Che materia stai cercando?

Virginia Woolf - Tre ghinee

Appunti di Letteratura inglese sull'opera di Virginia Woolf, Le tre ghinee basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni della prof.ssa Morresi dell’università degli Studi di Macerata - Unimc, Facoltà di Lettere e filosoofia. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Letteratura inglese docente Prof. R. Morresi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il contributo delle donne in questo può essere importante, proprio perché erano state escluse, quel

modello non era affatto pensato per loro.

Woolf non parla mai di minoranze razziali o di popoli colonizzati. Lei parla espressamente delle

figlie degli uomini colti, per parlare delle borghesi.

C'è una strategia discorsiva che ricorre nel testo: il riferimento alle fotografie. Alcune sono evocate

e non mostrate, descritte dettagliatamente nel loro orrore e sono le foto dei bombardamenti che

stavano avvenendo in quel momento, dal ’36 in poi, durante la guerra civile spagnola. Guerra che

rappresentò un grande teatro di prova della II guerra mondiale e anche uno degli ultimi scenari

dell’idealismo 800esco.

Ci sono delle foto che arrivano dalla Spagna, che lei descrive con una descrizione disturbante (case

sfondate, corpi dei bambini). Non vengono mostrate queste foto, solo descritte. Poi ci sono 4 foto

che mette nel saggio, di persone che rappresentano le istituzioni: gli uomini al potere, ovvero i

giudici, l'esercito, ecc.

Questo modo di rappresentare la forma dell'umano è fondamentale per il discorso della Woolf:

diversi, la sua esperienza come donna è assolutamente distante da quella di un uomo,

siamo molto

però vediamo una foto dell'orrore e lì arriviamo a un grado 0, in cui siamo uguali.

La foto rappresentata è quella del potere che non suscita nessuna emozione, è una rappresentazione

della forza (personaggi togati, con le parrucche, ecc.).

Importante: non mette immagini di donne, va a rovesciare i termini della questione ( adesso sono io

che parlo di voi ). Discorso che si svolge in modo dialogico: l’opera è la risposta a una lettera di un

noto avvocato, di cui non si fa nome, che le chiede un contributo su come prevenire la guerra e le

offre possibilità di contribuire (possibilità piuttosto sciocche).

Come possiamo fermare la guerra è la domanda posta dall'avvocato.

Woolf innesca il discorso proclamando la propria inadeguatezza a rispondere alla domanda:

Quando mai nella storia un uomo ha posto una tale domanda a una donna? . Woolf sta solo

indossando la maschera dell’inetta, non sta dicendo veramente di essere un’inetta. E' un artificio

retorico, perché poi sarà abilissima a rispondere.

E così comincia a ragionare su quale può essere il contributo di donne che sono sempre state

tagliate fuori.

Woolf vuole fermare la guerra, ma anche smantellare il mondo dell’avvocato, mondo degli uomini,

che ha sempre escluso le donne.

Dietro di noi, sta il sistema patriarcale, le pareti domestiche, con il loro nulla, la loro immoralità, la

loro ipocrisia, il loro servilismo. Dinnanzi a noi, si apre il mondo della vita pubblica, con la sua

possessività, la sua invidia, la sua aggressività, la sua avidità. L'uno ci tiene prigioniere, come

schiave nell'harem, l'altro ci obbliga come bruchi, l'uno in fila all'altro, a fare il girotondo intorno

all'albero sacro della proprietà privata. La nostra è una scelta tra due mali, l'uno peggiore dell'altro.

Non faremo meglio a buttarci da questo ponte giù nel fiume…?

Da una parte i valori vittoriani, patriarcali, domestici in cui le donne erano precluse, dall'altra il

nella grande fabbrica della produttività.

diventare degli automi, carne da macello

Il libro si apre come una risposta alla domanda dell’avvocato e prosegue citando altre richieste, ad

esempio, la lettera di una richiesta di fondi per sovvenzionare un college femminile (in questo

è che tutte le donne potessero entrare a Oxford, c'era un numero chiuso per le donne,

momento non

o un'altra lettera di richiesta di fondi per un'organizzazione che aiutava le donne ad entrare nelle

professioni.

Le tre ghinee del titolo sono un po' queste: una per l'educazione delle donne, una per l'avere accesso

a lavori ben pagati, una per la causa pacifista.

