Sapiens 7277 punti

L'attuale diritto italiano è in gran parte derivato dal diritto applicato nell'antica Roma; infatti fin dal 4° secolo a.C. l'esercizio della giustizia fu affidato all'attività dei giudici, ovvero di una classe di specialisti incaricati di interpretare la legge applicandola al caso singolo. Nel 6° secolo d.C. l'imperatore Giustiniano fece realizzare la prima raccolta organica di leggi. Tuttavia nel corso dei secoli l'accavallarsi di nuove leggi e il succedersi delle consuetudini portarono a un notevole disordine derivante dalla molteplicità delle fonti normative. Nella tarda antichità invece le norme giuridiche erano prevalentemente consuetudinarie, cioè consistevano nella ripetizione costante e uniforme di determinati comportamenti: le regole che si tramandavano da padre a figlio diventavano «leggi»; esse non venivano emanate da un'apposita autorità politica e non erano redatte in forma scritta: c'erano degli esperti, di solito i sacerdoti, ai quali la gente comune si rivolgeva per risolvere le questioni che nascevano con gli altri. Ovviamente chi violava queste consuetudini era punito con delle sanzioni che venivano applicate, ad esempio, dal pretore nell'antica Roma o dal signore feudale nel Medioevo. Esistevano anche delle norme scritte emanate dalle autorità politiche, ma esse servivano a integrare le consuetudini. Col passar del tempo, il diritto è stato come il «termometro» che misurava i rapporti di forza esistenti tra i nobili, i ricchi possidenti terrieri e i commercianti, i sostenitori di determinati princìpi religiosi e tradizioni. Molti erano gli interessi in gioco e la presenza di tutti questi elementi così diversi tra loro influenzava inevitabilmente l'autorità incaricata di fare le leggi. Alla fine, per ogni problema che nasceva, questa autorità era costretta a scegliere la soluzione proposta dai più forti e influenti personaggi dell'epoca (il che finiva con il danneggiare le categorie di persone più deboli e povere). Possiamo, quindi, comprendere come le leggi siano state spesso l'espressione di un accordo tra gruppi di persone con diversi interessi religiosi, economici, ecc.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017