Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Cocaina

La Cocaina é un alcoide presente in natura che si ottiene dalle foglie di Erythroxylon coca,un albero

indigeno in Perù, Colombia e Bolivia. Storia In questi paesi, le foglie di E. coca erano usate da

secoli per scopi religiosi, mistici, social, stimolanti e per scopi medici vari, segnatamente per

aumentare la resistenza alla fatica, promuovere un senso di benessere e alleviare la fame. La dose

usuale giornaliera era fino a 200 mg.Oggi, ”gli aspetti rilevanti connessi con la storia della cocaina

hanno a ch fare ampiamente con i cambiamenti nel corso del tempo del dosaggio, della via di

somministrazione, dei modelli d’ uso e della tecnologia della produzione della cocaina”. Diversi tipi

Ogni foglia di E. coca contiene circa 0,5-1% di cocaina. Quando le foglie sono macerate e

spremute, la cocaina viene estratta in forma di pasta di coca (60-80% di cocaina). Le persone che

fumano pasta di coca possono accusare la comparsa di stati psicopatologici,estrema tossicità e grave

dipendenza.La pasta di coca, perciò, viene di solito trattata per ottenere un sale cloridrato (“neve” o

“crystal”). Inalata(“sniffata”)in questa forma, una “riga” di cocaina cloridrato fornisce una dose di

circa 10-25 mg per ogni narice; perciò , un consumatore di cocaina può fiutare circa 20-50 mg per

volta.Fino a poco tempo addietro, la preparazione diluita del sale cloridrato era la forma di cocaina

più comune.Si è però sviluppato il desiderio di effetti maggiori e più potenti con un inizio dell’

azione più rapido. Di solito in farmacologia, questi effetti più elevati si ottengono con l’ iniezione

parentale (di solito endovenosa). Per molte persone, però l’uso endovenoso di un farmaco

voluttuario è sgradito e cosi ne è stata sviluppata una forma fumabile.La forma del sale cloridrato

non è adatta ad essere fumata, perché il farmaco in questa forma si decompone alla temperatura

necessaria per vaporizzarlo.Per risolvere questo problema, la forma cloridrato viene modificata

chimicamente alla forma base, che viene poi concentrata per estrazione.Cio viene ottenuto mediante

estrazione in etere (per ottenere la cocaina “free base”, cioè base libera) o, oggi più comunemente,

bollendo il farmaco in una soluzione di bicarbonato di sodio finche tutta l’ acqua è evaporata. Il

residuo di quest’ ultimo metodo è una forma di cocaina base che viene comunemente chiamata

“crack”, per il rumore di crepito che fa quando viene riscaldata. Questa forma di cocaina base

vaporizza a bassa temperatura e può essere inalata usando una cannuccia riscaldata. Oggi il “crack”

è la preparazione usata dalla gran parte dei tossicodipendenti da cocaina. Questo metodo fornisce

dosi medie dell’ ordine da 250 mg a 1 g. Poiché i numerosi effetti della cocaina sono correlati con la

dose, le conseguenze di queste dosi più elevate sono gravi, come sarà evidente tra poco.

Farmacocinetica della Cocaina

La cocaina è assorbita rapidamente da tutti i siti di applicazione comprese le mucose, il tratto

gastrointestinale e i polmoni.E’ inattivata sia nel plasma sia nel fegato.Solo piccole quantità sono

escrete immodificate. Assorbimento Le vie principali attraverso le quali la cocaina viene assunta

sono quella orale, nasale, endovenosa e inalatoria. Presa per via orale la cocaina cloridrato è

assorbita lentamente e in misura incompleta.L’assorbimento si ha in un periodo di circa un ora e

circa il 75% del farmaco è metabolizzato rapidamente nel fegato al primo passaggio.Perciò solo il

25% del farmaco assunto per via orale raggiunge l’encefalo e ciò avviene inun periodo di tempo

lungo, venendo quindi meno la sensazione di “rush” che si ha per altre vie di somministrazione.

Fiutata nel naso(“sniffata”), la cocaina cloridrato attraversa scarsamente le mucose.Inoltre la poiché

la cocaina determina costrizione dei vasi sanguini, questa vasocostrizione fa si che la cocaina limiti

il suo stesso assorbimento. Tuttavia, circa il 20-30%del farmaco viene assorbito e i livelli plasmatici

raggiungeranno il massimo entro 30-60 minuti. Gli effetti farmacologici durano solo 30-60 min ,

sebbene la quantita totale assorbita declini lungo un periodo di circa 6 ore. Quando la cocaina base


PAGINE

3

PESO

17.95 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E.)
SSD:
Università: Bari - Uniba
A.A.: 2009-2010

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Novadelia di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Tossicologia forense e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bari - Uniba o del prof Gagliano Candela Roberto.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento u.e.)

Semeiotica urologica
Dispensa
Incontinenza urinaria
Dispensa
Protesi dell'anca
Dispensa
Traumi uro-genitali
Dispensa