E sono legate a tre domande: come prevenire la guerra, cosa fa il governo per l'educazione delle

donne, perché le donne non hanno lo stesso accesso degli uomini nelle professioni.

Questo è un dialogo, lo sviluppo di un dibattito. I riferimenti all'attualità sono continui, anche i

riferimenti all'archivio personale (cioè a diari, appunti, lettere, giornali che la Woolf studiava), sia

alla vita personale. Questo fa di Tre ghinee un testo molto vivo.

Tra i riferimenti, c'è il nipote, che era andato a combattere nella guerra civile spagnola e che morì

sul campo di battaglia.

Nel testo è presente anche la figura del soldato: outsider come le donne. Vittima della guerra, come

il nipote, è succube.

L’opera è molto abile nel mostrarci quelli che erano i processi socioeconomici dell'epoca: la

segregazione dei lavori (c'erano lavori solo maschili, soprattutto quelli pubblici, di potere, più

soprattutto quelli più umili, domestici, peggio pagati), la

ricchi, e poi c'erano lavori femminili,

discriminazione nei salari (paghe molto diverse), come nei tipi di lavori.

Così, Woolf intreccia questa relazione tra denaro, libertà, potere su se stessi, valore e libertà

creativa è fondamentale in Una stanza tutta per sé , che era l’elaborazione di un

creativa. La libertà

tema per una conferenza a cui Woolf era stata invitata. Lei doveva svolgere un tema: la donna e il

romanzo . Le viene l'idea di parlare di quali sono le condizioni materiali per cui una donna può

permettersi di mettersi a scrivere: una stanza (tutta per sé) e 300 sterline l'anno.

L’indipendenza economica è essenziale per la libertà creativa. L'indipendenza dell'immaginazione,

quindi, dipende dall’indipendenza materiale.

Chi scrive, l'autrice di romanzi, Woolf dice, non può dipendere da un altro, che le chiede di

assolvere lavori che sono in conflitto con la scrittura (se si devono allevare dei figli, non si può

scrivere), né deve sentirsi in colpa perché non partorisce o essere mosso da rabbia o rivendicazione.

Qui Woolf rivendica l’androginia: fondere insieme maschile e femminile. La vera libertà è questa:

andare al di là delle condizioni che ci vengono imposte. I corpi non devono diventare delle galere

incatenanti.

costruisce, quindi, il legame indipendenza economica e libertà individuale. Avere una stanza

Woolf

tutta per sé, uno spazio in cui esercitare lo studio e il pensiero.

In Tre ghinee questo legame diventa ancora più profondo: Woolf mette in discussione il modo in

cui stanno insieme la cultura tradizionale, la libertà intellettuale, e la guerra.

Come se guardasse più a fondo: per avere la libertà intellettuale, devo essere indipendente

economicamente, ma questo accesso alla cultura come sta in rapporto alla guerra?

Perché a ben guardare il sapere, le università, la tradizione sono tutti costruiti sull’antagonismo, c'è

una connessione profonda tra l’educazione e l’antagonismo, la sopraffazione. Come c’è una

connessione profonda tra il fascismo e la riduzione della donna a un corpo fragile, o da proteggere o

da bombardare.

Nelle foto descritte nell'opera sono ricorrenti case sfondate e corpi di persone morte: rappresentano

la domesticità sfondata e tutte le forme umane depravate.

tutta per sé a Tre ghinee rimane il filo rosso che lega le

Il motivo economico che va da Una stanza

argomentazioni.

Woolf sottolineava, ironicamente ma anche seriamente, l’importanza di come spendere queste Tre

ghinee. Ancora di più per una donna che veniva da una tradizione in cui le donne non avevano

avuto accesso ai soldi.

Il marito di Woolf (Leonard) è un laburista fabiano. In questi anni si dà molto da fare

nell'organizzare iniziative, riunioni, manifestazioni pacifiste e antifasciste.

(l'antifascismo inglese non era convintissimo all’inizio).

Woolf partecipa in modo irregolare, perché sente la vacuità di certe iniziative, che vede come

irrisorie, rispetto all'entità dell'avanzata nazifascista, e poi perché si sente distante dal potere.

