Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Esercitazione 1

Ho prestato attenzione soprattutto a ricerche effettuate da istituti quali ISPO,

IPR, EURISKO, DOXA, IPSOS, Istituto Piepoli, ISTAT etc.

Temi domande

I temi che ho ritrovato più spesso nella ricerca effettuata sono i seguenti:

preferenze politiche, intenzioni di voto, lavoro-occupazione, crisi economica,

salute, preferenze negli acquisti, nelle ferie, nel tempo libero, opinioni e

credenze.

Uso del tempo libero

I temi specifici potrebbero essere i seguenti:

Quantità di tempo libero a disposizione

- Attività preferite nel tempo libero?

- Nel caso si pratichino degli sport: quali

- Quanto tempo dedicato a PC, internet, televisione

- Se si trascorre più tempo libero a casa o fuori casa?

-

Utilità domande

La conoscenza del pensiero delle persone (opinione pubblica) è fondamentale,

specialmente in periodi particolarmente difficili o di crisi economica come

quello che stiamo vivendo. Conoscere le tendenze di acquisto, le motivazioni, le

opinioni delle persone per poter fare previsioni e prendere decisioni sia a livello

politico (conduzione di campagne elettorali), economico, sociale e di servizi, sia

a livello più locale o aziendale privato per capire dove investire risorse.

Uso di Internet

Un ricerca di questo tipo potrebbe essere commissionata da aziende private

che forniscono servizi internet allo scopo di capire come orientare i nuovi

prodotti/servizi, ma potrebbe anche essere richiesta a livello pubblico da

qualche servizio per la salute pubblica allo scopo di studiare i rischi dell’uso di

internet da parte giovani.

Temi con relative possibili domande:

Informazioni socio-demografiche (lo scopo è capire quali fasce di popolazione

1) sono maggiormente interessate dal fenomeno):

Età, sesso

- Zona di residenza: Nord-Centro-Sud, Città-Periferia-Rurale

- Attività svolta: studente-lavoratore(tipo di lavoro)

-

Tempo dedicato alla navigazione in internet (il dato è utile sia dal punto di

2) vista di una società di telecomunicazioni per sapere che volume di dati

attendersi, sia per un eventuale studio sociale-psicologico):

Quanti giorni a settimana

- Quante ore al giorno

-

Tipologia e infrastrutture di connessione (per capire quali servizi vengono

3) maggiormente utilizzati):

Da dove si collega: casa, lavoro, amici, internet point, ovunque

- Tipo di connessione: banda larga, ADSL, normale linea telefonica,

- chiavetta

Tipo di dispositivo: PC fisso, PC portatile, smartphone, tablet

-

Tipo di navigazione (sempre per capire i servizi più usati):

4) Attività specifiche svolte su internet: mail, social network, giochi online,

- chat, giornali web, acquisti online e prenotazioni, internet banking,

ricerca informazioni

Informazioni ricercate durante la navigazione: attualità, sport, musica,

- film, libri, viaggi

Opinione su internet (utile specialmente per capire i motivi per cui viene

5) utilizzato e cosa si potrebbe migliorare):

Quali sono a tuo parere gli aspetti positivi e negativi di internet

-

Esercitazione 2

Ricercatore

Il ricercatore è chi disegna la ricerca in tutte le sue fasi ed è responsabile della

sua conduzione. In pratica è chi implementa gli scopi della ricerca.

Tipi di ricerca

I tipi di ricerca si differenziano a seconda di come si caratterizzano rispetto a

vari fattori:

Gli scopi della ricerca: descrivere una variabile V; individuare associazioni

- tra V; stabilire rapporti causa-effetto tra V

Il tipo di popolazione e metodo di campionamento: ad es. campione

- rappresentativo, probabilistico, stratificato, casuale

Il tipo di oggetti e metodo per esaminarli

- Il grado di generalità nel tempo e nello spazio dei fenomeni indagati:

- cause immutabili nel tempo o invarianti rispetto alla cultura

Il grado di standardizzazione: di domande e risposte, della presentazione

- del questionario ai soggetti, del metodo di codifica/analisi dei dati

Domande “fattuali” e “di conoscenza”

Una domanda “fattuale” si riferisce ad un evento determinato nel tempo

Una domanda “di conoscenza” si riferisce ad un’informazione non

necessariamente collocata nel tempo: lo scopo è di sondare le nozioni

conosciute dalla persona (es. chi è l’attuale presidente della repubblica?)

Dati analizzati

I dati analizzati nelle ricerche con il questionario sono le risposte che gli

individui danno alle domande.

