Il lampo

E cielo e terra si mostrò qual era:
la terra ansante, livida, in
sussulto;
il cielo ingombro, tragico,
disfatto:
bianca bianca nel tacito
tumulto
una casa apparì sparì d'un tratto;
come un occhio,
che,largo,esterrefatto,
s'aprì si chiuse, nella notte nera

Rime
E cielo e terra si mostrò ciò che
era: A
la terra ansante, livida, in
sussulto;B
il cielo ingombro, tragico,
disfatto:C
bianca bianca nel tragico tumulto
B
una casa apparì sparì d'un
tratto;C
come un occhio, che, largo
esterrefatto,C
s'aprì si chiuse, nella notte
nera. A

2. Le caratteristiche formali della poesia sono le seguenti:
Metrica: Due strofe (un verso-strofa e una sestina);
Rima: Rime libere (A;B;C;B;C;C;A);
Figure retoriche d’ordine:

-Il climax è ascendente: ansante, livida in sussulto, ingombro, tragico, disfatto, largo esterrefatto
-L'anastrofe: bianca bianca nel tacito tumulto, una casa apparì…
-l'Enjambement (v 6-7);
Possiamo anche rilevare figure timbriche come :
-La paranomasia: apparì sparì
Figure retoriche di significato:
-la similitudine: come un occhio s’aprì si chiuse
-Ossimoro: tacito tumulto;
-Metafora: terra ansante, cielo tragico
-Anafora: bianca bianca (l'accostamento dei due aggettivi ha valore di superlativo)
-Antitesi: apparì sparì i due verbi sono accostati senza nessun segno di punteggiatura.

Hai bisogno di aiuto in Giovanni Pascoli?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email