Ominide 11266 punti

I tipi di versi


Il verso rappresenta l’unità minima di un testo poetico e può essere definito come una sequenza di sillabe che si succedono secondo un certo ritmo. Nella tradizione lirica italiana i versi prendono il nome dal numero delle sillabe e si definiscono bisillabi, trisillabi, quadrisillabi, quinari, sena, settenari, ottonari, novenari, decasillabi, endecasillabi. Per calcolare il numero delle sillabe presenti in un verso bisogna considerare la posizione dell’ultimo accento tonico

Se il verso si conclude con una parola piana (l’ultimo accento tonico cioè si trova sulla penultima sillaba) il numero delle sillabe metriche sarà quello che risulta dal semplice conteggio:

Fiamma dal ciel su le tue trecce piòva (F. Petrarca, Canzoniere)
Fiam - ma - dal - ciel - sul - le - tue - trec - ce - piò - va

Se il verso si conclude con una parola sdrucciola (l’ultimo accento tonico cioè cade sulla terzultima sillaba) il numero delle sillabe metriche sarà quello che risulta dal conteggio meno una:

più mi piace quel cielo, quelle rondini (U. Saba, Uccelli)
più - mi - pia - ce - quel - cie - lo - quel - le - ron -di - ni

Se il verso si conclude con una parola tronca (l’ultimo accento tonico cioè cade sull’ultima sillaba) il numero delle sillabe metriche sarà quello che risulta dal conteggio più una:

Se tosco sé, ben sai o mai chi fu (Dante Inferno, XXXII)
Se - to - sco - sé -ben- sai - o- mai -chi -fu

Inserisci qui il titolo dell'appunto
Hai bisogno di aiuto in Analisi del testo e scrittura di testi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017