Riconosciamo in questo le tracce dell’antipolitica contemporanea (ovvero: la politica non ci

interessa, perché non possiamo fare niente per guidare i suoi sviluppi).

Nel ’35 Forster aveva fondato un comitato pacifista, in cui non erano ammesse le donne (viste come

posizione di esclusione, l’esclusione diventa un punto

fonte di disturbo). Tre ghinee nasce da questa

di forza: la sua inadeguatezza, il suo non aver fatto l'università, il suo non aver occupato posti

amministrativi di potere, da questa posizione qui lei costruisce il suo discorso.

diventa spazio di possibilità: lei non sta alle condizioni presenti. In

Lo spazio di inadeguatezza

Woolf questa posizione diventa generatrice di pensiero, non di passività (come succede di solito,

come nel caso di Anna di Voyage in the dark): proprio perché non appartengo, allora ho

qualcos'altro da dire.

La strategia retorica è: si dice di meno per dire di più. Si parte da una mancanza, per interrogarsi su

quale sia il senso della pienezza, ovvero dalla mancanza di posizione di potere, per interrogarsi su

cosa comporti e significhi quel potere.

Woolf dice: What is art? Who are the judges? . Non c'è una verità.

Questo mettere in questione il valore (considerato uno, fermo) da parte di una persona che occupa

una posizione non considerata di valore, è cruciale. Woolf, non solo rovescia la posizione, ma dice

la verità. Non è come Anna, che dice non voglio la englishness, voglio la blackness e rovescia le

posizioni ma mantenendo le scatoline in cui è chiusa, e alla fine non è compresa da nessuno.

fatto che possa esistere UNA verità e dimostra che la verità è

Lei smantella completamente il

processuale, non è pronta. E' rivelata attraverso le relazioni che noi instauriamo e viviamo.

Ogni tanto dice che si trova su di un ponte immaginario: il ponte è una via di mezzo, uno spazio di

sospensione, in cui costruisce questo sapere. Un sapere profondamente avverso al fascismo: non

solo combatte il fascismo, ma lo combatte in nome di una società che era un po’ fascista, poiché

riduceva i soldati a carne da macello (per l'impero) e le donne alla loro funzione femminile materna.

Quindi lei addita i limiti dell'antifascismo inglese, che era ispirato dall’amore per la patria

imperialista.

Tre ghinee è un testo estremamente vibrante della storia che stava avendo luogo attorno a Woolf

momento, negli anni ’30. Lei seguiva quello che stava accadendo in Spagna (nel '36 era

in quel

scoppiata la guerra civile), Austria, Germania ecc.

Il marito Leonard partecipava a meeting col partito laburista, con intellettuali per la libertà, con

associazioni pacifiste o interessate al discorso antimperialista e contro la guerra. Virginia dice che

lui viveva nell’illusione di stare in mezzo a uomini buoni.

Era molto critica nella modalità di queste forme di protesta e dei partecipanti a queste modalità.

Woolf fondano la casa editrice Hogarth Press . Avevano stampato molta saggistica anche

1917: gli

politica, tra cui un saggio contro l’Italia fascista e la Germania nazista. Nella vita privata Woolf

partecipava a molti raduni a favore dei rifugiati politici, soprattutto quelli che fuggivano dalla

guerra civile spagnola.

1933: coppia visita l’Italia e comincia a rendersi conto degli effetti del fascismo nella società.

1935: vacanza in Germania, vanno a vedere come funziona il nazismo.

Anche in Inghilterra la situazione era preoccupante: un partito fascista stava guadagnando consensi

(le camicie nere inglesi).

In questi anni Woolf viene chiamata a partecipare a delle associazioni intellettuali antifasciste, tra

cui una che includeva anche Forster.

Thinking is my fighting : pensare è il modo in cui combatto.

Si ritira da queste associazioni, perché le condizioni della partecipazione erano strane secondo lei,

anche se dice nessuno può realmente ritirarsi .

Il suo pacifismo la porta a dissociarsi da qualsiasi uso delle armi, anche se la totale rinuncia alle

armi (lei stessa pensava) significava dire a Hitler siamo qui, vieni a prenderci .

In Tre ghinee cerca di trovare la sua strada, una forma di lotta che non comprenda l’uso delle armi,

ma l’uso del pensiero.

è stato malinteso, accusato di poca comprensione della realtà politica, di non volersi

Il saggio

impegnare nella lotta, di snobismo.

In realtà, qui lei, forse anche in reazione a questo modo di vedere la propria poetica come un

esercizio privato, scrive Tre ghinee esponendosi e criticando e puntando il dito sulle ingiustizie

sociali, proponendo delle alternative, a volte anche con tono arrabbiato.

Da una parte denuncia delle forme di oppressione mortificanti, dall’altra esercita un sospetto nei

delle associazioni, delle identità chiuse.

confronti delle comunità,

La costruzione retorica del libro è un modo per ripensare le comunità. La comunità non è qualcosa

di dato, non si può dare per scontato che una comunità sia solida e unita, anzi la comunità è in

risposta all’avvocato è sempre rimandata, così come la comunità che lei proietta è

divenire. La

sempre qualcosa in costruzione, che non è già qui.

Dimensione storica molto importante per l’opera, che è piena di riferimenti.

Pone una data essenziale, il 1919: emancipazione economica, fisica e spirituale delle donne dalla

casa paterna, quindi dalla casa imperialista (il patriarcato e l’imperialismo si reggono stretti l’uno

con l’altro).

Woolf immagina una comunità di escluse, the outsiders community (la comunità delle estranee).

Tutta la lingua di questo testo informa un po’ questa visione di processo, perché è una lingua di

molteplicità, di tracce, di riferimenti, di smentite. Non ti dice quello che dobbiamo essere per

cui la relazione è il momento cruciale, non

fermare la guerra, ma mette in scena un fare, in

l’essenza, non di che paese siamo, che passaporto abbiamo e così via, ma LA RELAZIONE.

Il corpo della classe sociale a cui lei appartiene e a cui lei parla (upper class) sembra in superficie

molto coerente, ha uno spirito di classe unito, ma il suo mostrare le fessure, le crepe, ci dice che in

realtà ci sono divisioni profonde, grandi differenze.

Parla di una differenza che è nel modo di vedere il mondo, una differenza non resa qualcosa di

in cui entrambi (lei e l’avvocato) guardano la foto dei morti e delle

ideale, tanto che, nel momento

case distrutte, allora riconoscono: siamo uguali.

Livelli di differenze che attraversano comunità che sembrano solide in molti modi, le stesse donne

che sembrano un gruppo omogeneo non lo sono, le circoscrive alle figlie degli uomini colti

(borghesi, anche se esse non hanno possedimenti né poteri).

Queste figlie degli uomini colti hanno l'influenza, un'arma effimera.

Porta alla luce i sintomi di quello che era l’ordine simbolico. Quanto sono importanti questi simboli,

attraverso cui ci si relaziona? Di cosa sono traccia questi sintomi?

Contrastarne l'ingiustizia di questo ordine simbolico, in cui i maschi hanno il potere di decidere e

parlare a nome di tutti, è già un modo per prevenire la guerra.

How in you opinion are we to prevent war? : la domanda dell'avvocato, arrivata tre anni prima.

let us make the attempt : la resistenza alla guerra va fatta nonostante tutto, bisogna fare un

tentativo anche se tutto è destinato a fallire.

Descrizione dell'avvocato: diventa una persona, c'è l'intuizione che parlare solo per idee non vale

nulla, costruire invece la relazione con qualcuno, mettersi al suo posto, capire chi è e qual è la sua

situazione, quello crea dei tasselli che permettono di comunicare. Permette anche ai lettori di capire

la differenza tra la posizione di lui e la posizione di lei.

p. 3: Hai una vita prosperosa, moglie, bambini, una casa, non sei affondato nell'apatia di mezz'età,

ufficio al centro di Londra, non stai lì a crogiolarti sugli

come dimostra la tua lettera scritta in un

allori, ma scrivi lettere, partecipi a incontri, presidi su questo e quello, sei impegnato con il suono

delle armi nelle tue orecchie. Per il resto hai cominciato la tua educazione ad una delle grandi

scuole private (public school è scuola privata) e l'hai finita all'università.

Ecco la prima difficoltà di comunicazione tra di noi : Entrambi noi veniamo da quella che in

questa età ibrida (mista, di cambiamento), in cui le classi rimangono ancora fisse. Entrambi noi

veniamo da quella che è più semplice chiamare la classe colta.