Oggetti domande

Atteggiamenti, valori, scopi, preferenze

- Credenze, opinioni, percezioni, aspettative, giudizi, pregiudizi, stereotipi

- Intenzioni comportamentali

- Emozioni, sensazioni, stati d’animo, umori

- Conoscenza di fatti ed eventi non personali

- Comportamenti messi in atto

- Caratteristiche sociodemografiche

-

Domande sui tipi di oggetto

Lei si ritiene favorevole o contrario alla pena di morte? (atteggiamenti,

- valori)

Quanto spesso nella giornata prova un senso di incertezza? (sensazioni)

- Quante volte a settimana pratica un’attività sportiva? (comportamenti

- messi in atto)

Differenza tra chiedere cosa è importante nel lavoro e quanto è importante

Nel primo caso si presuppone che ci siano aspetti più e meno importanti nel

lavoro e lo scopo è sapere quali di questi sia davvero importante.

Nel secondo caso si presuppone che il lavoro abbia importanza per la persona e

lo scopo quanto valore riveste nella vita della persona.

Dati soggettivi

Sono dati conoscibili solo dall’individuo attraverso introspezione (es.

sentimenti, emozioni, intenzioni…)

Dati oggettivi

Sono dati oggettivamente definibili ed osservabili anche da un altro individuo

(es. luogo di residenza, età, numero di figli…)

Salienza

La salienza è l’importanza soggettiva dell’oggetto della domanda: può essere

“alta” (es. la salute), “intermedia” (es. grado di equità sociale) o “bassa” (es.

politica estera)

Intrusività

Grado di intrusività significa quanto è ritenuto confidenziale e delicato l’oggetto

della domanda: può essere “alto” (es. i propri gusti sessuali), “intermedio” (es.

il proprio stato di salute) o “basso” (es. il meteo)

Dimensione temporale

Dimensione temporale significa quando è situato temporalmente l’oggetto

della domanda: può essere “passato” (es. cos’hai mangiato lunedì scorso?),

“presente” (es. ti piace la cioccolata?) o “futuro e ipotetico” (es. cosa farai…?

Cosa faresti se…?)

Esercitazione 3

Modalità di somministrazione

Questionario auto compilato (QSA): l’intervistato legge e compila

- autonomamente il questionario; il canale utilizzato è visivo; vi sono vari

tipi di questionario: cartaceo, telematico, on-line, postale

Intervista telefonica (ITL): l’intervistatore pone le domande all’intervistato

- leggendole al telefono e registra le risposte; il canale è uditivo

Intervista faccia a faccia (IFF): l’intervistatore pone le domande

- all’intervistato di persona e registra le risposte; i canali utilizzati sono

visivo e uditivo

Modalità miste: int. faccia a faccia+quest. autocompilato; int.

- telefonica+quest. postale; int. faccia a faccia+int. telefonica

Fattori che differenziano le modalità di somministrazione

I fattori sono i seguenti:

Presenza dell’intervistatore durante la compilazione: “assente” nel caso

- di questionario auto compilato (QSA); “presente” nel caso di IFF o ITL

Lettura/ascolto delle domande da parte del soggetto: strettamente

- sequenziale nel caso di ITL e a volte QS on-line; potenzialmente

contemporanea nel caso di QSA

Registrazione delle risposte: fatta dall’intervistatore nel caso di IFF, ITL;

- fatta dal soggetto nel caso di QSA

Canale di comunicazione utilizzato: “solo visivo” nel caso di questionario

- auto compilato; “solo uditivo” nel caso di intervista telefonica; “visivo e

uditivo” nel caso di intervista faccia a faccia

Esempio ricerca

Scopo della ricerca: valutare il grado di soddisfazione dei dipendenti di

un’azienda

Modalità di somministrazione: questionario autocompilato

Motivazione: sceglierei un questionario autocompilato perché la presenza

dell’intervistatore potrebbe mettere a disagio l’intervistato facendogli ad

esempio temere il non-anonimato e influenzarne così le risposte

Domande con risposte in scala a 5 livelli (da “per nulla soddisfatto” a “molto

soddisfatto”):

Quanto sei soddisfatto del rapporti coi colleghi?

- Quanto sei soddisfatto del rapporto con i tuoi responsabili?

- Quanto sei soddisfatto del tuo stipendio?

-

Nel caso fosse utilizzata l’intervista faccia a faccia, le domande potrebbero

essere le stesse ma aperte.

Esempio reale di ricerca

Esempio reale di ricerca sulla percezione di sicurezza economica in Italia:

realizzata con metodo di rilevazione CATI (Computer Assisted Telephone

Interviewing)

Alcune delle domande poste:

Penso che tutto sommato la somministrazione con intervista telefonica sia

adeguata a questo tipo di ricerca, perché l’intervistatore ha la possibilità di

controllare l’intervista in tutte le sue fasi. Un rischio però potrebbe essere

legato a quelle domande (come l’ultima riportata) che prevedono troppe

opzioni di risposta (più di 3), in quanto è difficile per l’intervistato tenerle tutte

a mente e sceglierne una con tranquillità e cognizione. Quindi a mio parere per

domande come questa sarebbe più efficace il questionario autocompilato.

