Ominide 11992 punti

Insussistenza giuridica del vincolo affettivo tra conviventi


Secondo quanto disposto dalla regolamentazione giuridica, la verifica della sussistenza di eventuali impedimenti all’unione tra due conviventi è attestata dall’ufficiale dello stato civile su istanza dei conviventi. A differenza di quanto accade nell’ambito del matrimonio, non sono inoltre previste le pubblicazioni dell’unione, bensì la stesura di un contratto che produca i medesimi effetti.
Un’ulteriore tappa essenziale che ha favorito l’approvazione della legge 76 del 2016 è rappresentata dalla sentenza 170 del 2014, rilevante non per quanto riguarda la validità del matrimonio, bensì perché al suo interno la Corte costituzionale si soffermò sulla necessità di ricondurre le unioni omosessuali all’art. 2 Cost. La Corte, però, ha asserito di non poter intervenire mediante la redazione di una sentenza manipolativa mediante cui colmare la lacuna; essa, pertanto, ha esortato il legislatore a intervenire con la massima sollecitudine al fine di superare la già rilevata illiceità del mancato riconoscimento delle unioni civili tra persone dello stesso sesso.
Inoltre, il 14 dicembre del 2017, la Corte europea dei diritti dell’uomo condannò l’Italia al risarcimento del danno limitatamente al periodo antecedente la pubblicazione della legge 76 del 2016 a favore delle coppie omosessuali che avevano fatto ricorso contro l’ordinamento giuridico interno, il quale, non avendo fino ad allora prestato alcun riconoscimento alle unioni civili, aveva privato i ricorrenti di ogni tutela giuridica.
La legge 76 del 2016 colmò il vuoto normativo disciplinando per la prima volta la fattispecie relativa alle unioni civili: il legislatore conservò lo schema originario del matrimonio, tutt’oggi riservato alle sole coppie eterosessuali, prevedendo altresì un ulteriore e omologo istituto giuridico ad hoc dedicato alle unioni civili tra persone dello stesso sesso.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email