Ungaretti: sintesi della vita e del pensiero

Ungaretti nasce l'8 febbraio del 1888 ad Alessandria d'Egitto da genitori italiani originari di Lucca che si erano trasferiti in Egitto per lavorare alla costruzione del Canale di Suez. Inizio a studiare e si innamoro della poesia in Italia, ma concluse i suoi studi in Francia, a Parigi dove venne a contatto con le avanguardie europee e con grandi artisti come lo scrittore e inventore dei calligrammi Apollinaire e il grande artista Picasso.
Come la maggior parte degli intellettuali dell'epoca è un interventista e si offre come volontario al fronte. La guerra però lo segna parecchio e comincia a scrivere diverse poesie anche sul campo di battaglia, come se tenesse un diario di guerra. Queste poesie vengono raccolte in Allegria di Naufragi.
Il titolo di questa raccolta poetica è un ossimoro che sta a indicare che lui nell'orrore della guerra ha visto "naufragare" dei desideri di speranza, di salvezza e di fratellanza.

In Allegria di Naufragi Ungaretti elimina completamente la rime e utilizza versi liberi (caratteristica ermetica) perché secondo lui la musicalità nelle poesie che descrivono gli orrori della guerra era fuori luogo.
successivamente con un'altra raccolta poetica intitolata Sentimenti del Tempo il poeta torna ad utilizzare la musicalità unita questa volta ad un linguaggio ermetico. In Sentimenti del Tempo Ungaretti parla principalmente del dolore esistenziale.
Ungaretti ormai influenzato da questo atteggiamento ermetico ritorna anche sulle poesie di guerra da lui scritte, questa volta rendendole più complesse e sintetizzandole, per eliminare il superfluo da esse. Modifica anche il nome della raccolta, chiamandola semplicemente Allegria

Hai bisogno di aiuto in Giuseppe Ungaretti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email