Ominide 11989 punti

Norme di garanzia dei diritti dei lavoratori


La disciplina del rapporto di lavoro subordinato si fonda sui diritti soggettivi che si propongono di bilanciare i poteri giuridici preminenti di cui dispone il datore di lavoro e le prerogative del lavoratore. Il problema principale della materia riguarda l’effettività di tali soggettivi: è indispensabile garantire che le prerogative di cui godono i lavoratori incidano concretamente, e non solo teoricamente, sulla vita lavorativa. La normativa pone particolare tutela alle modalità di attivazione dei suddetti diritti.
In questo senso, la tutela contro i licenziamenti illegittimi ha rappresentato per moltissimo tempo la principale garanzia nei confronti dei lavoratori. Se il lavoratore, ad esempio, ritiene che il datore abbia violato l’articolo 2103 del Codice civile attribuendogli mansioni inadeguate alle sue competenze, egli sarà incentivato a rivendicare le tutele della professionalità solo previa garanzia di tutela giuridica (tutela stipite). Se tale certezza non è assicurata, il lavoratore sarà ovviamente restio a far valere i propri diritti.
Una delle più preminenti tecniche di garanzia dei diritti dei lavoratori è stata rappresentata dall’espropriazione, in capo al lavoratore, della sua autonomia contrattuale. Il potere dispositivo del lavoratore, dunque, è guidato e controllato: in sostanza, i diritti del lavoratore non sono discrezionali, bensì fissati all’interno di norme inderogabili e codificate. Il lavoratore non può modificare le proprie prerogative sulla base di un accordo individuale con il datore di lavoro. Alcuni studiosi hanno paragonato il lavoratore al capite deminutus (il minorenne).
La disposizione che fonda l’inderogabilità e l’immodificabilità dei diritti del lavoratore è contenuta all’interno del Codice civile. Si tratta dell’articolo 2113: esso equipara il lavoratore subordinato al collaboratore parasubordinato. Entrambi, dunque, non possono disporre liberamente mediante un accordo individuale, dei diritti che la legge pone a loro tutela. Nel caso in cui essi contravvengano a tale disposizione, il suddetto accordo individuale sarà impugnabile.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email