Ominide 17069 punti

Obbligazioni accessorie di locatore e conduttore marittimi


Sul locatore di una nave gravano diverse obbligazioni accessorie:
- in primo luogo egli è tenuto a sostenere le spese relative all’ordinaria e alla straordinaria manutenzione del mezzo;
- egli è altresì tenuto a provvedere alle riparazioni che siano dovute a forza maggiore o a normale utilizzo della nave.
Il locatore è esulato esclusivamente dal pagamento delle spese relative al mantenimento dello stato di navigabilità durante lo svolgimento del contratto di locazione: esse spettano sempre al conduttore;
- infine, il locatore deve garantire il godimento della nave: ossia deve tutelare il conduttore da eventuali molestie recate da soggetti terzi che pretendono di aver diritti sul mezzo.
Da parte sua, il conduttore è tenuto a prendere in consegna la nave nel luogo (porto) ed entro le tempistiche convenute. Se questi due requisiti non sono rispettati si applica l’istituto privatistico relativo alla mora del creditore (art. 1206 c.c.), poiché in relazione alla consegna della nave il conduttore è considerato tale.
Il conduttore non diviene possessore del mezzo, bensì meramente detentore.
Egli è inoltre tenuto:
- a rispettare le finalità di utilizzo della nave stabilite nel contratto;
- a a rispettare i limiti spaziali di navigazioni previsti dal contratto.
In caso di mancata osservanza dei suddetti obblighi il locatore può richiedere la risoluzione del contratto e il risarcimento del danno.
Gli studiosi si sono inoltre chiesti se il conduttore può decidere di mantenere ferma la nave. L’orientamento dottrinale prevalente ritiene che egli possa farlo solo nel caso in cui la nave in sosta non sia esposta a rischi di particolare entità, cioè rischi maggiori rispetto a quelli legati alla regolare navigazione.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email