Ominide 14591 punti

La prosa scientifica

La grande rivoluzione operata da Galilei e dai suoi seguaci non si limitava al metodo d’indagine e di riflessione utilizzato, bensì riguardava anche il modo in cui queste ricerche furono comunicate al pubblico: per la prima volta i risultati degli studi e delle scoperte scientifiche vennero scritte in lingua italiana e furono pertanto accessibili a tutti. Così la scienza si diffuse rapidamente in Italia e Galilei entrò di diritto nel novero dei grandi scrittori della nostra letteratura del Seicento. La “prosa scientifica”di Galilei non fu l’unico prodotto della letteratura d’opposizione. Quest’ultima affrontò anche questioni relative allo Stato, alla morale, alla convivenza tra gli uomini, agli aspetti politici, religiosi e sociali dell’epoca: tematiche che furono affrontare, non senza inquietudini causate dall’opposizione della Chiesa, soprattutto da scrittori quali Tommaso Campanella, Giordano Bruno e Paolo Sarpi. Tommaso Campanella nacque a Stilo, in Calabria, nel 1568 e morì a Parigi nel 1639. Poeta e filosofo naturalista, grande ammiratore di Galilei che conobbe a Padova, fu accusato dalla Chiesa di eresia. Condannato a morte per aver preso parte, nel 1598, ad una congiura insurrezionale in Calabria, mirante a costituire un nuovo ordine comunitario, Campanella si salvò fingendosi pazzo, ma non riuscì ad evitare la prigione. Trascorsi ben ventisette anni di reclusione, a Napoli, ed altri tre anni nel carcere romano del Sant’Uffizio, riacquistò la libertà grazie all’intervento del papa Urbano VIII, ma, alcuni anni dopo, fu nuovamente processato per aver difeso pubblicamente Galilei e per aver aderito ad una congiura antispagnola. Costretto a lasciare l’Italia, si stabilì in Francia, sotto la protezione del cardinale Richelieu. Il capolavoro universalmente noto di Tommaso Campanella è La Città del Sole, opera pubblicata nel 1602, in cui è proposto il modello utopistico di uno Stato comunitario e teocratico, fondato sulla comunione dei beni, sul lavoro di tutti e sull’abolizione della proprietà privata. Insomma, un ideale di vita sociale in grado di garantire il superamento dell’egoismo individuale e la pace perpetua.

Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Marino, Gianbattista - Donna che si pettina