Scopi ricerca

Descrivere un certo fenomeno

- Misurare il rapporto tra variabili a livello correlazionale

- Stabilire l’esistenza di rapporti causa-effetto tra le variabili

-

Scopi 'migliori' o 'peggiori'

Non esistono scopi migliori o peggiori in assoluto; casomai potrebbero esserci

degli scopi più o meno adeguati ad un certo tipo di ricerca.

Esempio ricerca

Tema della ricerca: benefici della pet therapy in pediatria

Scopo della ricerca: indagare e monitorare le opinioni e gli atteggiamenti dei

genitori i cui figli sono coinvolti in attività di pet therapy in pediatria, per capire

se è davvero un aiuto per i bambini e le famiglie durante l’ospedalizzazione

Soggetti: genitori di bambini coinvolti nel progetto di pet therapy e

ospedalizzati per almeno 3 settimane (quindi bambini presenti almeno per 3

incontri di 1 ora con i cani e gli operatori impiegati in pet therapy all’ospedale)

Modalità: mista con intervista faccia a faccia per spiegare ai genitori lo scopo

della ricerca e aiutarli nella compilazione + questionario autocompilato

cartaceo; il questionario viene somministrato 2 volte: una prima degli incontri

di pet therapy (per capire l’atteggiamento a priori) e una dopo la fine degli

incontri (per capire la soddisfazione finale e fare un confronto con l’inizio)

Domande: il questionario deve essere possibilmente breve, semplice e chiaro,

con domande chiuse eccetto una domanda finale per esprimersi con parole

proprie

Esempi di domande per il questionario iniziale:

Pensa che in generale la pet therapy potrebbe essere utile a suo figlio per

- affrontare meglio l’ospedalizzazione? (molto, abbastanza, poco, per

niente, non sa)

Ha qualche timore in merito all’igiene nel reparto per l’ingresso dei cani

- da pet therapy? (molto, abbastanza, poco, per niente, non sa)

Per quale motivo ha accettato di far partecipare suo figlio al progetto?

- 1)credo molto nei suoi benefici

2)spero nei suoi benefici

3)non ho molte speranze, ma tentar non nuoce

4)penso non servirà a nulla

5)non sa

Esempi di domande per il questionario finale:

Pensa che in generale la pet therapy sia stata utile a suo figlio per

- affrontare meglio l’ospedalizzazione? (molto, abbastanza, poco, per

niente, non sa)

Pensa che l’igiene nel reparto sia stata compromessa per l’ingresso dei

- cani da pet therapy? (molto, abbastanza, poco, per niente, non sa)

Ha notato un miglioramento generale dell’umore dei suo figlio in seguito

- agli incontri? (molto, abbastanza, poco, per niente, non sa)

Suo figlio era contento di ripetere l’esperienza dopo il primo incontro? (sì

- molto, sì abbastanza, no poco, no per niente)

Quali miglioramenti hanno portato gli incontri a suo figlio? (più risposte

- ammesse)

1)nell’accettare le terapie mediche

2)nell’umore generale

3)nei rapporti con gli altri bambini del reparto

4)nell’abbassare lo stress

5)nessun miglioramento

6)peggioramenti (nel caso indicare quali)

Farebbe ripetere l’esperienza a suo figlio in futuro? (molto, abbastanza,

- poco, per niente, non sa)

Ricerca di tipo correlazionale

Una ricerca correlazionale si prefigge di esaminare il rapporto esistente tra due

o più variabili e di misurarne tale rapporto a livello correlazionale: in pratica si

misura se le variabili tendono ad essere compresenti e in che grado.

Ad esempio, prendendo spunto dalla ricerca precedente, si potrebbe cercare

una correlazione fra la “durata del contatto fisico di un bambino con il cane” e

il livello misurato di “pressione arteriosa” del bambino stesso.

Modello causale lineare.

La variabile A causa B (o viceversa), cioè presuppone che la causa esista prima

del suo effetto: ed es. maggiore istruzione causa maggiore ricchezza.

Modello causale nonlineare.

Esiste un rapporto più complesso tra le variabili (ad es. A causa B solo se è

vera la condizione C): ad es. maggiore istruzione causa maggiore ricchezza

solo se la persona è determinata.

