Come prendere bene gli appunti all'università

Skuola.net | Store
In collaborazione con Skuola.net | Store
studentessa prende appunti

Come prende gli appunti lo studente universitario? In aula o, come siamo stati costretti in questi giorni, in videolezione, l’obiettivo comune è quello di accaparrarsi quante più informazioni possibili per capire cosa chiederà il prof all’esame e cosa si può evitare di studiare. E allora vediamo quali sono le tecniche e le strategie per prendere appunti ad una lezione universitaria.





Come prendere bene gli appunti all'università

Non esiste una tecnica definitiva per sintetizzare su carta i concetti fondamentali della lezione che stiamo seguendo, perché ognuno di noi ha un diverso modo di apprendere e di archiviare le informazioni. La cosa migliore è sperimentare vari metodi e scoprire volta per volta il più efficace: quello cioè che ci permette di acquisire più informazioni possibile nel minor tempo. Tuttavia esistono alcuni buoni consigli da considerare per mettere a punto la propria tecnica.

  • Seleziona i concetti e le nozioni principali
  • Gli appunti sono un aiuto in grado di richiamare immediatamente alla memoria i concetti importanti di una lezione, di un discorso o di una lettura, ma non esagerare con il livello di dettaglio: non stai scrivendo un manuale. Per approfondire, puoi sempre ricorrere al libro. Il rischio è sprecare tante energie per scrivere perdendo il filo del discorso, con il risultato di ricordare molto poco di ciò che abbiamo riportato sul foglio.

  • Importante riportare cifre e date
  • Scrivere sempre qualsiasi informazione di difficile memorizzazione, come ad esempio le cifre, i nomi propri, le date. Scriverle sul foglio ti darà un'aiuto in fase di studio per ricordare le nozioni più importanti.

  • Usa abbreviazioni
  • Abbreviazioni, sigle e altre tecniche in grado di farti scrivere di meno sono molto utili: non dimenticarti però di essere sempre chiaro. Stabilisci una serie di abbreviazioni e trascrivi, magari all’inizio del quaderno o del blocco notte, un sorta di legenda di quelle più criptiche.

  • Usa schemi logici
  • Sempre nell’ottica di fissare i concetti principali del discorso, può essere utile affiancare all’abbreviazione delle parole anche la rappresentazione dei legami logici fra i concetti attraverso schemi, diagrammi e mappe concettuali. Questo ci farà risparmiare tempo e permetterà, se possibile, di fissare su carta i collegamenti fra gli argomenti trattati dal prof durante il discorso.

  • Sii ordinato
  • Sembra una banalità ma l'organizzazione degli appunti è forse ancora più importante della loro mole. Bastano poche parole per richiamare i concetti principali, purché il materiale sia sistemato al meglio. Ti consigliamo quindi di dare sempre una data e titolo al tuo appunto, e di diversificare i quaderni per materie. Usa etichette per i quaderni (o cartelle per i file), in modo da catalogarli per data e materia. E' la cosa migliore per poter usare al meglio il lavoro fatto durante la lezione.

Metodi per prendere appunti all'università

Esistono molti modi per prendere appunti. Ne abbiamo elencati alcuni, e se non ne hai uno preferito, ti consigliamo di provarli tutti, in modo da capire quello che ti "calza" meglio.
  • Prendere appunti con block notes o quaderno
  • Stile classico per lo studente che a lezione scrive come un forsennato cerando di catturare tutte le frasi del prof e imprigionarle fitte fitte su:
  • sulle righe del blocco spiralato,
  • nei quadrettoni del quaderno di Winnie Pooh fregato alla sorella più piccola perché ci si era dimenticati di comprarne uno,
  • sotto un improbabile 25 dicembre dell’agenda che non può che fare questa fine,
  • sugli immacolati fogli bianchi poi ordinatamente riposti nell’apposito raccoglitore suddiviso da opportuni separatori colorati per ogni corso seguito.

  • Registrare la lezione
  • Di tendenza tra gli studenti più pigri e, ovviamente, tra quelli più ansiosi che non possono permettersi di perdere nemmeno una parola detta a lezione. Se non usate un app sullo smartphone, vi consigliamo di mettere il registratore sulla cattedra del prof (chiedendo gentilmente il permesso) altrimenti quando andrete a sbobinare (che gioia!) vi ritroverete lo sbadiglio di sottofondo del compagno a destra e le chiacchiere sul nuovo taglio di capelli della collega che avevate a sinistra.

  • Prendere appunti con il Pc portatile
  • Un’evoluzione del blocknotes, perché potrete dire addio all’antiestetico callo dello studente dovuto all’impugnatura della penna ed essere più veloci nella scrittura (e dire benvenuta alla tendinite da mouse); ma anche un passo avanti rispetto alla registrazione, perché vi evita la sbobinatura del giorno dopo.

  • Ottenere gli appunti del compagno di corso
  • Tecnica per i noperditempo. Nel senso che per non sprecare tempo ad andare a lezione, ci si fa amico qualcuno durante i primi giorni di lezione e si utilizzano direttamente gli appunti presi da lui/lei.

  • Ricercatore di dispense
  • La sua teoria è: gli appunti non servono, ma le dispense date dal prof sono di vitale importanza. È d’obbligo seguire il primo giorno di lezione e carpire tutte le info su: testi d’esame, modalità d’esame, esoneri e, naturalmente, consegna delle DISPENSE! Raccolgono pressoché tutto quello che il prof dirà a lezione e quello che chiederà all’esame quindi le dovete avere!

Se hai fantastici appunti... scambiali!

Dopo aver letto questo articolo sei pronto a prendere ottimi appunti? Quale migliore occasione per scambiarli con altri studenti universitari e guadagnare grazie al tuo lavoro?
Puoi infatti iscriverti su Skuola.net|Store e condividerli con la nostra community.Skuola.net|Store è infatti il primo Marketplace pensato per lo scambio di appunti universitari fra gli studenti stessi che permette la compravendita di appunti e riassunti di qualità con lo scopo di facilitare lo studio universitario rendendo più semplice il reperimento del materiale di approfondimento.
E se stai cercando appunti per il tuo prossimo esame, li puoi trovare sulla stessa piattaforma. Basta cercare sul motore di ricerca il nome dell’insegnamento e affinare la ricerca specificando anche l’università di interesse. In questo modo, il motore restituirà gli appunti che coincidono con i filtri assegnati, specificando su ciascun file presente nel database anche il nome del docente di riferimento, in modo da rendere la ricerca più precisa ed utile possibile senza il rischio di dispersione. Che aspetti? Provalo subito!