pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Frutta e verdura


La classificazione viene fatto in base a quello che andiamo a mangiare quindi tuberi, foglia, fusto, radici, fiore, frutto, ecc. Vengono inoltre distinti in base alla ricchezza in vitamina C e caroteni. Si tiene conto inoltre della quantità di acqua che in questo caso può arrivare fino al 95%. I lipidi sono scarsi, tra i minerali è importante il calcio mentre il ferro non è rilevante. Tra le sostanze bioattive parliamo positivamente del licopene che per la sua struttura può rientrare nella famiglia dei caroteni ma non ha una funzione pro- vitaminica. Ha un notevole numero di doppi legami che danno una colorazione rossa. E’un prodotto molto stabile e non si degrada al calore. Un’altra stabilità oltre che al calore riguarda anche il tempo di conservazione. In natura i doppi legami sono in configurazione trans dopo lavorazione passano alla forma cis. L’assorbimento è del 10-30%. Successivamente segue tutta la via delle vitamine liposolubili. Testicoli, ghiandole surrenali e fegato sono i tessuti dove si verifica il maggior accumulo. Agisce inoltre come antitumorale,antiossidante sull'ossigeno singoletto e come scavenger dei radicali liberi. Inibisce quindi l’ossidazione delle LDL.

Frutta

Viene distinta in polposa, farinosa e oleosa (fresca, secca o essiccata). L’acqua arriva al 90% nella polposa, proteine e lipidi sono scarsi, i carboidrati sono abbondanti nella farinosa e oleosa, la fibra è abbondante in tutte e tre, calcio e ferro sono abbondanti nelle prime due categorie e tiamina per la terza, la vit C è abbondante per la frutta polposa e oleosa. Tutte e tre sono ricche in composti bioattivi come i polifenoli.
Hai bisogno di aiuto in Alimentazione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove