Che materia stai cercando?

Tronco encefalico Appunti scolastici Premium

Appunti di Neuroanatomia su tronco encefalico basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Morroni dell’università degli Studi Politecnico delle Marche - Univpm, Facoltà di Medicina e Chirurgia. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Neuroanatomia docente Prof. M. Morroni

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

TRONCO ENCEFALICO

Generalità e descrizione macroscopica

È costituito da bulbo (o midollo allungato), ponte e mesencefalo. È la continuazione del MS,

rostralmente si continua con il diencefalo, mentre dorsalmente è appoggiato, con l’interposizione

della fossa romboidale (o quarto ventricolo),al cervelletto, che si connette al tronco tramite tre

peduncoli. A differenza del MS, qui la sostanza grigia è frammentate. Presenta dei centri di

integrazione, ossia nuclei propri non associati, intercalati nelle vie discendenti ed ascendenti, ed

una formazione reticolare che controlla lo stato di veglia.

BULBO

È la porzione del TE più simile al MS, di cui rappresenta la continuazione. È separato rostralmente

per mezzo di una profonda incisura ventrale: il solco bulbopontino (da cui emergono i nervi VI,VII

e VIII).

Anteriore la superficie ventrale è dominata dalla presenza delle priamidi bulbari, due rilievi

longitudinali costituiti dai fasci delle fibre piramidali che scendono dalla corteccia telencefalica. Si

presentano come due semiconi a base maggiore rivolta verso l’alto, separati da una fessura

(continuazione di quella del MS) mediana. Nella parte caudale la fessura è interrotta dall’incrocio di

parte delle fibre piramidali che decussano: l’80% delle fibre di ciascun fascio piramidale incrocia la

linea mediana passando da destra a sinistra e viceversa.

Laterale la superficie laterale è occupata dall’oliva, protuberanza ovoidale determinata dalla

presenza, in profondità, di un gruppo di neuroni fondamentali: il nucleo olivare inferiore. Presenta

un solco che precede l’oliva da cui emerge il nervo ipoglosso (XII) ed uno che si trova subito dopo

da cui emergono i nervi IX,X e XI.

Posteriore la superficie dorsale è lievemente depressa per la presenza della fossa romboidale,

pavimento di una dilatazione del canale ependimale, il quarto ventricolo. Nella parte inferiore

sono presenti due sporgenze: il nucleo gracile e quello cuneato (nuclei propri).

PONTE

Detto anche protuberanza anulare, il ponte è formato da assoni che decorrono orizzontalmente

(dai nuclei pontini al cervelletto, decussando), i quali superficialmente determinano la presenza di


PAGINE

4

PESO

488.50 KB

AUTORE

Feds.92

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Neuroanatomia
Corso di laurea: Corso di laurea in fisioterapia (ANCONA)
SSD:
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Feds.92 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Neuroanatomia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Politecnico delle Marche - Univpm o del prof Morroni Manrico.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Neuroanatomia

Midollo spinale
Appunto
Le ossa del cranio
Appunto
Diencefalo
Appunto
Cervelletto
Appunto