Lauda di Jacopone

Genere: lauda drammatica -> sta a significare un testo dialogato tra più personaggi.
Il ritmo è lento perché il dialogo corrisponde con la realtà; il teatro dialogato è mimetico perché tende a riprodurre la scena della vita reale.

Il testo può essere diviso in due parti:
1° parte
Jacopone ci da una lettura molto moderna della Passione e della morte di Gesù:
- Nella Bibbia la motivazione è teologica, voluta da Dio. Il compito del Figlio è di riconciliare uomo e Dio, il cui legame è stato spezzato dal peccato originale.
- Con Jacopone il dramma è umanissimo, concentrato sul dolore incommensurabile della Madre che vede torturato e ucciso il proprio Figlio innocente senza poter far niente. Vengono evidenziati lo stupore e la capacità di accettare la cattiveria dell’uomo.

I personaggi principali sono quattro : Maria, Gesù, il Nunzio e la folla. Ci sono anche due personaggi che non prendono parola, la Maddalena e Giovanni Battista; a loro si rivolgono gli altri.

Maria : descritta come la più semplice ed affettuosa delle madre; è orgogliosa di suo Figlio e ricorda i momenti più importanti vissuti con Lui. Lo vede ancora come il suo Bambino che prendeva il latte dal suo seno.
Per Lei il Figlio è buono, bello e giocondo, non capisce l’assurdità della gente che lo vuole uccidere.
Nessuno la ascolta, si rivolge persino alla Croce chiedendogli di rifiutarsi di compiere l’azione.
Non accetta il fatto che il Figlio le dice che ha una missione da compiere, lei vuole morire lì con Lui.
 E’ moderna: esprime le difficoltà dell’uomo contemporaneo di accettare Dio in un mondo dominato dall’ingiustizia.
Approfondimento : Jonas, filosofo ebraico, dice “ Dopo l’olocausto si può credere in Dio?” ed esprime il concetto di dolore simile a quello di Maria rappresentata da Jacopone.
Cristo : Nella prima parte è solo oggetto contemplato,solo quando è nella Croce parla alla Madre e cerca di consolarla affidandole come figlio Giovanni.
È profondamente solo,nessuno ha capito la sua missione, nemmeno la Madre.
Il tema della solitudine e dell’incomunicabilità tra le persone appartiene a una filosofia nuova del ‘900.

Nunzio : equivale ad un cronista spietato dei nostri tempi, infatti non esita ad esporre in diretta i particolari di tortura e crocefissione senza una parola di pietà provocando a Maria un dolore enorme. Si cura solo della fedeltà della notizia.

Folla :
- Irrazionale: l’umanità è sorda di fronte alle ragione della verità, non vuole ascoltare Maria.
- Legalista: segue la legge anche se è ingiusta; secondo loro Gesù ha violato la legge di essersi proclamato re dei giudei, quindi va punito.
La prima parte si conclude con Gesù sulla croce.
2°parte
Restano due personaggi, la Madonna e il Figlio che muore.
Maria esprime il suo lamento funebre con un pianto corrotto, prende atto che Gesù non può sopravvivere.
È evidenziato il suo il desiderio di morire sulla Croce con il Figlio, Gesù chiede a Giovanni di aver cura di Maria.

Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email