Esercitazione 4

Ingredienti ricerca

Attori: committente (ad es. lo stato, una azienda), ricercatore/agenzia,

- intervistatore, intervistato

Contesto di somministrazione: privacy, pressioni di tempo e conformismo

- Misure: domande, alternative di risposta, risposte

- Processi psicologici: attinenti alla comprensione domande e formulazione

- risposte

Processi psicologici nella comprensione domande e nella formulazione risposte

La comprensione delle domande e la formulazione delle risposte sono

influenzati dai seguenti processi psicologici, i quali possono avere come

conseguenza vari effetti, errori e distorsioni:

Adeguatezza della ricerca in memoria: il soggetto potrebbe avere delle

- difficoltà nel recuperare informazioni in memoria per poter rispondere

Scorciatoie o euristiche di pensiero: il soggetto spesso utilizza metodi

- semplificati e poco costosi per arrivare al risultato, dando così risposte

parziali

Schema del sé: le informazioni sul sé sono più facilmente accessibili per

- l’individuo, inoltre si tende a favorire sé stessi nelle risposte e a

rispondere in base al sé ideale

Teorie implicite sul sé: ogni individuo ha una sua teoria (stabilità o

- cambiamento) sul sé che diventa rilevante nel modo di formulare le

risposte

Desiderabilità sociale: tendenza a fornire risposte che forniscono

- un’immagine positiva di sé

Acquiescenza: tendenza a dichiararsi d’accordo con l’affermazione

- espressa nella domanda

Disegno totale di ricerca

Attuare un disegno “totale” di ricerca significa disegnare la ricerca prestando

attenzione a tutte le sue fasi e a tutti gli ingredienti in modo complessivo,

infatti ogni fase influenza le altre, quindi piuttosto che procedere in modo

lineare è preferibile fare un compromesso tra gli scopi del ricercatore e i vincoli

esistenti.

Inter-relazioni tra due o più ingredienti di ricerca

La qualità dei dati (risposte) può dipendere ad esempio dal rapporto tra la

natura delle domande e le caratteristiche dell’intervistatore: se pensiamo al

caso di un’intervista relativa alla soddisfazione sul lavoro, in cui l’intervistatore

sia un dirigente interno all’azienda, è difficile che l’intervistato si senta

abbastanza libero di rispondere sinceramente.

Tipi di disegno di ricerca

One shot: prevede un’unica misurazione nel tempo

- Trend: misure fatte più volte nel tempo, su soggetti che in genere

- costituiscono un campione rappresentativo (non necessariamente le

stesse persone, ma persone con caratteristiche simili); valutiamo la

tendenza di un fenomeno

Longitudinale: più misurazioni nel tempo sugli stessi soggetti; vediamo

- come cambiano certi aspetti sui singoli soggetti

Vincoli e risorse

Risorse e vincoli finanziari: pesa sulla modalità di raccolta dei dati (ad es.

- l’intervista faccia a faccia è più costosa)

Vincoli temporali: pesa sul tempo disponibile per le fasi preliminari della

- ricerca e pesa anche sulla modalità di raccolta dati

Vincoli su campione/soggetti: pesa su modalità raccolta dati e su

- caratteristiche dello strumento (formato, fraseggio, numero domande)

Vincoli e risorse su domande e categorie di risposta: pesa sul tempo e

- sulle risorse tecniche e finanziarie necessarie a costruire lo strumento

Vincoli e risorse su analisi dei dati: pesa sul tipo di domande (es. aperte o

- chiuse)

Vincoli sul tipo di disegno di ricerca: pesa sulla reperibilità dei soggetti da

- intervistare (ad es. per ricerca longitudinale servono gli stessi soggetti)

Punto pianificazione dove vanno considerati i vincoli e le risorse

Devono essere considerati già in fase di definizione del disegno della ricerca.

Qualità dei dati e bontà del disegno di ricerca

La qualità dei dati dipende dalle caratteristiche degli ingredienti della ricerca e

dalle inter-relazioni, quindi dalla bontà del disegno di ricerca.

Esercitazione 5


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

23

PESO

234.07 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE ESERCITAZIONE

Esercitazioni di Tecniche dell'intervista e del questionario pre-esame della Zammuner sui questionari. Chi frequenta il corso sa che sono esercizi abbastanza impegnativi e molto lunghi. Da questo anno accademico sono opzionali, ma la prof ne tiene conto ed aiutano ad alzare il voto dell'esame. Sono svolti in modo preciso, quindi se ve lo scaricate vi risparmierete un sacco di tempo e avrete più possibilità di prendere un bel voto.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecniche psicologiche
SSD:
Università: Padova - Unipd
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Ila_Padova di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Tecniche dell'intervista e del questionario e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Padova - Unipd o del prof Zammuner Vanda Lucia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Tecniche dell'intervista e del questionario

Riassunto esame Tecniche dell'intervista e del questionario, prof. Zammuner, libri consigliati Tecniche intervista e questionario + Focus group
Appunto
Riassunto esame Tecniche dell'intervista e del questionario, prof. Zammuner
Appunto
Riassunto esame Tecniche dell'intervista e del questionario, prof. Lenzi, libro consigliato Tecniche dell'intervista e del questionario, Zamuner
Appunto
Domande esame
Esercitazione