Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

INTERNET

Lo sviluppo della rete Internet ha modificato radicalmente quello che fino a quel momento era

stato l’EDI, e ciò per almeno due aspetti:

le interfacce dei sistemi perdevano le stesse caratteristiche dei sistemi

la loro influenza grazie ai nuovi protocolli collegati alla rete divenivano prive di

di comunicazione usati da Internet importanza, dal punto di vista degli

utenti, essendo la rete trasparente

RETE ammasso di INFO più o meno organizzate. Non possiamo caratterizzarla secondo le

sue finalità. Nasce come qualcosa di diverso che ha bisogno di una sua precisa

organizzazione e modalità di funzionamento.

L’importanza di Internet oggi è strettamente legata a :

1. Numero degli utenti

2. Tempo speso dagli utenti

3. Utilizzo dell’utente della rete e potenzialità di questa

Internet cambia spesso a velocità assurda, è affascinante ma spietato (è indifferente alle tradizioni,

non rispetta reputazioni passate, non ha frontiere né codici di comportamento) ed offre

straordinarie opportunità (a chi è predisposto al cambiamento veloce).

Benefici di Internet per gli utenti: Internet per le aziende

1. Invio mail - la rete comporta una sorta di parificazione

2. Accesso alle news delle condizioni nelle quali le diverse azien.

3. Utilizzo di motori di ricerca si trovano ad operare

Navigazione come passatempo - ciascun impresa si trova in un mercato glob.

4.

5. Compiere ricerche per studio, lavoro.. a dover competere con altre imprese non

conosciute e ininfluenti per l’azienda stessa

sul mercato tradizionale

Le barriere all’ingresso nella rete (nel

- mercato mondiale) sono limitate e ciò

rende facile l’accesso ad imprese con

capitali non grandi o risorse consistenti,

come invece sarebbe richiesto nel mercato

tradizionale.

Utilizzi di Internet

Come strumento di marketing e di promozione d’immagine.

MARKETING RELAZIONALE

Attività basata non più sull’uni direzionalità ma, grazie ai sistemi interattivi, su una totale bi

direzionalità nel senso che le comunicazioni possono avvenire in entrambe le direzioni, dal

fornitore al cliente e/o da questi verso il primo e ciò sia che ci si riferisca al settore dei prodotti che

a quello dei servizi. Questo tipo di marketing è focalizzato sulla creazione di relazioni col cliente e

sulla stabilizzazione, nel lungo termine, di tali relazioni.

Obbiettivi del Marketing relazionale:

1. Trarre vantaggio dalle nuove, ampie potenzialità delle reti di comunicazione

2. Fare in modo che le imprese si trovino in condizioni di poter offrire ai clienti un valore

aggiunti significativo

3. Raggiungere un livello di fidelizzazione adeguato nei confronti delle imprese stesse

Il marketing relazionale, a differenza del tradizionale, è “personalizzato” per:

1. I messaggi di comunicazione scambiati con il cliente

2. La tipologia di prodotti/servizi

3. L’adattamento di specifici prodotti/servizi alle esigenze del singolo cliente.

Principali approcci del Marketing relazionale:

1. I data base di marketing per un accurata definizione ed identificazione dei clienti

2. Il che comprende tutte quelle tecniche che

CUSTOMER RELATION MANAGEMENT

consentono di acquisire e trattenere il cliente

3. Instaurazione di rapporti di vera e propria collaborazione per lo sviluppo di prodotti e

servizi

Le problematiche di Internet.

A. Siamo passati da

Evoluzione dell’utilizzo delle rete in termini non tecnici ma di contenuto.

FRUITORI a PRODUTTORI di contenuti. Es. il BLOG: abbreviazione di web log, pagina web

che viene utilizzata come una sorta di diario di un singolo individuo e che è accessibile

pubblicamente.

B. Deve esistere una modalità per

Certificazione delle qualità delle informazioni in rete.

giudicare le INFO in rete (es. quelle sanitarie), se queste sono certe convalidate o sono solo

ipotesi.

Al momento ci sono criteri per garantirci che le info siano valide:

1. La FONTE deve essere attendibile (seria)

2. Conoscere CHI scrive (gli anonimi non danno garanzia, deve esserci la firma dell’autore)

3. COMPARAZIONE tra fonti diverse (non considerando il copia incolla)

Evoluzione di Internet da Web 1.0 a Web 2.0.

Web 2.0 nuovo modo RELASE di gestire la rete. Cambia l’approccio di considerazione della

rete e se sbagliamo l’approccio di marketing di un’azienda rischiamo di far fallire la rete. Per

un azienda è quindi essenziale:

conoscere gli utenti posizionare i confini su cui muoversi per

le giuste considerazioni

Il Web 2.0 non è ancora affermato in Italia, ma stiamo andando verso la fusione di SOCIALITA’ e

MERCATO (riproponiamo in rete i vecchi modi di vivere: nella piazza le discussioni all’interno dei

mercati- è una direzione di sviluppo allineata con le logiche di evoluzione degli utenti.

