Ominide 4554 punti

Ludovico Ariosto - L’Orlando Furioso: descrizione e struttura del poema


A causa dell’amore Orlando, il protagonista dell’opera, diventa pazzo. L’autore dell’opera riprende il tema Boiardesco, cominciando la sua opera dal punto esatto in cui finisce quella di Boiardo. La prima redazione dell’opera conteneva quaranta canti, poi venne pubblicata una seconda stesura con alcune revisioni linguistiche, infine nel 1532 ne venne pubblicata una terza, in cui la lingua è simile a quella classica, ispirata al fiorentino di Dante, Petrarca e Boccaccio. La differenza nell’uso del linguaggio deriva dalla profonda crisi che, durante quel periodo, interessava l’Italia. Nell’opera è presente una fusione tra i temi carolingi e Arturiani. Alla materia romanza si aggiungono poi molte reminiscenze delle vicende classiche. L’opera è rivolta ad un pubblico cortigiano, ma il poema è anche pensato per le persone meno colte, quindi ad un pubblico più ampio, che è in grado di leggere. Come nell’Orlando Innamorato, vengono riprese le vicende di numerosissimi eroi. L’autore descrive una scena per poi interromperla, intercalandola con la vicenda di qualche altro personaggio, e riprendendola successivamente. In questo modo l’autore crea suspense, accrescendo l’interesse del lettore. Così si crea un intreccio narrativo. Tra gli innumerevoli intrecci narrativi presenti nel testo, l’autore, nel proemio, ne indica tre, che sono i più importanti.

Struttura del poema e organizzazione dello spazio


Lo spazio all’interno del poema è orizzontale. Anche quando si parla della luna essa viene vista come la terra stessa speculare: anche se sembrerebbe lontana e irraggiungibile, essa rappresenta la specularità della terra stessa. Poiché la vicenda è costituita dal movimento incessante dei personaggi, lo spazio all’interno dell’opera è molto vasto. Per Ariosto possiamo prendere come termine di confronto Dante. Lo spazio della commedia è uno spazio verticale e e Dante non può errare dal cammino prestabilito per lui; mentre i personaggi dell’Ariosto si muovono in uno spazio che può sempre cambiare. Il mondo del furioso è un mondo del tutto materiale e il mondo è il campo di azione essenzialmente umana. Se la commedia interpretava perfettamente il senso del trascendente laico, quest’opera risalta i piaceri terrestri e mondani dell’uomo. Nel furioso il tempo non è lineare, ma sono presenti diversi intrecci narrativi. l’autore narra diversi avvenimento che si svolgono contemporaneamente, creando, in questo modo, suspance e suscitando la curiosità nel lettore.
L’autore celebra la cavalleria. Lui apprezza gli ideali della cavalleria antica: la lealtà, la bontà, la gentilezza, la cortesia e la magnanimità. L’autore crede che questi ideali potessero riaffermarsi nella società moderna, anche perché, con la perdita di questi valori così importanti, la società cortigiana di quel tempo si stava pian piano sgretolando.
Hai bisogno di aiuto in Orlando Furioso?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email