Ominide 1062 punti

Il piacere - d'Annunzio


Il romanzo più famoso di D’Annunzio è “Il piacere” (1889), scritto durante la fase di esteta. La trama di questo romanzo è piuttosto banale: un uomo, Andrea Sperelli (alter ego di D’Annunzio), ama 2 donne: Elena Muti e Maria Ferres. La prima lo lascia per sposare un uomo ricchissimo. Sperelli inizia a corteggiare Maria, sposata con un diplomatico (ambasciatore); ella cede ai corteggiamenti. Andrea Sperelli non ha però dimenticato Elena, più bella e sensuale di Maria. Quest’ultima è una donna più spirituale. I nomi sono importanti: Elena come Elena di Troia, Maria come la Madonna. Durante il primo ed ultimo amplesso che hanno i 2, Andrea Sperelli chiama Maria con il nome di Elena. Questa se ne va sdegnatissima, abbandonando l’uomo, che rimane solo senza aver raccolto nulla. Andrea Sperelli è un uomo di lusso, che si circonda di superfluo; si interessa di arte, poesia e musica, senza però in realtà interessarsi di nulla. È quindi sì un uomo di lusso, ma anche un inetto. “Il piacere” rappresenta il fallimento e la crisi dell’esteta: nella vita alla fine non riesce a concludere nulla.
Così come Andrea Sperelli, D’Annunzio subisce la crisi dell’estetismo; si rende conto che non può frenare l’ascesa della borghesia e della massa; entra in una crisi che lo porta ad abbracciare un altro stile di vita: quello del superuomo.
Andrea Sperelli è in fin dei conti un inetto: figura dell’eroe decadente che fallisce ogni sua ambizione ed è incapace di imporsi nella vita. Un esempio lampante di inetto è Zeno Cosini, descritto da Italo Svevo nella “Coscienza di Zeno”. Egli sposa la sorella della ragazza di cui era innamorato, non riesce mai a smettere di fumare tra una giustificazione e l’altra, non riesce ad assumere una posizione importante nell’azienda del cognato (del quale è profondamente invidioso in quanto più bello e ha sposato la donna che Zeno amava).
Hai bisogno di aiuto in Gabriele D'Annunzio?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email