Che materia stai cercando?

Teoria, tecnica e didattica dell'attività motoria preventiva e dell'attività motoria adattata - Patologie addominali Appunti scolastici Premium

Appunti di Teoria, tecnica e didattica dell'attività motoria preventiva e dell'attività motoria adattata per l’esame del professor Maugeri. Gli argomenti trattati sono i seguenti: le patologie addominali, la tonicità dei muscoli dell’addome, l'anteroversione del bacino con conseguente lordosi lombare.

Esame di Teoria, tecnica e didattica dell'attività motoria preventiva e dell'attività motoria adattata docente Prof. A. Maugeri

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

-LOMBALGIA

E’ un dolore che interessa la regione postero-inferiore del dorso

(lombosacrale e sacroiliaca), talora irradiato agli arti inferiori

(sciatica).

Si manifesta con più incidenza negli anziani. Viene suddivisa in 2

forme:

forma acuta: episodio improvviso e dolore sempre più forte . Il

trattamento in fase acuta (quando il dolore persiste per più di 7

giorni) si basa principalmente sulla fisioterapia e sulla

chinesiterapia, limitando al minimo il riposo a letto e l'assunzione di

farmaci quali analgesici e miorilassanti. In questa fase è importante

condurre il paziente ad autogestire il proprio corpo, riducendo il

dolore e prevenendone le recidive e la cronicizzazione. La

ginnastica medica deve essere precoce e deve mirare al

rilassamento e allungamento dei muscoli principalmente coinvolti

(addominali, dorsali, lombari) e ad un'educazione posturale. Alla

fine delle sequenze è opportuno continuare con degli esercizi di

rafforzamento in isometria, inizialmente in scarico vertebrale, di

stabilizzazione lombosacrale e di mobilizzazione dolce e

progressiva.

forma cronica: il sintomo dura per più di 6-8 settimane

dall’insorgenza. Il trattamento della fase cronica (quando il dolore

persiste per più di 3 mesi) si basa sulle sequenze usate durante la

fase acuta accompagnate da quotidiani accorgimenti posturali e

sedute chinesiterapiche.

-PUBALGIA

è una tendinopatia inserzionale di natura infiammatoria che

interessa le inserzioni dei muscoli adduttori della coscia per

sovraccarico funzionale o microtraumi ripetuti. L'espressione

tecnica più corretta sarebbe sindrome retto-adduttoria in quanto

sono funzionalmente coinvolti gli addominali (retto, obliqui,

trasversi), gli adduttori (brevi, lunghi e grandi adduttori) e/o altri

muscoli del bacino (pettineo e piramidale). La categoria

maggiormente colpita da questa patologia è sicuramente quella dei

calciatori a causa ovviamente della tipologia di gioco, fatta di azioni

esplosive (scatti, salti, cambi di direzione, ecc.) che provocano

un'elevatissima sollecitazione delle strutture osteotendinee della

regione pubica. Per prevenire l'insorgenza di questo genere di

patologia o come tecnica riabilitativa è opportuno effettuare, oltre a

piccoli accorgimenti durante lo stretching e oltre ad un corretto

riscaldamento, adeguate sedute chinesiterapiche per migliorare la

postura e ridurre al minimo gli scompensi a livello del bacino. Per

raggiungere questo obiettivo è molto importante il rafforzamento

della parete addominale che consente di mantenere fermo il

baricentro e di evitare gli scompensi a carico della struttura ossea,

sia colonnare che pubica.

-IPERCIFOSI DORSALE

Consiste nell’accentuata curva fisiologica del tratto lombare. Si

parla di cifosi patologica o ipercifosi dorsale quando l'angolo della

cifosi dorsale è maggiore di 35°. Si tratta di una delle situazioni più

comuni, che può avere cause psicologiche, posturali, educative, e

soprattutto legate alla professione. Sono infatti la sedentarietà e

l'assunzione di posizioni scorrette, soprattutto in ufficio, a

determinare - nella gran parte dei casi - l'accentuarsi della

fisiologica curvatura cifotica dorsale.

Possiamo classificare semplicemente due tipi di cifosi:

1 - Cifosi mobili, o atteggiamento ipercifotico, quando un

volontario sforzo di raddrizzamento o una correzione passiva (ad

esempio il decubito dorsale), possono facilmente essere realizzati.

Non c'è una deformazione ossea e si tratta, infatti, di un semplice

atteggiamento posturale. Il trattamento sarà solo chinesiterapico.

2 - Cifosi parzialmente o totalmente fissate o rigide, o Ipercifosi,

che possono giovarsi sia di un trattamento chinisiterapico, sia di un

trattamento ortopedico o, nei casi più gravi, chirurgico.

Generalmente questo tipo di paramorfismo è collegato ad

un'iperlordosi lombare o cervicale per compensazione. E' possibile,

con le dovute attenzioni, correggere gli atteggiamenti di

paramorfismo avvalendosi dell'attività con i pesi, a patto che sia

mirata e agisca a scopo preventivo e migliorativo. L'obiettivo sarà

infatti quello di plasmare i muscoli in modo da ridurre al minimo

tutti gli errati atteggiamenti del rachide. E' importante sottolineare

che il persistere di una curva anomala del rachide nella regione del

dorso provoca dapprima un allungamento della muscolatura dorsale

e un accorciamento di quella pettorale; a lungo andare determina

quindi un progressivo adattamento e conseguente irrigamento dei

legamenti e una deformazione a cuneo dei corpi vertebrali; se il

soggetto non reagisce in tempo, il carico preme dunque sulla

concavità della curva e la deformazione, a poco a poco, diventa

irreversibile.

-IPERLORDOSI LOMBARE

L'iperlordosi lombare (eccessivo inarcamento del tratto inferiore

della colonna vertebrale) è presente, a causa del terreno piano e

tramite l'azione del potente muscolo ileo-psoas, nella quasi totalità

della popolazione. Essa, mentre è fisiologica nell'infanzia (fino a

circa 6 anni), in età adulta è la causa primaria di tutte le disfunzioni

posturali e si presenta sotto 2 forme:

Modello A: classico caso di iperlordosi lombare. L'eccessivo

inarcamento è lungo tutto il tratto lombare a cui corrisponde, di


PAGINE

8

PESO

12.43 KB

AUTORE

mariot14

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze motorie (Facoltà di Medicina e Chirurgia e di Scienze della Formazione)(CATANIA)
SSD:
Università: Catania - Unict
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher mariot14 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Teoria, tecnica e didattica dell'attività motoria preventiva e dell'attività motoria adattata e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Catania - Unict o del prof Maugeri Antonino.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze motorie (facoltà di medicina e chirurgia e di scienze della formazione)(catania)

Fisiologia dello sport - Lezioni
Appunto
Pedagogia Speciale
Appunto
La Resistenza - teoria e metodologia dell'allenamento
Appunto
Teoria e metodologia dell'allenamento
Appunto