Erectus 1117 punti

Barocco - Accademie, filosofia e cultura


• Durante il periodo del Barocco si assiste a delle modificazioni in termini culturali e sociali che segnano profondamente questo periodo.
• Il cortigiano diventa segretario, un giurista, un diplomatico e a volte anche un militare.
• L'elogio della Corte affidato agli architetti e pittori.
• L'intellettuale prova a svincolarsi dal signore come Giovan Battista Marino.
• Grande fortuna incontra la produzione encomiastica.
• Il modello Pedagogico che si impone in questi anni è la ratio studiorum ad opera dei Gesuiti con una morale conciliabile alle esigenze del tempo.
• Roma rimane la sede del papato capace di promuovere iniziative valide dal punto di vista culturale mentre Venezia è un importante centro di opposizione alla curia a opera soprattutto di Paolo Sarpi.
• L'editoria predilige una produzione di massa di opere devozionali e di evasione.
• Nascono le accademie della Crusca a Firenze e dell'Arcadia Roma ad opera di Crescimbeni. SI impongono anche l’Accademia del Cimento costituita dagli allievi di Galileo e l'Accademia degli Incogniti a Venezia con posizioni anticonformiste
• La rivoluzione filosofica scientifica produce un arricchimento in termini di materie scientifiche con nuovi metodi di indagine e strumenti come il microscopio e il cannocchiale ad opera di Galileo ma anche il barometro il termometro.
• In termini astronomici grandi scoperte sono compiute da Newton, Galileo e Keplero mentre in filosofia si affermano le riflessioni epistemologiche, si sviluppa la tendenza del conoscere nuovi popoli di pari passo con le scoperte geografiche e si impone un nuovo approccio al sapere.
Francis Bacon esponente dell'empirismo propone una critica al sapere classico con il suo Novum Organum e Cartesio pone le basi per il razionalismo.
Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email