Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

IN ITALIA FUMA IL 26,2% DELLA POPOLAZIONE

ITALIA – INDAGINE DOXA 2004

6

3

%

2

2

% 1

4

% 4

5

%

3

0

% 2

8

%

F

U

M

A

T

O

R

I E

X

F

U

M

A

T

O

R

I N

O

N

F

U

M

A

T

O

R

I

Suscettibilità agli effetti

del fumo nella donna

• U.S.A.: Le femmine adolescenti sembrano avere

un minor accrescimento del polmone, legato agli

effetti del fumo (Gold et al, 1996).

• Italia: Maggiore reattività bronchiale nelle

femmine, associata al fumo (Paoletti et al, 1996).

• Danimarca: Il rischio di ospedalizzazione per

malattie polmonari è più alto e la funzione

polmonare è più bassa nelle donne fumatrici

rispetto agli uomini fumatori

(Prescott et al, 1997).

Suscettibilità agli effetti

del fumo nella donna

• U.S.A.: Il rischio di tumore al polmone è più

alto nelle donne rispetto agli uomini a qualsiasi

livello di esposizione al fumo e questa differenza

sembra legata ad una maggiore suscettibilità ai

cancerogeni del tabacco (Risch et al 1993, Zang et al, 1996).

• Cina: L’inalazione di cancerogeni durante la

friggitura della carne, sembra aumentare il rischio

di tumore polmonare nelle fumatrici (Seow et al 2000)

Suscettibilità agli effetti

del fumo nella donna

Germania e Italia: per livelli confrontabili di

esposizione al fumo il rischio di tumore polmonare

è simile nelle donne e negli uomini (Kreuzer et al 2000).

Danimarca: Il rischio di mortalità per le malattie

respiratorie e vascolari (ma non per tumore p.) è più

alto nelle donne fumatrici che negli uomini fumatori

(Prescott et al, 1998).

Tumore polmonare e fumo

di sigaretta nelle donne

Europa: studio multicentrico, 1556 casi;

• il fumo di sigaretta durante la vita è

associato ad un aumento di 5 volte della

probabilità di tumore polmonare

Pacchi anno

• nelle fumatrici correnti l’aumento è di 9 volte

numero sigarette fumate/20 x anni di fumo

• la probabilità aumenta con la quantità

di sigarette fumate: ogni 10 pacchi-anno

aumenta del 70%

• la probabilità è maggiore tanto più precoce

è l’età di inizio dell’abitudine al fumo

ALMENO

Il fumo di sigaretta e’ la causa DONNA GRAVIDA FUMATRICE

principale di NEOPLASIA: CERVELLO

•POLMONE CAPELLI

VISO

•OROFARINGE CAVO ORA

VIE AEREE

•VESCICA CUORE

C’è evidenza che possa MAMMELLA

rappresentare un fattore di POLMONI

rischio importante per UTERO

NEOPLASIE localizzate: OVAIO

VENE

•FEGATO OSSA

•COLON RETTO ARTERIE UNGHIE

•CERVICE UTERINA

•PANCREAS E RENE

Ed ancora a livello di

LARINGE ed ESOFAGO

Il fumo di sigaretta è la causa principale di

MALATTIA CORONARICA.

Rappresenta un importante fattore di rischio:

•STROKE

•EMORRAGIA SUBARACNOIDEA

•ROTTURA DI ANEURISMA AORTA ADDOMINALE

•ATEROSCLEROSI PERIFERICA

Il fumo di sigaretta è la causa principale di BPCO. Il 90%

dei decessi per BPCO negli USA è dovuto al fumo.

ADOLESCENTI: riduzione della crescita del polmone

ADULTE: declino precoce della funzionalità polmonare

È evidente inoltre, che il fumo di sigaretta possa alterare il

ciclo mestruale favorendo la comparsa di mestruazioni

dolorose, amenorrea secondaria e varie irregolarità mestruali

DONNA GRAVIDA FUMATRICE

Aumentato rischio di

INFERTILITA’ PRIMARIA

INFERTILITA’ SECONDARIA

GRAVIDANZA ECTOPICA

ABORTO SPONTANEO

NASCITE PRETERMINE

NATI MORTI

NEONATI SOTTOPESO

PLACENTA PREVIA

ROTTURA DI PLACENTA

MALFORMAZIONI

RRR= RIDUZIONE RISCHIO RELATIVO

Baronciani 2003

“SMOKING WHILE PREGNANT MAY

DAMAGE FETAL CHROMOSOMES” JAMA 9 MARCH 2005

EFFETTO GENOTOSSICO DEL FUMO DI SIGARETTA

SULLE CELLULE FETALI OTTENUTE MEDIANTE

AMNIOCENTESI ESEGUITE PER DIAGNOSI PRENATALI

ESISTONO SITI CROMOSOMICI SPECIFICI CHE HANNO

UNA PARTICOLARE SUSCETTIBILITA’ A MUTARE IN

SEGUITO ALL’ESPOSIZIONE AL FUMO DI SIGARETTA

TALI SITI CROMOSOMICI SONO IMPLICATI NELLA

TRASFORMAZIONE MALIGNA DELLE CELLULE

EMATOPOIETICHE

A

N

O

M

A

L

I

E

S

T

R

U

T

T

U

R

A

L

I

C

R

O

M

O

S

O

M

I

C

H

E

1

2

,1

0

% 3

,5

0

% I

N

S

T

A

B

I

L

I

T

A

'

D

E

I

F

U

M

A

T

R

I

C

I C

O

N

T

R

O

L

L

I C

R

O

M

O

S

O

M

I

1

0

,5

0

% 8

,0

0

%

F

U

M

A

T

R

I

C

I C

O

N

T

R

O

L

L

I

JAMA 9 MARCH 2005 C

R

O

M

O

S

O

M

I

"

D

A

N

N

E

G

G

I

A

T

I

"

1

5

,

7

0

% 1

0

,

1

0

%

F

U

M

A

T

R

I

C

I C

O

N

T

R

O

L

L

I

SI PENSA CHE I SITI FRAGILI POSSANO ESSERE

RESPONSABILI DELL’AUMENTATA INSTABILITA’ DEI

CROMOSOMI E CHE QUESTI POSSANO ASSOCIARSI AD

UN INCREMENTO DEL RISCHIO DI MALATTIA

MALIGNA IN ETA’ INFANTILE.

JAMA 9 MARCH 2005

EFFETTI DELL’ESPOSIZIONE AL

FUMO MATERNO

AUMENTATO RISCHIO DI

•SIDS

•INFEZIONI CRONICHE DELL’ORECCHIO

•MALATTIE RESPIRATORIE

•RIDUZIONE DELLA FUNZIONE POLMONARE

•FREQUENZA E SEVERITA’ DELLE CRISI ASMATICHE

TRA I BAMBINI CON ASMA

RAPPORTO SURGEON 2002

STIMAVA CHE:

DONNA GRAVIDA FUMATRICE

ALLATTAMENTO

MENOPAUSA

- PRECOCE

- SINDROME MENOPAUSALE

- RIDUZ. DENSITA’ OSSEA

- FRATTURA FEMORE

ALTRE CONDIZIONI

ARTRITE REUMATOIDE

CATARATTA

DEGENERAZIONE MACULARE

ANSIA, DEPRESSIONE, BULIMIA

WOMEN AND SMOKING: Report of Surgeon General 2001

I sintomi d’astinenza

I SINTOMI

D’ASTINENZA DA

NICOTINA

COMPRENDONO

TRISTEZZA, ANSIA,

DIFFICOLTA’ DI

CONCENTRAZIONE,

DISTURBI DEL SONNO

(WELSCH 1999)

1 DONNA SU 3

CONTINUA A FUMARE IN GRAVIDANZA

WOMEN AND SMOKING: Report of Surgeon General 2001

POSSIBILI MECCANISMI

FUMO E DEPRESSIONE

FUMO PASSIVO

STUDIO IARC

Aumentato rischio

16% in ambiente domestico

17% in ambiente lavorativo

BMJ Hackshaw A. K.