Woolf mostra come questa comunità sembri uniforme, intera.

Attorno al tavolo a mangiare: sono al centro della casa (mentre quelli delle altre classi gli servono la

cena) e immagina che la conversazione avvenga in un luogo completamente apolitico (privato),

mentre invece vedremo come diventi politico.

Sembrano tutti uguali al tavolo, però la mia posizione in questa società è minata dal fatto che non

diritti (Woolf fa parlare Mary Kingsley per esprimere questo concetto). Ad

abbiamo tutti gli stessi

esempio, diritto fondamentale, quello all'educazione.

Fondo per l'educazione Arthur: la madre e la sorella di Arthur gli danno tutti i soldi e i beni per

mantenerlo.

La cosa si ripete: si investivano totalmente i beni materiali per l'educazione del figlio maschio,

mentre la figlia femmina se la doveva cavare trovando marito possibilmente.

L'avventura era vietata alle donne in questo momento.

Il risultato è che, sebbene noi guardiamo le stesse cose, le vediamo in modo diverso.

Chi ha il potere, le risorse, vede qualcosa. Chi non ha, vede il contrario.

L'educazione fa la differenza quando consideriamo la domanda Come prevenire la guerra? , dice

Woolf.

Se pensiamo alla guerra come un risultato di forze impersonali, allora essa è oltre la comprensione

della mente non coltivata. Ma la guerra come risultato della natura umana è un'altra cosa.

They can act, and think for themselves. : non ci sono solo forze impersonali che attraversano la

storia, ci sono anche possibilità attive disponibili a ciascuno, alla fine ciascuno può scegliere.

C'è, però, un ramo dell'educazione che può essere non pagato: la comprensione della mente umana e

matrimonio deve averci insegnato qualche abilità nel comprendere

degli altri, la psicologia. Qui, il

gli altri . Woolf resemantizza il matrimonio, non è più una scelta sentimentale privata, diventa un

fatto politico e sociale: è la condizione della sopravvivenza e rende possibile la comprensione degli

esseri umani.

C'è un problema: combattere è sempre stata un'abitudine degli uomini, non delle donne. E' difficile

giudicare quello che non condividiamo : ricerca di una conoscenza condivisa, Woolf ci sta

arrivando piano piano.

Perché combattere? Ci deve essere una gloria, una necessità nella guerra che noi non abbiamo mai

provato.

Per la comprensione, Woolf propone una cosa meravigliosa che ci consente di capirci : le

biografie, le autobiografie, la letteratura. Leggere è un po' essere qualcun altro, è un esercizio

all'empatia, all'identificazione. Poi, ci sono i giornali, che sono la storia nuda e cruda che sta

avvenendo.

We can supplement it by looking at the picture of the lives of others : a quel che manca possiamo

supplire osservando il riflesso (l'immagine) della vita degli altri.

Qui le immagini sono importanti: è importante rappresentare fisicamente l'avvocato, il paesaggio,

guardare quello che c'è, le foto sono importanti. le ragione per cui la guerra è così amata.

Woolf sfoglia un po' di biografie, di giornali, va a cercare

Qualcuno la esalta (i Futuristi, ad esempio), qualcuno la ama come mestiere, oppure è uno sbocco

per le virtù virili (il bisogno dell'avventura dell'uomo che spinge alla guerra).

e muore durante la prima guerra mondiale), che non è tanto esaltato

p. 7: cita Wilfred Owen (scrive

dalla guerra ( The unnaturalness of weapons. . . . Inhumanity of war. . . . The insupportability of

of war. ).

war. . . . Horrible beastliness of war. . . . Fool-ishness


PAGINE

12

PESO

104.96 KB

AUTORE

sere.mu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue e culture straniere occidentali e orientali
SSD:
Università: Macerata - Unimc
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher sere.mu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura inglese e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Macerata - Unimc o del prof Morresi Renata.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura inglese

Riassunto esame letteratura, prof. Morresi. Libro consiglato Untouchable, Anand
Appunto
Riassunto esame letteratura, prof. Morresi. Libro consigliato Voyage in the dark, Jean Rhys
Appunto
Dorian Gray, Oscar Wilde, Oliver Twist, Victorian Comedy
Appunto
Riassunto per esame letteratura cinese 2
Appunto