Ominide 11997 punti

Convenzione di Bruxelles del 1924


La Convenzione di Bruxelles del 1924 ha una validità pressoché illimitata nel panorama internazionale. In Italia, essa è stata recepita nel 1928. Tutt’oggi essa costituisce la fonte di riferimento in materia di responsabilità dei vettori marittimi di cose poiché dal 1924 la Convenzione è stata più volte innovata.
I presupposti di applicazione della suddetta convenzione sono diversi. In via generale, essa si applica ai trasporti qualificati come «internazionali»: sono definiti tali i trasporti che denotano un trasferimento da un luogo a un altro appartenente a un Paese diverso. In questo caso non occorre che lo stato di destinazione sia aderente alla Convenzione. Il trasporto viene considerato internazionale se il vettore ha emesso un apposito documento denominato «polizza di carico»: si tratta di un documento essenziale che descrive le caratteristiche della merce trasportata. Infine, nel trasporto internazionale.il destinatario del carico deve essere un cittadino straniero rispetto al Paese di partenza delle merci.
Anche nel caso in cui non ricorrano i suddetti presupposti, la convenzione può trovare applicazione sulla base di quanto espressamente previsto dalle parti. Spesso, all’interno dei contratti viene inserita un’apposita clausola denominata «Paramount Close», secondo la quale il trasporto viene assoggettato alla disciplina dettata dalla Convenzione di Bruxelles.
La Convenzione di Bruxelles accoglie il regime della responsabilità presunta del vettore marittimo di merci. Pertanto, il soggetto danneggiato deve limitarsi a provare il danno subito e che il danno si sia verificato durante il trasporto. Il danneggiato non deve in alcun modo provare la colpa del vettore: gli oneri probatori posti a carico del danneggiato, dunque, sono particolarmente leggeri.
Una volta che questi avrà dimostrato i due elementi sopraindicati, sorgerà automaticamente responsabilità in capo al vettore, presunta sulla base del solo fatto del trasporto.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email