Ominide 724 punti

Legami atomici

Gli atomi si possono legare tra loro tramite legami ionici o covalenti: questi si legano per raggiungere una stabilità energetica, come quella dei gas nobili. Per fare ciò gli elementi alcalini tendono a perdere elettroni in modo tale da assomigliare al gas nobile che lo precede in quanto a numero atomico. Diventano ioni positivi perché perdono solo elettroni e non protoni, e quindi le cariche positive prevalgono e non sono più annullabili (per ogni elettrone perso di mette un + accanto al simbolo dell'elemento).

Esempio: Mg12 (magnesio) -> Ne10 (neon) = Mg++

Per quanto riguarda gli alogeni per poter assomigliare ai gas nobili aumentano di un elettrone, pertanto diventano ioni negativi

Esempio: F9 (fluoro) -> Ne10 (neon) = F-

I metalli di transizione nella maggior parte dei casi si comportano allo stesso modo degli alcalini. Ci sono dei casi in cui avviene uno scambio, pertanto una reazione che da origine ad un composto di ioni

Esempio: NaCl (sale da cucina) è composto da Na+ e da Cl-

Ci sono dei casi in cui nessun elemento vuole cedere i propri elettroni e quindi si ha un legame covalente, ovvero gli elettroni vengono condivisi

Esempio: H1 + H1 (i due atomi di idrogeno si legano, in modo che gli elettroni non vengono trasferiti ma condivisi formando una molecola, entrambi assumono la configurazione dell'elio)

Una molecola è data dal legame chimico di 2 o più atomi uguali o diversi in cui gli elettroni vengono condivisi con legami covalenti.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità