Che materia stai cercando?

Reati contro l'amministrazione della giustizia_Tabulazione

Questa tabulazione decompone i singoli delitti contro l'amministrazione della giustizia per un'analisi attenta e utile a qualsiasi esame di diritto penale di parte speciale. Per una corretta compresione, sono inclusi anche concetti chiave di parte generale e di procedura penale.

Esame di Diritto penale avanzato docente Prof. G. Fornasari

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

contro l’amministrazione

Tabulazione Diritto penale avanzato Reati della giustizia Mattia Cutolo

Il reato del primo comma è co- Condotta di falsità in atti dichiarazioni, aventi va- Il dolo è generico e investe Consumazione avviene La giurisprudenza accetta solo la

374-bis, false dichia- all’in-

mune; il reato del secondo lore di scrittura privata, che siano menzognere la mendacia delle dichiara- nel momento della reda- falsità ideologica e non anche la

razioni o attestazioni zioni nell’atto zione dell’atto.

comma è proprio (qualifica di terno di documento formalmente valido con oggetto le avente va- falsità materiale, ossia la presenta-

in atti destinati

all’AG. PU). caratteristiche personali del condannato o sottoposto a lore di scrittura privata zione di un atto non valido. Non ri-

leva dunque l’autenticità dell’atto.

misura di prevenzione. È reato di pericolo astratto.

Il reato è proprio: solo coloro Reato presupposto deve essere stato commesso un Il dolo è specifico e inve- Consumazione avviene Rapporto tra condotte [a] e [b]: nel

375, frode in processo ste l’idoneità del depistag- in [a] quando l’immuta-

– 19

che abbiano la qualifica di pub- reato. Problema concorso di reati se commessi da PU . caso in cui vengano poste in essere

penale e depistaggio  se c’è

da fase prodromica blico ufficiale o incaricato di Condotta di depistaggio materiale [lettera a] punito gio a impedire od ostaco- zione artificiosa viene entrambe: concorso di reati

l’indagine o del pro-

18

alle indagini prelimi- pubblico servizio . il soggetto qualificato che immuta artificiosamente il lare percepita; in [b] quando continuazione tra [a] e [b], mentre

20

nari fino alla fine. Si noti che nel momento in cui corpo del reato , stato dei luoghi, delle cose o delle per- cesso. viene posta in essere da- unicità del reato assorbita da [b] se

l’autore del reato presupposto si vanti all’AG.

21

sone connessi al reato . questa condotta trovi poi espres-

veda iscritta la notitia criminis, Condotta di depistaggio formale [lettera b] punito sione in [a].

il soggetto qualificato che davanti all’AG o PG

egli non potrà più essere impu- nega il Nel caso di più condotte [b], si rav-

visa il principio dell’assorbimento.

tato per il 375 cp (diritto di non vero, afferma il falso o è reticente circa ciò che gli viene

auto-incolparsi). chiesto (con principio di pertinenza e rilevanza). È reato Peculiare divieto di bilanciamento

di pericolo concreto. tra circostanze ai commi 2 e 3.

– Soggetto dell’esimente è il La cd “ritrattazione tardiva” è

376, ritrattazione sog- Condotta di ritrattazione consta nella sostituzione È necessaria una generale I termini: nel processo cir-

accertamento della ve- getto penalmente responsabile di di ciò che di falso era stato dichiarato con asserzioni cor- volontarietà, non rile- penale entro la chiusura costanza attenuante ex art. 62.nu-

rità dei fatti. uno dei reati presupposti (ossia: rispondenti a verità. Struttura bifasica: affermazione del vando la spontaneità. del dibattimento, nel mero 6 cp a titolo di ravvedimento

371-bis, 371-ter, 372, 373, 375.1 vero e negazione del falso. La natura giuridica della ri- processo civile entro la post-delictum.

22

[b] e 378). trattazione è controversa . sentenza.

Il reato è comune. Presupposto la mancata esecuzione dei delitti- Il dolo è specifico e inve- Consumazione avviene Si noti che il soggetto destinatario

377, intralcio alla

giustizia [induzione a scopo, ossia di false informazioni a PM e difensore, falsa ste: il presupposto + con- [c.1] nel momento in cui della condotta non sarà mai punito

l’offerta/promessa

delitti scopo]. testimonianza e falsa perizia o interpretazione. dotta di offerta/promessa o (reato plurisoggettivo improprio)

 consiste nell’offrire/promettere

Condotta c.1 da- violenza o minaccia + giunge al destinatario; e che se accetta la promessa, sarà

naro/altra utilità per indurre il soggetto destinatario a scopo di indurre il destina- oppure [c.3] nel mo- comunque coperto da causa di non

commettere uno dei delitti-scopo. Offerta/promessa tario a commettere uno dei mento in cui si manifesta punibilità.

deve essere idonea. delitti-scopo. la violenza o la minaccia

Condotta c.3 consiste nel usare violenza o minaccia come coartazione di vo-

nell’art.

