La vita di Luigi Pulci

Luigi Pulci nacque a Firenze nel 1432.
Dopo la morte del padre, nel 1451, visse per alcuni anni in ristrettezze economiche, finché fu introdotto nella cerchia dei Medici e, con il loro aiuto, potè esercitare in
proprio la mercatura a Firenze, a Foligno, a Napoli e assolvere a vari incarichi diplomatici.
Nel frattempo Pulci divenne uno dei protetti di Lucrezia Tornabuoni, madre di Lorenzo de'Medici, la quale gli affidò l'incarico di scrivere un poema sui paladini di Carlo
Magno, da cui avrebbe avuto origine il Morgante.
Tuttavia, intorno al 1470, il prestigio di Pulci cominciò a decadere: egli rimase infatti escluso dalla nuova linea politico-culturale di Lorenzo, che insieme a Poliziano
scelse di nobilitare la lingua letteraria toscana secondo modelli aulici e di avvicinarsi alle teorie filosofiche dell'Accademia Platonica di Marsilio Ficino.
Nel 1473 si allontanò da Firenze e si mise al servizio del principe Roberto di Sanseverino, un condottiero per il quale compì varie missioni diplomatiche nell'Italia settentrionale.

Negli ultimi anni della sua vita Pulci tornò solo raramente a Firenze e tentò, ma invano, di reinserirsi nell'ambiente culturale mediceo, portando anche a termine il Morgante.
Pulci morì a Padova nel 1484, ricevendo la sepoltura riservata agli eretici, in terra sconsacrata.

Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email