Sapiens Sapiens 13859 punti

Opera di Petrarca e figure retoriche

Le figure retoriche che Petrarca usa più spesso sono la similitudine, la metafora, l'ossimoro e l'antitesi
1) Abbiamo l’ossimoro quando si uniscono due parole che sono in contrasto fra di loro e che quindi si escludono.
Nel sonetto Pace non trovo e non ho da far guerra, Petrarca scrive: piangendo rido. E’ un ossimoro perché il pianto ed il riso sono due termini che si escludono eppure Petrarca li accosta. Questo serve per sottolineare la confusione e l’incertezza che caratterizza l’animo del poeta. D’altra parte, tutto il sonetto è costruito su ossimori.
2) Abbiamo la metafora quando un termine proprio è sostituito da un termine figurato. Esempio: l’innamoramento del poeta per Laura diventa un incendio che divampa o un fuoco che brucia: l’incendio ed il fuoco sono termini figurati per esprimere la passione amorosa. Nel sonetto O cameretta che già fosti un porto la vita del poeta è associata alle tempeste del mare e la quiete ricercata è indicata dal porto con il suo significato di protezione.
3) Si ha la similitudine quando si fa un paragone con due immagini. Ne abbiamo un esempio nel sonetto Movesi il vecchierel canuto et biancho in cui il viaggio devozionale del vecchio per venerare il telo della Veronica, è paragonato alla ricerca (= viaggio profano e non devozionale, però) che Petrarca compie con lo scopo vedere il volto di Laura fra quello delle altre donne.
4) Si ha l’antitesi quando vengono accostate delle frasi di significato opposto come nel sonetto Zephiro torna, e ‘l bel tempo rimena. Nelle quartine il poeta vuole esprimere la gioia del ritorno della primavera mentre le due terzine esprimono la malinconia e la sofferenza per il ricordo della morte avvenuta 4 anni prima.
Nei sonetti, Petrarca adopera anche la tecnica dell’ l’enjambement: si ha l’enjambement quando il senso del verso viene completato con la prima parola del verso successivo. Questa parola viene allora messa in evidenza come nella prima terzina del sonetto Zephiro torna, e ‘l bel tempo rimena. (= sospiri)
Hai bisogno di aiuto in Petrarca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email