(descritte 610 cp) per indurre il soggetto desti- lontà.

natario a commettere uno dei delitti-scopo.

Il reato è a forma vincolata e di mera condotta.

Destinatari della condotta dichiarante davanti a giu-

dicante o PM; dichiarante davanti a difensore; perito,

23

consulente tecnico o interprete .

Sorgono problemi di interpretazione perché dalla lettera del codice non c’è la limitazione di responsabilità ai soli fatti che vengono posti in essere nell’esercizio delle funzioni di pubblico ufficiale o incaricato

18

di pubblico servizio. Tuttavia, questo nesso causale tra lo sviamento delle indagini e la qualifica del soggetto attivo è sostenuto sia in dottrina, sia in giurisprudenza (Cassazione del marzo 2017). Le ragioni hanno

le basi nella elevata cornice sanzionatoria e nella assenza di copertura dai reati scusabili sotto 384 cp. Altro problema che sorge è se la qualifica debba preesistere alle indagini oppure possa essere occasionale.

La Cassazione nella stessa pronuncia ora riportata dispone che la qualifica debba preesistere alla commissione del fatto.

19 Caso in cui il PU abbia commesso anche il reato presupposto: il concorso di reati si avrà solo nel momento in cui ci sia uno iato tra la commissione del reato e lo sviamento delle indagini.

20 Per corpo del reato si deve intendere (253 cpp) le cose sulle quali o mediante le quali il reato è stato commesso nonché le cose che ne costituiscono il prodotto, il profitto o il prezzo.

Dottrina si divide circa l’opportunità di interpretare la “connessione” in senso esteso, concetto di origine processuale, o ristretto.

21

22 Tre le teorie che si sono susseguite: (1) condizione di non procedibilità, secondo cui non si sarebbe potuto procedere contro un soggetto fin quando i termini della ritrattazione non fossero spirati; (2) causa

estintiva del reato, secondo cui ciò che elide la pena fa cadere anche il reato; (3) causa di non punibilità, secondo cui riflette la natura special-preventiva della sanzione penale.

23 In dottrina si è optato per la tesi formalistica secondo la quale il reato di cui al 377 cp si configura solo nel momento in cui il soggetto destinatario assuma la qualifica necessaria e non prima.

Pag. 4 a 8

contro l’amministrazione

Tabulazione Diritto penale avanzato Reati della giustizia Mattia Cutolo

Il reato è comune. Condotta di induzione di chi con offerta/promessa o Il dolo è generico e inve- Consumazione avviene Possibile interferenza con 377

377-bis, induzione a induce la persona chiamata dall’AG a

violenza/minaccia ste: condotta + induzione a nel momento in cui si quando il reato in esame, 377-bis,

non rendere dichiara- verifica l’evento di

non rendere dichiarazioni o a rendere dichiarazioni men- non far rendere dichiara- ri- si arresti al tentativo (per le diffe-

zioni o rendere di- daci. È reato a forma vincolata e di evento. zioni o a far rendere di- nuncia o dichiarazione renze trai due articoli, si veda la

chiarazioni mendaci 

all’AG

24 Destinatari della condotta persona chiamata (inda- chiarazioni mendaci. mendace. nota 24).

. dall’AG

gato e persone informate dei fatti) (giudicante o

PM) a rendere dichiarazioni utilizzabili in un processo

penale (senza cause di inutilizzabilità secondo cpp) e che

abbia la facoltà di non rispondere (indagato e imputato,

circa dichiarazioni su fatto proprio).

Evento del reato effettiva rinuncia a rendere dichia-

razioni o a rendere dichiarazioni mendaci.

25

Il reato è comune . Presupposti del reato (1) requisito positivo: condotta Il dolo è generico e inve- Consumazione avviene È configurabile il favoreggia-

378, favoreggiamento mento dell’innocente.

26

in essere dopo la commissione di un reato (non basta ste: i presupposti del reato nel momento in cui la

personale. un mero sospetto ma non serve neanche che ci sia l’ele- + la condotta di aiuto. condotta idonea viene La dottrina ha discusso a lungo su

27

mento soggettivo: basta un fatto antigiuridico ); (2) re- posta in essere. Il tenta- specifiche condotte di favoreggia-

quisito negativo: fuori dai casi di concorso, nel senso che tivo è configurabile. mento che derivino da diverse ca-

un soggetto non può essere imputato per concorso nel tegorie professionali.

