Esami in vista? Sei tecniche anti-stress per studiare meglio

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
ansia da esami tecniche di rilassamento

Lo studio per tutti gli universitari è sempre fonte di stress, soprattutto quando si avvicinano le sessioni e gli esami sono sempre più vicini.
Tuttavia sarebbe opportuno iniziare a prepararsi già durante i semestri e non a ridosso dell'appello anche se spesso la mole di libri e di materiale spaventa sin da subito!
E mentre ci ripetiamo che dobbiamo mantenere la calma e non farci prendere dall’ansia per quell’esame impossibile, succede che il più delle volte lo rimandiamo all’infinito, rinviando sempre il giorno per affrontarlo!
Se insomma non riuscite da soli a contenere la tensione e in balìa della preoccupazione tendete a perdere la concentrazione, allora potrete trovare utili e interessanti cinque tecniche di rilassamento da praticare proprio durante l’approccio allo studio, nella preparazione degli esami (ma valide anche per altri momenti della vostra vita).


1. Ottimizzare il tempo

La prima cosa a cui pensare è sicuramente quella di fare un piano della giornata per conciliare al meglio tempo, impegni e soprattutto studio!
Organizzate la vostra giornata di studio scomponendola in veri e propri ‘blocchi’ di tempo: decidete quindi quanti minuti circa volete dedicare ad una certa attività in modo da non lasciare fuori niente .
Se questo esercizio sarà ben strutturato e costante nel corso delle settimane precedenti all’esame, sicuramente il giorno prima affronterete tutto con calma senza il rischio di aver saltato nessun argomento!
Una buona organizzazione insomma è alla base di tutto!

2. Il cibo alleato

La scelta del cibo è importante e può influenzare in modo positivo o meno l’attività dei nostri nervi!
Esistono cibi infatti che hanno proprietà calmanti che diminuiscono il livello di ansia come il pesce, il tè verde e il cioccolato.
Come ha dimostrato uno studio condotto dall’Ohio State University, l’omega-3 contenuto nel pesce non solo aiuta a mantenere dinamica la memoria, ma aiuta a respingere anche l’ansia.
Il pesce insomma contiene acidi grassi che possono rivelarsi benefici per le attività cognitive degli studenti, ma non è il solo alimento a contenerne, poiché sono contenuti anche in alcuni tipi di verdure come gli spinaci, l’insalata e i cavoletti di Bruxelles.
Anche gli alimenti che contengono vitamina B inoltre sono assolutamente positivi in tal senso come ad esempio le uova, il manzo, il maiale e gli agrumi.
Uno studio condotto in Australia dall’Università di Adelaide ha documentato come tra le proprietà del cioccolato fondente, ci sia anche quella di abbassare il livello di stress e stemperare la preoccupazione per qualcosa, come ad esempio un esame.
Ad occuparsi dell’indagine sugli effetti delle bevande è stata invece l’American Botanical Council che tra tutte ha identificato nel tè verde l’alleato più valido contro l’ansia.
Altre bevande con elementi che producono effetti benefici sono il latte per migliorare l’umore, il vino rosso per la pressione e la camomilla dalle rinomate proprietà rilassanti.

3. Esercizi di respirazione

Sono molteplici le ricerche che hanno dimostrato come le tecniche di respirazione siano fondamentali per non disperdere la concentrazione e per contrastare il sopravvento dell’agitazione pre-esame.
Uno dei modi per conservare o ripristinare l’equilibrio fra corpo e mente è sicuramente quello di coniugare l’inspirazione e l’espirazione, con l’aiuto anche della fantasia.
Per prima cosa bisogna infatti mettersi comodi e abbandonarsi al flusso del proprio respiro immaginando che durante l’inspirazione entri aria bianca (quindi un influsso benefico, puro, positivo) mentre nella fase dell’espirazione, si espelli aria scura (quindi negativa) lontana da sé stessi. Pensare a questo aiuta a identificare nel respiro uno strumento per allontanare negatività e per depurarsi da scorie nocive.
Una volta acquisito il ‘ritmo giusto’ che scandisca questo processo, si dovrà passare alla visualizzazione mentale dei 7 colori dell’arcobaleno (immaginando magari agli oggetti di quel colore): rosso, arancione, giallo, verde, azzurro, indaco, viola.

4. Ginnastica e baci contro lo stress!

Sebbene fare attività fisica seriamente comporta sforzi e fatica, tuttavia il risultato finale è al contrario, assolutamente anti-stress.
Se non ci si vuole sforzare troppo, anche una semplice passeggiata può avere effetti davvero rilassanti in quanto muoversi e camminare aiuta spesso a scaricare la tensione e a distendere i nervi.
Una delle forme di ginnastica più conosciute e praticate per tali scopo è lo yoga, l’attività fisica per eccellenza in grado di creare un forte legame tra corpo e meditazione.
Le varie posture e posizioni insegnate in questa disciplina (la più famosa è forse quella dell’albero, in piedi su una gamba sola e le braccia distese e unite verso l’alto) restituiscono infatti a chi le pratica benessere contro lo stress.
Tra le tante forme moderne per combattere lo stress e la depressione, vale la pena citare quella esaminata in uno studio della Northwestern University in cui si è dimostrato come anche i baci hanno un grande ruolo in tal senso.

5. Tecniche di rilassamento

Oltre alla postura comoda e agli esercizi di respirazione già visti, esistono anche le tecniche di rilassamento da mettere in pratica. Per prima cosa è bene allontanarsi da dispositivi come smartphone, tablet e computer perché potrebbero distrarre la vostra attenzione; dopo aver fatto questo, rendete soffuse le luci e mettete un po’ di musica rilassante (il web è pieno di playlist del genere).
Ora non vi rimane che rilassarvi, abbandonarvi ai vostri pensieri, senza mai dimenticare di coniugare il tutto con gli esercizi di inspirazione ed espirazione.

6. Un sonno duraturo e regolare

Dormire bene è alla base del benessere psico-fisico di ognuno.
Durante la notte prima degli esami, non è sempre facile addormentarsi perché i pensieri, le supposizioni, i dubbi e soprattutto l’ansia ci tengono svegli e non ci lasciano riposare.
Esistono piccoli accorgimenti anche per favorire il sonno: non assumere nella serata bevande che contengono caffeina, teina o qualsiasi ingrediente ‘eccitante’ come il caffè, il tè e le bibite gassate.
Al posto di queste bevande è preferibile invece bere tè deteinati, tisane, camomille o infusi rilassanti.
È bene poi abituare il corpo agli stessi orari in cui mettersi a riposare e prendere sonno.
Evitate infine di usare dispositivi elettronici che di sicuro allontanano dal prendere sonno in modo immediato e rilassato.
Skuola | TV
Skuola.net interroga... Il Ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti!

Il Ministro dell'Istruzione sceglie la Skuola | Tv per confrontarsi con gli studenti e le loro famiglie. Parleremo di Maturità 2020, didattica e molto altro ancora. Ma porremo anche le domande fatte direttamente dagli studenti. Non ti resta che guardare la puntata per scoprirlo!

21 novembre 2019 ore 17:00

Segui la diretta