Ominide 2892 punti

Luigi Pulci è l’ultimo autore della Brigata Laurenziana. è fiorentino e influenzò la prima parte della produzione letteraria di Lorenzo de Medici. Pulci proviene da una famiglia di antica nobiltà, che però si è impoverita. Egli ha seguito gli studi classici, ma non ha una conoscenza raffinata del latino. Nel 1461 arriva alla corte medicea e viene apprezzato per il suo carattere bizzarro. Egli viene apprezzato dalla madre di Lorenzo de Medici che gli affida l’incarico di scrivere un poema cavalleresco, Il Morgante.
Intorno alla metà degli ani settanta del 1400 si diffonde un interesse per la filosofia neoplatonica. A partire da questi anni si diffondono queste nuove idee, Pulci assume delle posizioni abbastanza polemiche. Le polemiche che si creano portano alla rottura del rapporto con i Medici ed egli va via dalla corte dei Medici. Egli assume delle posizioni che sono considerate eretiche. Nel 1476 si allontana da Firenze ed entra in servizio come primo capitano di ventura. Grazie a questo incarico viaggia per tutta l’Italia. Muore nel 1484 a Padova e viene seppellito in terra non consacrata.

Le sue opere principali sono : “Il Morgante”, un poemetto sulla Nencia da Barberino, dei sonetti, delle lettere e una tenzone (composta da sonetti). Inoltre compila un dizionario della lingua furbesca. Egli usa una lingua vernacolare, cioè caratteristica di determinati luoghi.

Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email