28

reato presupposto e anche favoreggiamento.

Condotta aiutare ad eludere le investigazioni (svolte

29

dalla PG o PM) o a sottrarsi alle ricerche (cioè coerci-

zione personale). La condotta non deve essere efficace

ma idonea. È reato a forma libera e di mera condotta.

 C’è una

Il reato è comune. Presupposti del reato si veda la fattispecie di favo- Il dolo è generico e inve- Consumazione avviene clausola di riserva cd de-

379, favoreggiamento

reale eseguibilità reggiamento personale. Tuttavia la condotta reale di fa- ste: i presupposti del reato nel momento in cui la terminata che individua la fattispe-

della confisca del pro- voreggiamento può essere posta in essere anche dopo la + la condotta di aiuto, in condotta idonea viene cie in esame come sussidiaria ri-

vento del reato. condanna definitiva per il reato presupposto. particolare il fatto che posta in essere. Il tenta- spetto a ricettazione e riciclaggio.

 l’oggetto materiale sia

Condotta aiutare il reato ad assicurarsi prodotto, pro- tivo è configurabile.

fitto o prezzo del reato. È reato a forma libera e di mera provento del reato.

condotta (configurabile anche mediante omissione)

“Intralcio alla giustizia” “Induzione

24 Tra il reato di cui al 377 cp e 377-bis cp a non rendere dichiarazioni o a rendere dichiarazioni mendaci”, intercorrono le seguenti differenze: (1) i destinatari delle condotte

(nel 377 cp sono perito, consulente tecnico, custode e persona chiamata per dichiarazioni davanti ad AG; mentre nel 377-bis sono indagato e imputato); (2) il tipo di reato (il 377 cp di mera condotta, il 377-bis

cp di evento); (3) modalità di minaccia e violenza (nel 377 cp sono sanzionati in maniera differente e su due commi differenti, nel 377-bis tutto il contrario).

25 Caso di autofavoreggiamento non è punibile; caso di autofavoreggiamento attraverso autore mediato (in cui un indagato convinca un soggetto terzo a commettere un favoreggiamento personale per aiutarlo), è

di un terzo per salvare se stesso), non è punibile; caso di istigazione all’autofavoreggiamento,

punibile; caso di autofavoreggiamento mediato (in cui un indagato commetta favoreggiamento personale nei confronti

viene meno la tipicità; favoreggiamento reciproco, non è punibile.

“Dopo”

26 significa che il reato presupposto può aver manifestato anche una minima rilevanza: infatti la norma non parla di consumazione ma di commissione e il 418 cp prevede che sia configurabile il

favoreggiamento nei confronti di un’associazione mafiosa (reato permanente) senza che sia necessario che essa si sciolga per configurarsi la fattispecie di cui al 378 cp.

Inoltre, se si esclude la rilevanza dell’imputabilità ai fini di configurare il favoreggiamento personale, neanche la

27 colpevolezza e le eventuali scusanti possono rilevare. Così come neanche le condizioni obiettive

Rileva invece l’abolitio

di punibilità, le condizioni di procedibilità e le cause di estinzione del reato. criminis.

28 Si configurerà concorso di persone nel reato presupposto nel momento in cui la condotta di favoreggiamento sia un apporto causale consapevole.

per il dato letterale, per il fatto che non c’è nessun evento e quindi non si può applicare il 40 cp e non vige nessun obbligo

29 Non è accoglibile la teoria del favoreggiamento mediante omissione: giuridico di

garanzia. È tuttavia configurabile mediante mendacio alla polizia giudiziaria: anche perché le prove ai fini del processo non si acquisiscono più esclusivamente nella fase dibattimentale.

Pag. 5 a 8

contro l’amministrazione

Tabulazione Diritto penale avanzato Reati della giustizia Mattia Cutolo

C’è una clausola di

Il reato è proprio, solo chi ha ap- Il dolo è generico e investe Consumazione avviene sussidiarietà

379-bis, rivelazioni di Condotta di indebita rivelazione di notizie segrete nel momento in cui l’in-

preso notizie segrete per aver notizie apprese per il solo fatto di aver partecipato/assi- le indebite rivelazioni o la nei confronti del reato più grave.

segreti inerenti a un partecipato ad un procedimento stito ad un processo penale che vengono poi comunicate violazione del segreto. debita rivelazione o vio- In Germania il reato è sanzionato

procedimento penale. penale o chi ha fornito dichiara- a terzi indebitamente (senza cause di giustificazione). lazione viene posta in in tutti i processi.

zioni poi secretate dal PM. Condotta di violazione del segreto PM ai sensi del essere.

cpp, il PM può vietare alle persone sentite di comunicare

circostanze relative all’indagine (max due mesi).

