilità del mezzo può dipendere da una decisione del noleggiatore, da avaria o da avverse condizioni atmosferiche o marittime. Secondo la giurisprudenza è necessario distinguere tra la causa imputabile al noleggiatore (per cui il nolo è sempre dovuto) e le cause estranee al noleggiatore stesso (fattispecie nella quale la corresponsione del nolo viene meno). Tra le cause estranee rientrano l’avaria, le condizioni meteorologiche avverse, l’improvvisa riduzione numerica dell’equipaggio e il sussistere di un impedimento oggettivo del comandante.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email