Tutor 42805 punti

codice cavalleresco e sua evoluzione

La cavalleria


La cavalleria rimase uno degli elementi alla base dell'esercito feudale. L'efficienza della cavalleria era denotata da alcuni elementi in particolare, ovvero il valore e la fedeltà. Fino all'Alto Medioevo essa assumeva un ruolo molto importante nell'esercito, considerando che molti scontri avvenivano corpo a corpo nella pratica più conosciuta del duello. Con l'introduzione delle armi da fuoco e il ricorso sempre più ricorrente alla fanteria, essa venne messa in secondo piano a partire dal XV secolo.

La cavalleria come ordine


E' a partire dall'XI secolo che la cavalleria iniziò a diventare un ordine; in legame ad un vero e proprio codice cavalleresco, i cavalieri dovevano essere ordinati, vestiti, accettare delle precise regole, le quali implicavano degli obblighi e dei doveri veri e propri. Per entrare nell'ordine suddetto, essi dovevano anche essere insigniti del titolo di cavaliere attraverso la cerimonia della vestizione che poi successivamente non si sarebbe più svolta. Nel corso di questa cerimonia, il cavaliere otteneva le armi, riceveva poi un colpo sulla guancia o sulla testa che non doveva restituire In questo modo quindi egli si impegnava a rispettare gli obblighi imposti dall'ordine della cavalleria, decidendo di sottomettersi a quest'ultimo. Uno degli obblighi più importanti del cavaliere era quello di combattere in nome della fede cattolica, difendendola sempre strenuamente. Tra gli elementi più importanti del codice cavalleresco ricordiamo ad esempio: la difesa dei deboli, come ad esempio le donne, i poveri; combattere contro i malvagi; agire sempre in nome e in aiuto del suo signore. Inoltre il codice cavalleresco sarebbe dovuto essere connesso anche ad elementi come ad esempio la nobiltà d'animo, il rispetto di rigidi doveri morali. Nella realtà storica in realtà vi sono esempi di cavalieri che in realtà non sempre rispettavano questi valori morali che erano stabiliti.

La cavalleria e la letteratura


Oltre all'aspetto storico della cavalleria, ricordiamo anche un nuovo genere letterario legato ad essa che nacque in Francia nel corso del XIII secolo, dando vita alla celebre chanson de geste. La chanson de geste spesso ha come tema quella del contrasto aspro tra i vari signori feudali che spesso sono affiancati dai vassalli, ovvero dei cavalieri che sono legati a loro dal giuramento fatto con l'investitura secondo cui devono restare fedeli al loro signore. la chanson de geste più celebre è senz'altro la Chanson de Roland, il cui protagonista è Rolando che deve difendere in modo eroico una postazione che si trova nei Pirenei. Altri esempi di letteratura cavalleresca si riscontrano anche nella Francia settentrionale, in cui si diffonde il genere del romanzo cortese- cavalleresco, in cui vengono citati dei personaggi molto noti, come ad esempio Lancillotto, Perceval, ecc...
Sempre in Francia, nell'area provenzale, si sviluppa un altro genere letterario: la poesia dei trovatori. Il tema ricorrente di questa letteratura è l'intrepido cavaliere che si batte per l'amor della sua dama fino a dover sopportare dei grandi sacrifici. Il cavaliere è completamente devoto alla sua dama, mostrandosi anche passionale e valoroso.
Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email