È reato plurisoggettivo improprio.

 L’infedele patrocinio può concor-

Il reato è proprio, solo chi è pa- Presupposto pendenza di un procedimento davanti Il dolo è generico e inve- Consumazione avviene

380, patrocinio o con-

– all’AG

30

sulenza infedele trocinatore o consulente tec- (anche PM), se invece la condotta scorretta è solo ste: la condotta di venir nel momento in cui av- rere con la violazione del segreto

31

unico interesse tute- nico . pre-processo la fattispecie non si configura. Il presuppo- meno agli obblighi profes- viene il nocumento. professionale.

lato tra pubblico e pri- sto si dà per necessario in via ermeneutica. sionali + il nocumento Circostanze aggravanti nel caso di

vato. Condotta infedele contravvenzione agli obblighi della parte. collusione, nel caso di danno ad

non necessariamente all’in-

professionali deontologici, imputato, anche nel caso di parti-

terno del procedimento davanti ad AG. colare gravità del reato.

Evento nocumento degli interessi della parte, può es-

sere patrimoniale o no.

Il reato è proprio, si veda Sog- Presupposto pendenza di un procedimento davanti Il dolo è generico e inve- Consumazione avviene -----------------------------------------

381, altre infedeltà all’AG (anche PM). Il presupposto è espresso (≠ 380 cp).

getti attivi di cui sopra. ste: o la condotta di patro- con il primo atto che sia

del patrocinatori o del Il procedimento può essere distinto ma concernente la cinio contemporaneo o il di patrocinio contempo-

consulente. o con l’assunzione

stessa controversia. patrocinio successivo. raneo

 dell’incarico successivo.

Condotta di patrocinio contemporaneo prestazione

di opera allo stesso momento a favore della parte con-

traria, ossia che materialmente abbiano nel processo in-

teressi divergenti. 

Condotta di patrocinio successivo assunzione

dell’incarico a favore della parte avversaria (ora in senso

formale) al proprio precedente cliente senza che questi

abbia potuto acconsentire.

Il reato è proprio: solo il patro- Presupposto pendenza di un procedimento davanti Il dolo è generico e inve- Consumazione avviene -----------------------------------------

382, millantato cre- all’AG.

cinatore (ossia chiunque sia abi- ste: presupposto del proce- nel momento della da-

dito del patrocinatore. 

– litato all’attività di difesa, rap-

regolare andamento Condotta di millanteria esagerare o inventare rela- dimento in corso davanti zione o della promessa.

dell’amministrazione presentanza o assistenza. Il con- zioni che potrebbero favorire la posizione del proprio as- ad AG + condotta di mil-

32

della giustizia. sulente tecnico non è soggetto sistito . lanteria + pretesto per uti-

attivo). Condotta di pretesto il millantato credito posto in lità.

essere dal patrocinatore funge da pretesto, nei confronti

del proprio assistito, per ricevere lui stesso oppure far

dare/promettere danaro o altra utilità ad un terzo.

È reato plurisoggettivo improprio e di evento.

Patrocinatore è chiunque sia abilitato a svolgere attività di difesa, rappresentanza o assistenza davanti all’AG: avvocati, praticanti

30 con patrocinio, avvocati dello Stato, ufficiali difensori davanti a tribunali

militari; non possono considerarsi patrocinatori né il procuratore speciale ad acta, né il curatore speciale. Non è soggetto attivo il patrocinatore non abilitato.

31 È soggetto di cui le parti possono servirsi quando ci sia la necessità al fine di affrontare questioni tecniche relative alle controversie giudiziali.

32 I soggetti destinatari della millanteria sono tassativi: giudicante, PM, testimone, perito, interprete. Pag. 6 a 8


PAGINE

8

PESO

649.35 KB

PUBBLICATO

10 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Trento - Unitn
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher MattiaCutolo di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto penale avanzato e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Trento - Unitn o del prof Fornasari Gabriele.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto penale avanzato

Diritto penale avanzato - Appunti Prof. Fornasari
Appunto
Diritto penale avanzato - i reati contro la Pubblica Amministrazione
Appunto
Reati contro l'ordine pubblico - Tabulazione
Appunto
Schemi diritto romano
Appunto