briglia di briglia
Ominide 223 punti

Biografia di Giovanni Pascoli


Giovanni Pascoli nacque nel 1855 a San Mauro di Romagna in provincia di Forlì, quarto dei dieci figli. Dall’età di sette anni frequentò il collegio di Urbino dove compì studi classici. La sua fanciullezza fu però turbata da un evento: nel 1867 suo padre fu ucciso con un colpo di fucile ma non fu scoperto il responsabile dell’omicidio. A questo dolore seguirono altri lutti, morirono: la sorella Margherita, la madre e il fratello Luigi. I fratelli si trasferirono a Rimini e Giovanni terminò gli studi a Firenze.

Vinse una borsa di studio che gli permise di iscriversi a Lettere a Bologna, fu allievo di Giosue Carducci. Egli venne arrestato e condannato a 3 mesi di carcere a causa di manifestazioni studentesche a fianco di socialisti e anarchici. Una volta laureato iniziò a insegnare nei licei a Massa, riunì il nucleo familiare (il nido) con Ida e Mariù. I tre fratelli dimostrarono un attaccamento morboso verso l’un l’altro, il matrimonio di Ida fu un vero tradimento per Giovanni.

Giovanni si trasferì a Livorno dove pubblicò la prima raccolta di poesie: Myricae, vinse 13 edizioni di un concorso annuale di poesia latina. Il poeta e Maria si trasferirono a Castelvecchio dove Pascoli pubblicò Poemetti e ottenne la cattedra all’università di Messina, poi passò all’università di Pisa. Tra fine Ottocento e inizio Novecento risalgono: la raccolta dei Canti di Castelvecchio, i saggi Il fanciullino. Pascoli successe a Carducci nella cattedra di letteratura a Bologna. Appoggiò l’espansione italiana in Libia (nazionalismo) e fece discorsi ufficiali in favore della guerra. Nel 1912 morì a Castelvecchio a causa di un tumore al fegato, la sorella Maria diede alle stampe le poesie.

Hai bisogno di aiuto in Giovanni Pascoli?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email