Che materia stai cercando?

Tossicologia e mutagenesi ambientale - Appunti Lezione 8

Appunti per l'esame di Tossicologia e mutagenesi ambientale del professor Scarpato - Lezione 8.
Cancro come malattia genetica;
geni del cancro;
origine del cancro;
instabilità genetica;
espansione clonale;
fenotipo mutatore;
oncogeni;
geni oncosoppressori.

Esame di Tossicologia e mutagenesi docente Prof. R. Scarpato

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Cancro come malattia genetica

Cariotipo alterato

 Mutazioni nel genoma

 − tumori sporadici (somatiche): 95%

− tumori ereditari (somatiche e germinali): 5%

Sindromi ereditarie conferiscono suscettibilità ai

 tumori (sindromi da instabilità genetica)

L’1% dei geni presenti nel genoma umano

 contribuisce al cancro

− 291 geni alterati

Geni del cancro

90% cellule somatiche (dominanti) - 20% cellule

 germinali (recessive) - 10% in entrambe

Leucemie - Linfomi - Sarcomi (10% tutti i tumori)

 – traslocazione cromosomica (crea un gene chimerico

gene o sposta un gene nella regione regolativa di un

altro gene)

Codificano per una proteina chinasi

 – fattori di legame al DNA e controllo della trascrizione

(alterazione dell’espressione genica)

Origine del cancro

Mutazioni in alcuni geni (instabilità genetica)

 Il tasso di mutazione rimane normale: viene

 selezionato un clone di cellule geneticamente

instabili (selezione ed espansione clonale )

Mutazioni in alcuni geni (evento iniziale)

 Accumulo di mutazioni in diversi geni

 (instabilità genetica)

Aumenta il tasso di mutazione (fenotipo

 mutatore)

Instabilità genetica

Alterazioni dinamiche del genoma

 – nucleotidico (NIN - MIN)

– cromosomico (CIN) (aneuploidie e/o cambiamenti

strutturali) NIN

MIN

– i due livelli si auto-alimentano CIN

Geni che controllano

 – integrità del genoma

– checkpoint del ciclo cellulare

– riparazione del danno al DNA

– corretta segregazione dei cromosomi e funzionalità

dell’apparato mitotico

Instabilità genetica può essere trasmessa

Instabilità genetica e cancro

Fenotipo mutatore: instabilità genetica è il risultato

 dell’accumulo di mutazioni random

– geni mutatori (geni che controllano la stabilità del

genoma)

Selezione ed espansione clonale: instabilità genetica

 colpisce specifici geni

– protooncogeni (attivati) Vantaggio

– geni soppressori (inattivati) proliferativo

– geni mutatori (inattivati)

Espansione clonale e cancro

Instabilità genetica

(NIN MIN CIN)

Geni specifici: proliferazione

differenziamento

apoptosi

Selezione ed espansione

clone mutato

Cancro


PAGINE

14

PESO

116.00 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecnologie per l'ambiente (Facoltà di Agraria, di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali)
SSD:
Università: Pisa - Unipi
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Dalaran191 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Tossicologia e mutagenesi e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Pisa - Unipi o del prof Scarpato Roberto.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Tossicologia e mutagenesi

Tossicologia e mutagenesi ambientale - Lezione 2
Appunto
Tossicologia e mutagenesi ambientale - Appunti Lezione 3
Appunto
Tossicologia e mutagenesi ambientale - Appunti Lezione 4
Appunto
Tossicologia e mutagenesi ambientale, lezione 1 - Appunti
Appunto