Video appunto: Nozione di atti aventi forza di legge

Nozione di atti aventi forza di legge



Alle leggi ordinarie sono equiparati atti del governo aventi forza di legge ordinaria: i decreti-legge, che il governo può emanare, ai sensi dell'articolo 77 comma secondo Costituzione, solo «in casi straordinari di necessità e di urgenza» (ma che, nella prassi, sono diventati un ordinario strumento di legislazione) e che perdono efficacia sin dall'inizio se, entro sessanta giorni, il parlamento non li abbia convertiti in legge; i decreti legislativi (o leggi delegate), che il governo emana per delega del parlamento, sulla base di una legge di delegazione che fissa i principi e i criteri direttivi cui il governo deve attenersi, definisce l'oggetto dell'attività legislativa delegata e il tempo entro il quale la delega deve essere esercitata (articolo 76 Costituzione).




Si distingue fra legge in senso formale e legge in senso sostanziale.
La prima è quella adottata secondo il procedimento proprio della formazione delle leggi; la seconda è quella che, secondo questo procedimento, produce norme generali ed astratte.
Una legge può essere tale solo in senso formale: può consistere, cioè, in un comando individuale e concreto emanato nelle forme della legge (cosiddetta legge-provvedimento). Così è, ad esempio, una legge con la quale il parlamento decida la costituzione o la soppressione di un ente pubblico.