Video appunto: Esternalizzazioni lavoristiche

esternalizzazioni lavoristiche



Le imprese possono procacciarsi e utilizzare il lavoro attenendosi a due modelli principali: uno tipico e tradizionale; l’altro atipico e di recente ideazione. Tali modelli si definiscono:
1) modello gerarchico (opzione make), in base al quale l'impresa produce al proprio interno tutti i beni e i servizi di cui ha bisogno per creare il prodotto finale.
Questo modello è definito «tipico» perché si realizza mediante la stipulazione di contratti di lavoro subordinato o parasubordinato;
2) modello di mercato (opzione buy), in virtù del quale l’impresa acquista all'esterno alcuni dei beni e servizi utili al completamento del ciclo produttivo (ad esempio costruzioni edili, trasporti e servizi funzionali alla commercializzazione).
L’opzione make è adottata dalle aziende organizzate secondo i canoni tipici del fordismo, le quali tendono a produrre in proprio la maggior parte dei beni e servizi, ricorrendo ad acquisti esterni soltanto per approvvigionarsi delle materie prime. Esse sono carenti in specializzazione, ma in compenso riescono a gestire autonomamente l'intero ciclo produttivo.

Viceversa, l’opzione buy è preferita dalle imprese tendenti al post-fordismo, le quali concentrano la propria attività sul business commerciale, demandando la produzione dei beni e servizi non strategici a imprese terze. In questo modo, l’impresa principale scarica le difficoltà derivanti da eventuali contrazioni del mercato non sui propri dipendenti, bensì su un’altra impresa. L’opzione buy consente di guadagnare anche in termini di specializzazione, perché l’impresa cui è demandata parte della produzione si occupa esclusivamente di quel segmento dell’attività, risultando altamente qualificata.
Fra un modello e l’altro, comunque, si collocano diverse soluzioni intermedie. Una delle più note è il fenomeno della cosiddetta «rete di imprese», caratterizzato da un forte coordinamento tra aziende, in virtù del quale ciascuna di esse sceglie di concentrare la propria attività su specifiche fasi del processo produttivo, instaurando con le altre rapporti contrattuali duraturi, destinati a consentire l'approvvigionamento di tutti i prodotti o servizi di cui ciascuna necessita per la propria attività.