Aumento del rischio di esposizione

al fumo del coniuge 24%

Il fumo di tabacco è il

principale fattore di

rischio evitabile di

morte precoce,

malattia, handicap 1

1

OMS FUMO DI TABACCO

1/3 popolazione

Mortalità 3.000.000/anno

26.2 % della

popolazione

Mortalità 90.000/anno

Rapporto Nazionale sul Fumo 2004 DOXA

VENDITA DI SIGARETTE NEL DECENNIO 1993-2003

Rapporto Nazionale sul fumo 2004

PREVALENZA DEI FUMATORI PER

SESSO E CLASSE D’ETÀ

Rapporto Nazionale sul Fumo 2004; Elaborazione OSSFAD su dati DOXA

FUMO DI SIGARETTA

Il tabacco rappresenta la più grande

catastrofe sanitaria del nostro tempo.

Il fumo di sigaretta, diffusosi nel

ventesimo secolo, ha determinato la

più devastante epidemia di cancro

della storia dell’uomo.

FUMO DI SIGARETTA

Tutti gli studi epidemiologici soddisfano i

criteri necessari per stabilire un nesso di

causalità diretto tra fumo di tabacco e cancro:

— Uniformità di risultato tra studi diversi

— Forza di relazione e specificità

— Sequenza temporale

— Relazione dose- risposta

Surgeon General 2001 FUMO E MORTALITÀ

15-20% di tutti i decessi (1/6)

90% tumore del polmone

35% tutti i casi di tumore

75% BPCO

25% infarto del miocardio Bonzanini, E. Scipponi

Dipartimento di economia sanitaria 2001

TABAGISMO :

TOSSICO-DIPENDENZA

DSM IV ---- La dipendenza da sostanze è un disturbo

psichiatrico con mancato controllo verso una sostanza

MALATTIA CRONICA

RECIDIVANTE

NUMERO DECESSI PER PATOLOGIA NEOPLASTICA

IN PUGLIA - ISTAT1998 ReCaM 1999-

1

8

0

0 CR.TRACHEA,BRONCHI

1

6

0

0 E POLMONI

1

4

0

0

1

2

0

0

1

0

0

0

8

0

0

6

0

0

4

0

0

2

0

0

0

C

R

C

O

L

O

N C

R C

R

U

T

E

R

O C

R L

E

U

C

E

M

IE

C

U

T

A

N

E

O V

E

S

C

IC

A

IS

T

A

T

1

9

9

8 R

e

C

a

M

1

9

9

9

FONTE:OER; V.LEPORE, M.CARBONARA

TUMORE DEL POLMONE

Il tumore del polmone è la neoplasia più

frequente al mondo sia in termini di

incidenza che di mortalità.

Incidenza 900.000

Mortalità: 800.000

30.000 (86,3%)-uomini

5.700 (12,6%)-donne

Mortalità

76,6% uomini

11,5% donne

Jemal A, Thomas A, Murray T, Thun M: Cancer statistics, 2002. CA Cancer J clin 2002; 52:23

ISTAT Italia EFFETTO DELLA

CESSAZIONE DEL

FUMO SUL RISCHIO

CUMULATIVO DI

MORTE PER TUMORE

POLMONARE A

DIVERSE ETÀ

Peto R, darby S, Deo H, et al: Smoking, smoking cessation, and lung cancer in UK since 1950:

Combination of National Statistics with two case control studies. BMJ 321:323-329, 2000

Il fumo esercita un’azione sinergica con altri

fattori di rischio, come l’ipertensione arteriosa e

l’ipercolesterolemia, e nel sesso femminile anche

con i contraccettivi orali.

