Ominide 16556 punti

Criteri di salvaguardia delle minoranze


La tutela delle minoranze avviene secondo il prevalente criterio della territorialità: la minoranza è protetta solo sul territorio di insediamento determinato (es. in Italia il diritto all’insegnamento della propria lingua può farsi valere nelle scuole organizzate nel territorio di insediamento).
Talvolta, invece, il criterio di tutela è basato sul principio di personalità (es.
i cittadini di lingua tedesca della provincia di Bolzano hanno diritto ad usare la propria lingua davanti ai tribunali in ogni parte del territorio nazionale).
Si individuano due modelli di tutela minoritaria:
- il modello italiano, che riconosce l’esistenza di una maggioranza e di più minoranze linguistiche, la tutela delle quali può costituire deroga al principio di eguaglianza formale. La tutela speciale consiste spesso nell’attribuzione alle sub-unità territoriali in cui le minoranze sono stanziate di forme e livelli speciali di autonomia (Italia, Spagna, Finlandia).

In Italia, oltre alla tutela delle minoranze linguistiche stanziate nelle regioni di confine a statuti speciali, si è proceduto anche alla tutela delle minoranze di lingua e cultura albanese, germanica, greca, slovena, croata, franco-provenzale, friulana, ladina, occitana e sarda, attraverso le Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche del 1999;
- il modello svizzero e belga: le federazioni asimmetriche tendono a scegliere un regime di parificazione delle diverse lingue nazionali. I vari gruppi linguistici sono posti su un piano di parità a livello federale, non riconoscendosi una lingua maggioritaria e delle lingue minoritarie, ma unicamente la compresenza di più lingue ufficiali. La tutela del gruppo minoritario passa, quindi, attraverso la tutela della sua specificità linguistica. La Svizzera, ad esempio, riconosce il francese, il tedesco, l’italiano ed il romancio come lingue nazionali, anche se solo le prime tre sono lingue ufficiali della confederazione.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email