Luigi Pulci nasce a Firenze nel 1432 da una nobile famiglia, tuttavia assai povera e pressata dai debiti. Ben presto entra in un ambiente culturale molto particolare ed esclusivo, ovvero quello della famiglia dei Medici, colpendo soprattutto Lorenzo il Magnifico e sua madre Lucrezia Tornabuoni, grazie al suo carattere molto ilare ed estroverso, giocoso e provocante. Compone per questa famiglia il Morgante nel 1461, ma proprio il suo carattere lo mette in conflitto con i membri dell'Accademia Platonica, da lui apertamente contestata, ed infine con gli stessi medici, dai quali è costretto ad allontanarsi. Per molto tempo tenta di ricucire i rapporti, al fine di mantenere la posizione di prestigio ottenuta presso di loro, tentativo ben evidente nelle "Lettere", ma che fallisce miseramente. prendendo atto della rottura definitiva nel 1473 si allontana anche da Firenze ed entra nella cerchia di Roberto Sanseverino, sotto la cui protezione compie molti viaggi e tenta di cambiare la propria vita. Lontano da Firenze prova a dare nuovo valore e considerazione alla religione, con modifiche anche alla sua stessa opera: aggiunge infatti dei canti al Morgante, che diventa immediatamente seriosa. Prova anche a inserirsi nel nuovo cerchio di colti, ma anche questo suo ultimo tentativo risulta vano. Si spegne a Padova nel 1484.

Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email