Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

TEATRO ELISABETTIANO

1576 (costruzione del primo teatro pubblico, «The Theatre») – 1642 (chiusura dei teatri da parte dei

puritani)

DIVISO IN TRE FASI:

1. Fede nella potenza del genio e della creatività umana. Fase giovanile e

piena d’entusiasmo caratterizzata dagli University Wits (Lyly, Marlowe,

ecc…)

2. Caratterizzata dal passaggio di secolo: crisi dei valori, disgregazione della

concezione del mondo medievale (per il progresso della scienza) e

situazione politica (vecchia regina senza eredi che lascia il trono al re di

Scozia). Pessimismo e amarezza dominano le scene, con la tragedia che

raggiunte il suo punto più alto (specialmente con Shakespeare)

3. Sentimenti contrastanti come l’indifferenza, la malinconia, rassegnazione

o affannosa ricerca di equilibri e armonie perdute (Shakespeare maturo,

Ben Johnson ecc…)

CARATTERISTICHE:

• Legame con la tradizione Lo rendono unico

autoctona e originale e lo

• Ignorate le regole classiche differenziano dal

mescolando tragico e comico e teatro

muovendosi liberamente nello contemporaneo

spazio e nel tempo. Scelte

precise degli autori (erano a del resto

conoscenza del Principio delle d’Europa

tre unità) che preferiscono

seguire le regole imposte dal

ritmo della vita, delle emozioni

e dei sentimenti.

TEMI:

• Idea dell’ordine dell gerarchia che regola i rapporti umani (riflesso della gerarchia del mondo).

• Conta la conservazione di un ordine armonico o la sua restaurazione

Il personaggio che conserva, infrange o restaura l’ordine non è più l’uomo del medioevo ma quello

del Rinascimento (come Riccardo III, Amleto, ecc…)

Filone importante del teatro elisabettiano è la Revenge Tragedy, dove l’azione principale riguarda lo sviluppo

della vendetta con la morte dell’assassino e spesso del vendicatore stesso (rappresentato o come eroe o come

)

cattivo Elementi

caratterizzanti:

Spettri, assassini, tentativi di vendetta, pazzia reale o simulata e morte, che coinvolge tanto i colpevoli quanto

gli innocenti

STILE:

• Stretto rapporto tra pubblico e attori

• Azione frenetica che si sposta liberamente in più luoghi, vicende

rappresentate in successione cronologica mediante il susseguirsi

di scene brevi (trama complessa con intrecci paralleli)

• Centralità dell’attore (data l’assenza della scenografia) e del

dialogo (le battute indicano quando necessario i luoghi

dell’azione).

• Attenzione solo allo sviluppo dell’azione: tempo e spazio mutano

facilmente così come il tono, che alterna tragico e comico

• Atteggiamento morale reso mediante l’uso di un linguaggio

poetico, con riferimenti, metafore e allusioni

TEATRI Si dividevano in Teatro al chiuso (per un

due categorie, pubblico aristocratico)

PUBBLICI entrambe in uso

dopo il 1570

Nelle arene veniva invece

solamente allestito il

capannone che fungeva da Venivano Masques

allestiti

palcoscenico e Interludes

Teatro all’aperto (per un

I teatri pubblici all’aperto pubblico più ampio): Le stesse compagnie, dopo il 1610,

derivavano in genere da due venivano allestiti Street usavano entrambi gli spazi

diversi modelli spaziali: i cortili Pageant, cicli religiosi,

delle locande e le arene tornei e le moralità Il primo fu il Red Lion (1567), costruito

Teatri permanenti dal cognato di Burbage, con

costruiti secondo

Secondo le ricostruzioni i teatri nei cortili quest’ultimo che costruì poi il The

questa

delle locande avevano un palcoscenico Theatre (1576)

disposizione

simile a un capannone, circondato da file di

gallerie che giravano intorno e garantivano

posti a sedere su più livelli. La maggioranza

degli spettatori restava in piedi nel cortile


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

12

PESO

76.15 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in letteratura musica spettacolo
SSD:
Docente: Fazio Mara
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher jluk04250 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia del teatro moderno e contemporaneo e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Fazio Mara.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia del teatro moderno e contemporaneo

Riassunto esame Storia del Teatro, prof. Fazio, libro consigliato Lo Spazio Scenico dai Greci alle Avanguardie, Sinisi, Innamorati
Appunto
Riassunto esame Storia della Lingua Italiana, prof. Serianni, libro consigliato La Lingua Italiana, Marazzini
Appunto
Età arcaica - Riassunto esame, prof. Cirio
Appunto
Riassunto esame Cinema, prof. Di Donato, libro consigliato La macchina del cinema, Bertetto
Appunto