saracut di saracut
Eliminato 658 punti

Cecco Angiolieri

S'i fosse foco, arderei 'l mondo

S'i' fosse foco, ardere' il mondo;
s'i' fosse vento, lo tempestarei;
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i' fosse Dio, mandereil'en profondo;

s'i' fosse papa, serei allor giocondo,
ché tutti cristïani embrigarei;
s'i' fosse 'mperator, sa' che farei?
a tutti mozzarei lo capo a tondo.

S'i' fosse morte, andarei da mio padre;
s'i' fosse vita, fuggirei da lui:
similemente faria da mi' madre,

S'i' fosse Cecco, com'i' sono e fui,
torrei le donne giovani e leggiadre:
le vecchie e laide lasserei altrui.

E' il sonetto (= forma poetica molto antica, probabilmente inventata da Jacopo da Lentini nell'ambito della scuola siciliana) più celebre di Cecco Angiolieri, il più noto e apprezzato rappresentate della poesia "comica".

La metrica è molto elementare poiché le rime sono incrociate nelle quartine e alternate nelle terzine, secondo lo schema ABBA, ABBA, CDC, DCD.
La riuscita di questo sonetto si deve alla presenza della simmetria e dell'asimmetria come per esempio: vi è asimmetria nel rapporto tra costruzione sintattica e struttura metrica poiché nella prima quartina ad ogni verso corrisponde un periodo ipotetico; nella seconda quartina si assiste ad un rallentamento del ritmo e ad una dilatazione della sintassi; nella prima terzina si torna al ritmo dei primi versi per poi spezzarlo subito finché nella strofa conclusiva è riproposta la protasi della prima parte del verso iniziale.
La simmetria è evidenziata e sottolineata in ogni modo attraverso la figura retorica dell'anafora (= figura retorica consistente nella ripetizione di una stessa parola all'inizio di versi): "s'i fosse.." è ripetuto ben nove volte e martellanti sono anche i condizionali.
Tipicamente medioevale è la scelta clamorosa degli “ingredienti” delle ipotesi e la tendenza a costruire coppie antinomiche (= in campo filosofico indica la contraddizione tra due proposizioni entrambi dimostrabili come vere): fuoco, vento, acqua, papa ed imperatore, morte e vita.
Viene anche ricordato uno dei temi della poesia “comica” ovvero le violente accuse verso i padri di famiglia che irrompono nella speranza dei figli di accedere alle eredità.

Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email