Il fumo di sigaretta infatti si associa ad un

incremento del rischio cardiovascolare per:

• IMA

• angina stabile ed instabile

• aritmie

• morte improvvisa.

ATEROSLEROSI ACCELLERATA

Ossido di Nicotina Irritanti Cancerogeni

carbonio e co-cancerogeni

ossidanti

Catecolamine

FC

Ossigenazione PA Danno

Trasporto MVO 2 endoteliale

Utilizzazione Danno endoteliale

Mioglobina (PG)

Aritmie Proliferazione

Soglia di FV cellulare

EFFETTI DEL FUMO SULL’APPARATO CARDIOVASCOLARE

Il fumo di sigaretta induce, attraverso la nicotina e il CO, tre tipi di

effetti sull’apparato cardiovascolare: 

Aterogenetico: Spasmofilico:

tossicità endoteliale, modificazione delle PG,

modificazioni del aumento della increzione

profilo lipidico delle catecolamine.

Protrombotico:

alterazione della funzionalità

delle piastrine, aumento della

viscosità ematica

Tra i meccanismi principali, diretti o riflessi, attraverso i quali il

fumo esplica i suoi effetti sull’apparato cardiovascolare si ricordano:

vasocostrizione coronaria aumento della

↓ frequenza cardiaca e

aumento delle resistenze della sua variabilità

arteriose coronariche circadiana

riduzione del flusso

coronarico aumento patologico

aumento della FUMO dell’attività

Pressione arteriosa piastrinica

media aumento del tono

diminuzione della adrenergico cardiaco

capacità di trasporto ↓

periferico dell’ossigeno incremento delle aritmie

atriali e ventricolari

Clinicamente silente Clinicamente sintomatica

CMF Trombosi,

Accumulo lipidico ematoma

collagene

Ateroma

Lesione Stria Lesione

iniziale lipidica intermedia Fibroateroma

EVOLUZIONE DELL’ATEROSCLEROSI

DOSE - EFFETTO

Esiste una curva dose-risposta tra N° di sigarette

fumate ed entità del rischio

Persone che fumano oltre 20 sig/die hanno una

maggiore probabilità di un evento coronarico

(RR 25; 95% CI non fornito) [6]

[6] Royal College of Physicians. Smoking and health now. London: Pitman Medical and Scientific Publishing, 1971.

Esistono standard internazionali…

• WORLD HEALTH ORGANIZATION EUROPEAN PARTENRSHIP PROJECT. First

European Guideline on the treatment of tobacco dependence

• AMERICAN COLLEGE OF PREVENTIVE MEDICINE. Tobacco cessation and patients

counselling. Am J Prev Med 1998;15(2): 160-162

• AMERICAN PSYCHIATRIC ASSOCIATION. Practice guideline for the treatment of

patients with nicotine dependence. Am J Psych 1996; 153(10): s1-s31

• COLLEGE DE MEDECINS DU QUEBEC. Smoking prevention and cessation. Montreal,

Quebec.1999. http://www.cmq.org/uploadedFiles/Lignes%20abandon%20tabagisme%

20ANG%2099.pdf

• INSTITUTE FOR CLINICAL SYSTEM IMPROVEMENT. Tobacco use prevention and

cessation for adults and mature adolescents. 2000. http://www.icsi.org/knowledge/

browse_category.asp?catID=29&page=5

• NEW ZEALAND GUIDELINES GROUP. Guidelines for smoking cessation. 1999.

http://www.nzgg.org.nz/library/gl_complete/smoking

• West, R. McNeil, A.Row, M. HEALTH EDUCATION AUTHORITY. Smoking cessation

guidelines for health professionals: an update. Thorax 2000; 55: 987-999

• Treating tobacco use and dependence. Clinical practice guidelines. US Department of

