Ominide 11997 punti

Concetto giuridico di fondazione


La fondazione è un’organizzazione predisposta per la destinazione di un patrimonio privato ad un determinato scopo di pubblica utilità. Gli scopi possono essere molteplici: di natura assistenziale, culturale, scientifica, ecc. Come l’associazione, anche la fondazione è un’istituzione, cioè un’organizzazione collettiva. La fondazione è istituita mediante apposito atto di fondazione, che presenta numerose differenze rispetto al contratto associativo:
- l’atto di fondazione, a differenza del contratto associativo, è unilaterale, produttivo di effetti giuridici in virtù della sola dichiarazione di volontà del fondatore; anche se formato da più persone esso mantiene la propria struttura di atto unilaterale.
L’atto di fondazione ha un duplice contenuto:
- si tratta di un atto di disposizione patrimoniale, mediante il quale un privato si spoglia, in modo definitivo e irrevocabile, della proprietà di beni che destina ad uno scopo di pubblica utilità;
- si tratta di un atto di organizzazione, mediante il quale il fondatore predetermina la struttura organizzativa che dovrà provvedere alla realizzazione dello scopo.
IN base al tipo di fondazione, il rapporto tra patrimonio e organizzazione può variare: nelle fondazioni finalizzate all’assegnazione di premi, il patrimonio assume un ruolo preponderante rispetto all’organizzazione, limitata a un’attività di mera erogazione; in caso di istituti di istruzione o di ricerca scientifica, è l’elemento organizzativo ad acquisire un ruolo preponderante, dal momento che il patrimonio ha il solo fine di consentire il funzionamento di una complessa organizzazione preposta al raggiungimento dello scopo perseguito dal fondatore. Dunque, mentre nel primo caso il patrimonio esaurisce direttamente lo scopo della fondazione, nel secondo lo esaurisce solo indirettamente.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email