Video appunto: Giunta regionale

Giunta regionale



La giunta regionale è un organo collegiale con un vertice monocratico espresso direttamente dai cittadini elettori. Qualora il presidente eletto si dimetta o il consiglio lo sfiduci (ma anche in caso di morte, impedimento permanente o rimozione), si torna a votare sia per il presidente sia per il consiglio regionale (si usa in questo caso il brocardo aut simul stabunt aut simul cadent), ridando la parola direttamente agli elettori, chiamati così a risolvere la crisi intervenuta (art.
126.3).
Tuttavia, la Costituzione (art. 122.5) permette allo statuto, oltreché di confermare il modello dell’elezione diretta del presidente della giunta (cosiddetto modello standard), di compiere anche scelte diverse, ad esempio l’elezione da parte del consiglio regionale (cosiddetto modello in deroga), ma in ogni caso impone che il consiglio abbia sempre la potestà di sfiduciare il presidente della giunta: sia se eletto dal corpo elettorale sia se eletto dal consiglio (art. 126.2).

È così preclusa la possibilità di introdurre forme di governo di tipo presidenziale o direttoriale. La differenza fra la forma di governo standard e quella in deroga sta nel fatto che, se il presidente è eletto direttamente, quale che sia la causa di cessazione dal suo incarico, ivi compresa dunque la sfiducia consiliare, il consiglio viene sciolto, mentre se il presidente è eletto non dai cittadini ma dal consiglio, questo può eleggerne uno diverso nel corso della consiliatura.