Heath and Human services (2000) AHRQ Publication N. 00032. http://www.rcjournal.com/

contents/10.00/10.00.1200.asp

...e standard nazionali

1. Nardini S; Bertoletti R; Carrozzi L; Sabato E.

Raccomandazioni per la attivazione e la gestione di un ambulatorio

per il trattamento della dipendenza da fumo di tabacco in ambito pneumologico

Rass. Patol. App. Resp. 2000, 15: 201-231

2. Invernizzi G; Nardini S; Bettoncelli G et al.

L'intervento del Medico di Medicina Generale nel controllo del fumo:

raccomandazioni per un approccio ottimale al paziente fumatore

Rass. Patol. App. Resp. 2002, 17: 55-70

3. Istituto Superiore di Sanità- Osservatorio Fumo-alcol droga.

Linee guida cliniche per promuovere la cessazione dell’abitudine al fumo

Ed. Istituto Superiore di Sanità- Roma- 2002

Linee guida cliniche

per promuovere

la cessazione

dell’abitudine al fumo

Istututo Superiore di Sanità

Ambulatorio per la

disuassefazione dal fumo

8/9 incontri settimanali individuali

Follow up a trattamento concluso

2 settimane

1 mese

3 mesi

6 mesi

1 anno

Ambulatorio per la

disassuefazione dal fumo

PRIMA VISITA

Spirometria

Test di Fargerstrom

CO nell’esalato

Questionario motivazionale

VISITE SUCCESSIVE

Counceling

Terapia farmacologica

Misurazione CO

TRATTAMENTO FARMACOLOGICO

BUPROPIONE SR

(Sustained Release)

TERAPIA SOSTITUTIVA

Gomma alla Nicotina

Inalatore alla Nicotina

Spray nasale alla Nicotina

Cerotto alla Nicotina

PREVENZIONE PRIMARIA

Allo stato attuale, in considerazione

delle nostre conoscenze e degli

strumenti che abbiamo a disposizione,

l’unica strategia che può essere

impiegata in termini di prevenzione

primaria si deve porre come obiettivo

riduzione della diffusione

dell’abitudine del fumo di sigaretta

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI FOGGIA

FACOLTA’ DI MEDICINA E CHIRURGIA

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN MEDICINA E CHIRURGIA

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICHE E DEL LAVORO

SEZIONE DI MALATTIE DELL'APPARATO RESPIRATORIO

DIRETTORE: PROF.SSA M.P. FOSCHINO BARBARO

TABAGISMO E PATOLOGIE

FUMO CORRELATE

OMS:

fumo di tabacco è il

“Il

principale fattore di

rischio evitabile di morte

precoce, malattia,

handicap .

1”

c PATOLOGIE FUMO CORRELATE

Possiamo distinguere i danni da fumo in:

ACUTI

Performance sportiva dovuta CO

• Irritazione e tosse indotte dalle sostanze irritanti

• Alterazioni a livello circolatorio e

coagulativo CRONICI

• Diffusione sistemica delle sostanze di combustione

Effetti del fumo: difese

polmonari

Rallentamento della clearance mucociliare

 Alterazione del modello di deposito delle

 particelle

Aumento dei macrofagi con alterato

 funzionamento

Alterazione del processamento

 dell’antigene e della risposta anticorpale

EFFETTI DEL FUMO: VIE AEREE

Ipertrofia ed iperplasia delle

 ghiandole mucose

Displasia epiteliale

 Metaplasia

 Neoplasia

Infiammazione

Aumento della massa muscolare

 Fibrosi

Aumento delle cellule caliciformi

 Aumento dei neutrofili e dei

 macrofagi

I POLMONI DI…..

