sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Numero di Ossidazione-

Il Numero di Ossidazione di un Elemento di un Composto corrisponde alla carica elettrica che quell’Elemento assume nel Composto, quando gli Elettroni di Legame sono attirati dall’Elemento più Elettronegativo del Composto.

Questo Numero serve ad indicare in un Atomo quale è il numero di Elettroni che possiede in eccesso o in difetto rispetto al numero di Elettroni che quell’Atomo possiede allo stato elementare.

Esistono alcune Regole che possono servire per calcolare il Numero di Ossidazione:

1. Il Numero di Ossidazione di una specie chimica allo stato elementare è 0.
2. Nel calcolo del Numero di Ossidazione non va tenuto conto dei legami tra gli Atomi dello stesso Elemento.
3. I Cationi e gli Anioni hanno un Numero di Ossidazione che corrisponde alla propria carica (esempio: Na+ → n.o.: +1; S2- → n.o: -2).
4. In una Molecola la somma algebrica dei Numeri di Ossidazione di tutti gli Atomi è 0.

5. L’Idrogeno (H) ha sempre Numero di Ossidazione ‘+1’, tranne che in alcuni composti con dei Metalli, in cui ha n.o. ‘-1’ (in questo caso l’H si trova a destra nella formula, ad esempio: ‘NaH’).
6. L’Ossigeno (O) ha sempre Numero di Ossidazione ‘-2’.
7. I Metalli hanno sempre Numero di Ossidazione positivo. I Metalli Alcalini, quelli del I Gruppo, hanno sempre n.o. ‘+1’; i Metalli Alcalino-Terrosi, quelli del II Gruppo, hanno sempre n.o. ‘+2’; gli Elementi del III Gruppo hanno sempre n.o. ‘+3’.
8. Il Fluoro ha sempre n.o. ‘-1’, così come il Cloro, il Bromo e lo Iodio, i quali però se legati a Fluoro od Ossigeno assumono n.o. positivi, quali +1, +3, +5, +7.

Regola di Proust: due o più elementi per formare un determinato composto, si combinano sempre secondo proporzioni in massa definite e costanti; ciò significa che esiste un numero limitato di Composti.

Legge delle Proporzioni Multiple di Dalton: due o più elementi si possono combinare tra loro per dare composti differenti; le quantità di un elemento nei vari composti sono multiple tra loro, lasciando fissa la quantità dell’altro elemento.
Quindi dati due elementi si possono creare diversi composti cambiandone le quantità.

Legge di Lavoisier (o Legge di Conservazione della Massa): questa legge afferma che nel corso di una reazione chimica la somma delle masse dei reagenti è uguale alla somma delle masse dei prodotti (in pratica in una reazione chimica la materia non si crea e non si distrugge).

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità