Ominide 11290 punti

Forma e movimento della cellula

Nel citoplasma delle cellule eucariote è presente il citoscheletro, una rete di fibre che sostiene la cellula, le conferisce una forma (ovale, sferica, appiattita) e mantiene ancorati gli organuli cellulari.

l citoscheletro è costituito da strutture filamentose di natura proteica: i microfilamenti, i filamenti intermedi e i microtubuli.

Microfilamenti Sono polimeri di una proteina contrattile, l’actina, che forma due catene avvolte a spirale.
Questa proteina si trova anche nelle cellule muscolari e, grazie all’interazione con un’altra proteina chiamata miosina, consente la contrazione del muscolo.
Filamenti intermedi Sono formati da proteine fibrose della stessa famiglia della cheratina, la proteina di cui sono fatti capelli, peli e unghie, e formano cordoni molto resistenti

Microtubuli Sono formati da unità più piccole di tubulina, una proteina che si dispone a formare cilindri cavi che danno rigidità alla cellula e fungono da “binari” per lo spostamento degli organuli cellulari

In ogni cellula è possibile individuare tre componenti fondamentali:
•la membrana plasmatica, che avvolge la cellula e la separa dall’ambiente esterno;
•il citoplasma o citosol, che si trova all’interno della membrana plasmatica, nella quale sono immerse specifiche strutture, gli organuli cellulari;
•il materiale genetico (DNA), che può trovarsi libero nel citoplasma o all’interno del nucleo, una struttura separata dal citoplasma mediante una membrana.
La cellula procariote è considerata il tipo cellulare più primitivo e si ritrova unicamente nei batteri;

ha un diametro medio compreso tra 1 e 10 μm, dieci volte inferiore a quello di una cellula eucariote. La principale differenza tra questi due tipi cellulari è che la cellula procariote non presenta un nucleo delimitato da membrana.

Hai bisogno di aiuto in La cellula?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze