Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

NB: il soggetto cerca sempre di trasformare il proprio non sapere in un sapere; o almeno in un certo

sapere e nel far questo egli ricorre a tutto ciò k l'esperienza gli mette a disposizione, alla propria

storia, tradizione, memoria.

Il modo d'essere dell'uomo non coincide mai perfettamente kn quello del vivente.

L'esaltazione a oltranza dell'uomo perseguito dalla sua modernità, si configura di fatto come:

perdita del soggetto; l'uomo ke la modernità esalta non è l'uomo nella sua concretezza personale, è

un uomo privo di fattori essenziali della sua realtà, un uomo condotto a illudersi di essere padrone e

signore di tutto e, km tale, bisognoso di nulla.

ISTITUZIONE DELLA CHIESA

La questione delle origini della Chiesa.

Domanda: la Chiesa in quanto tale così come appare ora, risponde al volere di Cristo ?

L'esperienza degli Apostoli dopo la resurrezione di Cristo quale criterio interpretativo delle parole

di Gesù a proposito della Chiesa e quale criterio compensativo del senso della Chiesa.

Non esiste alcun fatto fondativo della Chiesa così km lo immagineremmo noi oggi; ma esistono

delle parole e degli eventi nella vita terrena di Gesù k evocano la realtà della Chiesa.

Parole ed eventi → da qui prende avvio una prassi attraverso la quale va a configurarsi la realtà

della Chiesa nel cui progressivo darsi si realizza la volontà stessa di Cristo.

Il perdono dei peccati (il sacramento della penitenza) è una prassi k appartiene alla Chiesa, il

perdono dei peccati era una prerogativa di Dio, nessun'altro all'infuori di Dio poteva perdonare i

peccati. Ma nella chiesa degli apostoli troviamo la consuetudine di perdonare i peccati, cos'è

successo?

Si spiega facendo riferimento ad un' esperienza ke gli apostoli si sono trovati a fare: l'esperienza del

peccato dei battezzati dopo il battesimo; si sono ricordati k Gesù (oltre k a guarire gli storpi e i

cechi) durante la sua vita terrena aveva + volte perdonato gli uomini, dicendo k quel potere

(esclusivo di Dio) di perdonare il peccato, veniva esercitato in mezzo agli uomini.

Le parole di Gesù sulla Chiesa.

a) L'episodio di Cesare di Filippi

→ Ogni volta le parole di Gesù rivolte a Simone si trovano subito dopo l'Eucarestia.

Il Signore si è donato ai suoi, sotto la specie del pane e del vino; possiamo vedere nell'istituzione

dell'Eucarestia il vero e proprio atto fondativo della Chiesa → attraverso l'Eucarestia il Signore si

dona ai suoi non solo se stesso, ma anke la realtà di una nuova comunione tra di loro k si prolunga

nei tempi “finche Egli venga”; questa nuova comunione donata da Cristo ai suoi è la Chiesa.

Il senso della Chiesa: la continuazione della presenza di Cristo nella storia.

Cristo risorto è salito al Padre e continua ad essere vivo ed operante attraverso le parole degli

Apostoli.

CHIESA = manifesta la presenza di Cristo vivo, e incontrabile a tutti gli uomini di tutti i tempi.

Le immagini della Chiesa.

2 immagini del legame Cristo-Chiesa:

1. Il CORPO MISTICO = evoca la stretta unione tra Cristo e i suoi fedeli, ovvero la Chiesa

La vite e i tralci → “io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiolo, ogni tralcio k in me

non porta frutto, lo taglierà via, e quello k porta frutto lo poterà xk porterà + frutti.

Io sono la vite e voi i tralci, ki rimane in me, ed io in lui, da molti frutti; xk senza di me non potete

fare nulla. Se qualcuno non rimarrà in me, sarà gettato via”.

Es, nella prima lettera di Corinti:

“Come il corpo, pur essendo uno, ha molte membra e tutte le membra, pur essendo molte, sono un

corpo solo, così anche Cristo. Noi tutti siamo stati battezzati in un unico Spirito x formare un solo

corpo”.

Es. Paolo comprende la comunità cristiana come un corpo, egli se ne serve in modo libero x

evidenziare:

– i rapporti all'interno della società ecclesiale

– la relazione fondante kn il Signore

CORPO NATURALE → il principio di unità congiunge le parti in modo k le singole manchino

completamente della propria sussistenza.

CORPO MISTICO → la forza di muta congiunzione unisce le membra tra loro in modo k le

singole godano di tutti di una propria personalità, in esso tutti i vincoli di unità si vincolano sia il

corpo fisico k il corpo morale attraverso lo Spirito divino.

2. IL CHRISTUS TOTUS = evoca la stretta relazione k intercorre tra Cristo e la Chiesa; relazione

paragonabile a quella sussistente tra la testa di un carpo e le sue membra: com'è impensabile un

corpo nel quale il capo sia separato dalle membra così la realtà di Cristo diventa indicibile se non in

stretta connessione con la Chiesa; ovvero: la comunità dei battezzati (quali membra di un'unico

corpo). I FATTORI COSTITUTIVI DELLA CHIESA COLTI ALLA SUA ORIGINE

– La chiesa quale luogo del rapporto intrinseco tra l'umano e il divino

– La dimensione missionaria della Chiesa

I SACRAMENTI

= Modalità di comunicarsi permanente del divino.

I Sacramenti sono segni efficaci k comunicano la Grazia proveniente dai misteri della vita stessa di

Cristo. Da lui istituiti sono comunicati attraverso il rito sacro della vita dell'uomo.

– BATTESIMO

– CRESIMA

– EUCARESTIA

– MATRIMONIO

– PENITENZA

– UNZIONE DEI PECCATI

– ORDINE SACRO

Il sacramento della creazione:

L'intera creazione è il luogo della manifestazione di Dio.

Paolo utilizza la bellezza della creazione x introdurre il non credente a ragionare di fronte a questo

segno ed arrivare a Dio.

Sacramento primordiale è: la REALTA' CREATURALE.

La struttura elementare della Rivelazione è quella della COMUNICAZIONE, del dialogo.

È Dio k parla e il vertice della creazione, l'uomo ascolta e comprende il linguaggio di Dio attraverso

segni k corrispondono al suo modo di ragionare e di comprendere; tutto il creato prende origine da

Dio e occorre guardarlo km “segno” della sua Gloria.

La persona come corpo animato. Cristo come sacramento primordiale:

Dio, ancora prima di originare il mondo, aveva pensato al “dinamismo della comunicazione di sé

stesso all'Uomo”; aveva pensato ad un linguaggio di segni visibili (modalità + adeguate x l'uomo x

comprendere la realtà).

Dio ha voluto comunicare kn noi attraverso segni visibili k coincidono kn il linguaggio della realtà.

Quindi attraverso: parole, gesti, eventi k x loro natura necessitano di spazio e tempo di cui la realtà

+ evidente è la PERSONA.

La strada scelta da Dio x comunicare all'uomo è quella del SEGNO.

L' Io con un CORPO: la PERSONA nella sua interezza, è il luogo della comunicazione/incontro tra

Dio e la sua creatura (il corpo è il Sacramento della Persona).

Il segno-sacramento della Creazione trova il suo senso-significato ultimo nel: Corpo umano di

Cristo. (Cristo immagine di uomo perfetto → disegno di salvezza).

Chiesa è il Sacramento umano di Cristo; essa è lo strumento/la modalità attraverso il quale

posso entrare in contatto reale con Dio.

Il “Ministro ordinato” (prete, diacono, vescovo) quando celebra i sacramenti li celebra “in persona

Christi” = opera km strumento di Cristo; xk mediante il suo corpo Cristo possa: battezzare,

perdonare, offrire il sacrificio della croce.

l'”ex opere operato” = significa k l'azione sacramentale è efficace.

NB: xk i sacramenti siano efficaci occorre la FEDE personale.

I sacramenti svilupperanno tutta la loro potenzialità di grazia quanto + il ministro e il ricevente

saranno ben disposti ad accogliere il dono di Dio.

Cosa occorre x ricevere fruttuosamente i sacramenti ?

Sapere Pensare ciò k si va a ricevere richiede il catechismo.

SAPERE → implica la conoscenza approfondita del bene k sono i sacramenti

PENSARE → significa la memoria continua, è il desiderio qui e ora dell'incontro con Cristo

- Il BATTESIMO esprime e sviluppa la dimensione della dipendenza.

- La CRESIMA è il sacramento della maturità cristiana, rende chiara la dimensione di Dio.

- L'EUCARESTIA sviluppa il significato nascosto dal pasto, vale a dire k l'uomo ha fame e sete

della partecipazione alla vita divina.

- Il MATRIMONIO rappresenta l'amore vivo di un reciproco donarsi e la fedeltà degli sposi, il

sacramento illumina la presenza di Dio nell'amore degli sposi.

- UNZIONE DEI MALATI esprime la potenza salvifica e salutare di Dio

- PENITENZA: ci permette di confessare la nostra colpa, di chiedere il perdono e domandare la

forza di ricominciare il nostro cammino.

- ORDINE SACRO: conferisce, a quegli uomini k si mettono a disposizione x questo servizio di

paternità, gli stessi poteri di Cristo in ordine alla salvezza dell'umanità.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

7

PESO

114.50 KB

PUBBLICATO

5 mesi fa


DETTAGLI
Esame: Teologia II
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze motorie e dello sport (Facoltà di Medicina e Chirurgia di Roma e di Scienze della Formazione di Milano) (MILANO)
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher micheladelucca di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Teologia II e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cattolica del Sacro Cuore - Milano Unicatt o del prof Manzoni Mario.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze motorie e dello sport (facoltà di medicina e chirurgia di roma e di scienze della formazione di milano) (milano)

Riassunto esame Teoria e Metodologia del Movimento Umano, prof. Casolo, libro consigliato Lineamenti di Teoria e Metodologia del Movimento Umano
Appunto
Riassunto esame Pedagogia, prof. Mari, libro consigliato Razionalità Metafisica e Pensare Pedagogico
Appunto
Pedagogia appunti primo semestre
Appunto
Riassunto esame pedagogia, prof. Mari, libro consigliato Pedagogia alla prova della virtù, autore Giuseppe Mari
Appunto