Ominide 4554 punti

Il decadentismo in Italia


In Italia, il decadentismo si sviluppò molto lentamente (circa 40 anni dopo che nel resto di Europa). Nella penisola esso assunse forme diverse: in Pascoli il decadentismo assume un aspetto vittimistico, mentre in d’Annunzio assume l’aspetto superomistico (oltreuomo). Anche Pirandello e Svevo possono essere considerati decadentisti, anche se Pirandello è considerato “uno spirito libero”, in quanto, nonostante egli sia vissuto durante il periodo del decadentismo, non può essere inglobato in un determinato filone poetico.

Romanticismo in Italia


È possibile distinguere tre fasi del romanticismo italiano: il primo romanticismo, che va dal 1816 a 1848, che è di carattere morale, civile e patriottico; il secondo romanticismo, che va dal 1850 al 1870, che è lacrimoso,sentimentale e patetico, in cui tutto viene esagerato e lievitato, per cui il sentimento diventa sentimentalismo (sentimentalume: qualcosa di scadente). In questa fase del romanticismo è evidente l’involuzione e il deterioramento dei motivi che avevano ispirato il primo romanticismo. Il senso della popolarità diventa gusto dell’orecchiabile, del piacere di ascoltare e del cantabile. I poeti che fanno parte della seconda fase del romanticismo sono Prati e Aleardi; il terzo romanticismo, che è il periodo durante il quale nacque la scapigliatura, corrente letteraria di carattere antimanzoniano e immorale. In questi anni, dal punto di vista letterario nacquero i cosiddetti “poeti maledetti”, i quali, durante il decadentismo continuarono a produrre componimenti. I poeti maledetti del decadentismo sono considerati da alcuni critici i soli, veri e autentici romantici: per questo motivo il decadentismo è anche chiamato “terzo romanticismo”. I poeti maledetti del terzo romanticismo pongono un’equazione fondamentale alla base della loro composizione: arte è vita, si parla dunque di interartisticità.
Hai bisogno di aiuto in Italiano per la scuola superiore: Riassunti e Appunti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email