Per ciò che interessa noi, il ruolo di internet da prendere in considerazione, è quello di strumento

per lo sviluppo del commercio o, meglio, per l’economia di imprese di ogni dimensione,e, in

particolare, in Italia, per la piccola e media impresa.

IL COMMERCIO ELETTRONICO.

Definizioni.

gestione di affari condotti via Internet. Comprende acquisto e vendita di beni e

E-business servizi insieme alle diverse tecniche per il supporto dei clienti. Il commercio

elettronico è qualcosa che rientra nell’e-business ma non si identifica con questo.

Commercio svolgimento di attività commerciali e di transazioni per via elettronica e comprende

Elettronico attività diverse quali la commercializzazione di beni e servizi, la distribuzione di contenuti

digitali, l’effettuazione di operazioni finanziare e di borsa, gli appalti pubblici ed altre

procedure delle Pubbliche Amministrazioni.

Il C. elettronico può concretizzarsi secondo 4 modalità differenti :

1. Realizzare in rete un nuovo canale di vendita grazie al quale un’impresa possa proporre a clienti di

un mercato, prodotti e servizi, ampliando così le proprie prospettive e incrementando i profitti

2. Rendere più efficace la comunicazione aziendale nei confronti dei clienti potenziali e attuali

3. Sviluppare un servizio al cliente efficace ed efficiente

4. Procedere ad un dei processi e delle procedure aziendali per individuare possibili

reengineering

economie e una più efficiente organizzazione dei flussi di lavoro.

La creazione di reti di relazioni è il vantaggio più grande per le imprese.

Tipologie del commercio elettronico

A. B2B – business to business- commercio tra imprese. Un’impresa acquirente che acquista da un’altra

impresa. Vantaggi: riduzione errori, guadagno maggiore.

B. B2C – business to consumer- parte dall’imprese e va verso i consumatori finali

C. B2A – business to administration – commercio di beni e servizi prodotti dalle imprese e destinati

alle pubbliche amministrazioni

D. C2C – consumer to consumer- vede coinvolti dei consumatori che vendono ad altri consumatori

E. A2C – administration to consumer – scambio di beni e servizi tra amministrazione pubblica e

cittadini (es. rilascio di un certificato)

F. B2E – business to enterprise/employer- le imprese vendono ai propri dipendenti dei prodotti (es.

con particolari sconti). Commercio fra imprese e il proprio interno.

G. Commercio intra – aziendale o intra – business: commercio che viene attivato all’interno di

un’impresa che abbia una struttura distribuita geograficamente

In Internet non si può vendere tutti i prodotti e/o servizi (ad es. i prodotti con bassissimo valore), certi

prodotti vanno commercializzati con opportune quantità minime (affinché il costo del trasporto non incida

troppo su quello del prodotto) altri necessitano dell’assaggio o dell’odore ed è impossibile

commercializzarli.

Differenze tra mondo reale e commercio elettronico.

Internet serve anche come intreccio tra mondo reale e virtuale: si può guardare di qualche prodotto e poi

decidere di acquistarlo nel mondo reale, oppure viceversa.

Mondo Reale Commercio elettronico

il produttore vende al grossista il produttore vende direttamente

il quale vende al dettagliante al consumatore finale. È stata eliminata

poi vende al consumatore finale l’incidenza dei grossisti, dettaglianti ecc.

tutto ciò incide sul prezzo del prodotto Tuttavia si sono inseriti degli altri intermediari

finale (ognuno lo aumenta ai fini relativi all’info concernenti i prodotti che sono

del guadagno personale). venduti su internet. (Infomediari)

Intermediazione:

intermediazione tradizionale (BROKERS – agente/agenzia – ente di intermediazione

prima:

fra me e le imprese che mi consiglia.)

Nessuna intermediazione – disintermediazione del commercio –

poi: nuova intermediazione INFOMEDIARI che ha due attività.

oggi:

Verso l’AZIENDA. Verso i CLIENTI.

Devono raccogliere per queste la maggior Acquisiscono INFO dalle aziende e le

parte di INFO su consumatori trasmettono ai consumatori sui

prodotti e sui servizi.

L’infomediazione sta rimpiazzando l’intermediazione commerciale.

Il commercio elettronico può essere.

DIRETTO INDIRETTO

Il bene o servizio si trova sottoforma I beni o servizi hanno consistenza fisica

Digitale, perciò può essere inviato, (non sono digitalizzabili) e devono essere

dopo l’acquisto, direttamente al trasportati fisicamente. L’ordine e il pagamento

consumatore senza trasporto fisico possono avvenire su Internet, il trasporto e la

(es. biglietti aerei). Avviene tutto in rete. consegna no.

Ci sono due problemi nel commercio elettronico legati a legislazioni che lo regolano e all’aspetto fiscale

1. : ci vorrebbero leggi fatte ad hoc: ci sono alcune che valgono per l’UE ma non

Problema delle leggi

per gli altri paesi.

2. manca una struttura fiscale che armonizzi tutto il sistema

Mancanza del padrone di internet:

Oggi il livello di fiducia dei consumatori nei confronti del commercio elettronico sta aumentando, c’è

maggiore fiducia e maggiore accettazione. Ciò è dovuto a:

Convenienza economica in linea

- Convenienza generale (ampia scelta tra negozi)

- Risparmio tempo

- Acquisto più facile

- Transazione internet viste come più sicure del passato

-

Obbiettivi dell’e-commerce:

A. obbiettivo di sviluppare un’opportuna attività di marketing volta alla

E-SHOP: one-to-one,

promozione dell’impresa e dei suoi prodotti/servizi

B. modello del tipo Quando le imprese intendono acquistare in rete i

E-PROCUREMENT: one-to-many.

prodotti o i servizi occorrenti ai loro processi produttivi.

C. equivalente ai centri commerciali. Svolgono una funzione di intermediazioni tra quelli che

E-MALL:

sono i potenziali clienti e le imprese che intendono proporre le loro merci.

D. sistema di offerta/acquista in tutto simili alle ordinarie aste che

E-AUCTION: aste-on-line,

avvengono nel mondo del commercio reale.

Market Place mercato digitale in cui operano venditori che vendono ai

consumatori che accedono. Rilevante l’accesso a questo delle PA (e-proc./distribution)

Differenze tra:

Mercato Tradizionale Mercato virtuale

Strumenti usati

Voce, telefono, fax, posta internet

p.d.v. Acquirenti

Limite di orario 24 ore su 24

Si trovano prodotti di un solo c’è più scelta di fornitori

venditore

difficoltà a confrontare i prezzi facile fare ricerche di

mercato in breve tempo

prezzi più bassi

p.d.v. Venditori

vende a livello locale vende a livello mondiale

Fasi del commercio elettronico:

A. Si parla di tante attività tra cui anche quella dell’acquisto di merci

B. Si parte dalla presentazione dell’azienda ai consumatori (vetrina on-line)

C. Si prosegue con l’indagine dei prodotti

D. Transazione finanziaria

E. Consegna del prodotto

Interazione tra azienda e consumatore: le e-mail hanno un ruolo fondamentale tra l’azienda e il

consumatore, oltre al servizio clienti, oggi il successo di un’impresa deriva dal servizio post-vendita.

L’AZIENDA NEL COMMERCIO ELETTRONICO.

Vantaggi del Commercio elettronico per le imprese:

1. Possibilità di creare e mantenere buone relazioni con i consumatori finali (anche perché è possibile

sia inviare info che dare risposte immediate)

2. Possibilità di realizzare un rapporto costante e continuo tra le imprese e i consumatori quindi un

miglior servizio post-vendita delle imprese nei confronti dei consumatori

3. Riduzione dei costi perché i dati sono memorizzati una volta sola, l’utilizzo n volte non necessita di

ri-digitarizzarli

4. Maggiore efficienza (porta a maggiore risposta dei clienti, le e-mail velocizzano)

5. Possibilità di individuare prodotti e servizi diversi

Vantaggi per i consumatori:

1. Poter scegliere in un mercato globale

2. Minori costi di ricerca

3. Migliore qualità del servizio

4. Aumento della velocità di risposta

5. Personalizzazione dei prodotti e servizi

6. Possibilità di individuare prodotti e servizi diversi

7. Comodità nell’acquisto da casa

Riflessioni dell’Azienda che vuole andare in rete:

A. Non tutti i prodotti possono essere venduti in rete


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

12

PESO

139.83 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Teorie e tecniche della comunicazione pubblicitaria e della promozione d'immagine per il corso del professor Greco. Gli argomenti trattati sono i seguenti: il commercio elettronico, l'EDI, le sue caratteristiche, i problemi dell'EDI, i vantaggi delle aziende derivate dall’utilizzo dell’EDI, l’importanza di Internet oggi.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze umanistiche per la comunicazione
SSD:
Università: Milano - Unimi
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher melody_gio di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Teorie e tecniche della comunicazione pubblicitaria e della promozione d'immagine e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano - Unimi o del prof Greco Roberto Sebastiano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Teorie e tecniche della comunicazione pubblicitaria e della promozione d'immagine

Riassunto esame Teorie e Tecniche della comunicazione pubblicitaria e promozione dell'immagine, prof. Cappucci, libro consigliato Il Nuovo Consumatore verso il Postmoderno
Appunto
Riassunto esame Teorie e Tecniche della comunicazione pubblicitaria e promozione dell'immagine, prof. Cappucci, libro consigliato Il Medium è il Messaggio, Mcluhan
Appunto
Riassunto esame Teorie e Tecniche della comunicazione pubblicitaria e promozione dell'immagine, prof. Cappucci, libro consigliato Brand Equity
Appunto
Riassunto esame Teorie e Tecniche della comunicazione pubblicitaria e promozione dell'immagine, prof. Cappucci, libro consigliato People Are Media
Appunto