Ominide 1320 punti

Il reticolo endoplasmatico

Il reticolo endoplasmatico è una rete estesa di canali e cisterne appiattite direttamente collegata con l'involucro nucleare. Nella cellula eucariote esistono due tipi di reticolo endoplasmatico interconnessi e chiaramente distinguibili al microscopio elettronico: il reticolo endoplasmatico liscio, così detto per il suo aspetto uniforme, dovuto all'assenza di ribosomi, e il reticolo endoplasmatico ruvido, che, invece, ha la superficie esterna disseminata di ribosomi, i quali gli conferiscono appunto un aspetto "ruvido".

Il reticolo endoplasmatico liscio

Nella membrana del reticolo endoplasmatico liscio sono incorporati importanti enzimi che hanno un ruolo fondamentale nella sintesi dei lipidi (in particolari oli, fosfolipidi e steroidi). Le funzioni del reticolo endoplasmatico liscio sono: sintetizzare lipidi, degradare sostanze tossiche e accumulare e rilasciare gli ioni calcio. Gli ioni calcio sono indispensabili per la contrazione muscolare.

Il reticolo endoplasmatico ruvido

Il reticolo endoplasmatico ruvido svolge due importanti funzioni: l'ampliamento del sistema delle membrane interne della cellula e l'assemblaggio di alcune proteine. Per ampliare la superficie delle membrane, il reticolo endoplasmatico ruvido produce nuovi fosfolipidi e li incorpora nella propria membrana che, di conseguenza, aumenta di dimensioni.
I ribosomi ancorati alle membrane del reticolo endoplasmatico ruvido partecipano alla sintesi di proteine destinate a essere incorporate nella membrana dello stesso reticolo endoplasmatico, oppure inserite in altri organuli o secrete dalla cellula.

Hai bisogno di aiuto in La cellula?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email