NON FUMATORE FUMATORE

FUMO E MORTALITA’…

Ogni anno in ITALIA il fumo provoca

90.000 morti/anno di cui:

51.000 per tumori

( 30.000 ca. polmonare, 21.000 ca. vescica, cavo orale,

faringe, laringe, cervice uterina e leucemia)

25.000 per bronchite cronica ed enfisema

polmonare

14.000 per patologia cardiovascolare e

cerebrale

Ogni 7 minuti muore una persona per patologia legata al fumo

La IARC (Agenzia

Internazionale per la Ricerca sul

Cancro, con sede a Lione)

classifica il fumo attivo e

passivo tra i cancerogeni di

gruppo 1: agente sicuramente

cancerogeno per l’uomo.

– –

(IARC Monographs Vol. 83

June 2002)

DANNI DA FUMO ATTIVO

 Un effetto sinergico tra fumo e

consumo di alcol esiste per le neoplasie

del cavo orale, della faringe, della laringe,

dell’esofago IARC 2004

 un effetto sinergico per la neoplasia

della cervice uterina esiste tra fumo e

infezione da papilloma virus

 malattie cerebro-vascolari

(accelerazione del processo

aterosclerotico)

DANNI DA FUMO DI TABACCO

ATTIVO

aumento del rischio di degenerazione maculare

senile fra i fumatori di 2-3 volte superiore

rispetto ai non fumatori, cataratta;

diminuzione dell’ increzione di

 ormone tiroideo

nelle donne ipotiroidee, aumento di frequenza

del morbo di Graves negli ipotiroidei e maggiore

severità del diabete non insulino dipendente

 prevalenza elevata di periodontopatia moderata

e severa e una maggiore predisposizione alla

perdita dei denti tra i fumatori rispetto ai non

fumatori

DANNI DA FUMO DI TABACCO

PASSIVO (ETS)

L'Environmental Tobacco Smoke (ETS) è una

combinazione del fumo emesso dal fumatore e di

quello proveniente dalla combustione del tabacco

diluito nell'aria ambiente e provoca:

irritazione delle mucose

attacchi coronarici acuti

malattie respiratorie con riduzione della funzionalità

polmonare

esacerbazione dell'asma

 tumore polmonare (IARC, 2004)

DANNI DA FUMO DI TABACCO

PASSIVO (ETS)

in gravidanza può

L’esposizione

provocare basso peso alla nascita

 I bambini sono a maggior rischio di

sindrome di morte improvvisa del lattante

(SIDS), infezioni respiratorie acute,

aumento di numero e severità degli

attacchi di asma, otiti.

PATOLOGIE FUMO - CORRELATE

DELL’APPARATO RESPIRATORIO

 Infiammazione delle vie aeree

dell’albero respiratorio dalla bocca

agli alveoli, BPCO, bronchite

cronica, enfisema, infezioni

respiratorie acute, asma,

neoplasie…

CARCINOMA POLMONE

•Attualmente il polmone è la sede principale di neoplasia nel mondo. Il

tumore del polmone è la neoplasia più frequente negli uomini (18% di tutti i

L’incidenza l’età.

nuovi tumori) e la 5° nelle donne. aumenta con In Italia nel

un’incidenza

1990 si è stimata di 86.3/100.000 maschi e 12.6/100.000

femmine.

• un’elevata

Ha mortalità (~85%) a causa della relativa inefficacia dei

trattamenti terapeutici e per il fallimento dei sistemi attuali di diagnosi

precoce.

• Rappresenta la singola causa più prevenibile di neoplasia dato che oltre

l’85% dei casi si verifica in soggetti fumatori, altro 3-5% dei casi è dovuto a

dall’esposizione

fumo passivo e fino al 4% dei casi è causato a radon.

• Tuttavia, poiché vi sono fumatori abituali che non sviluppano il tumore

mentre si verificano casi in non fumatori, è evidente che i fattori eziologici

all’ospite

esterni interagiscono con fattori endogeni legati nel determinare un

rischio di malattia variabile fra gli individui.

BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA

OSTRUTTIVA (BPCO)

Progressiva riduzione del flusso aereo

espiratorio, non completamente reversibile;

una delle principali cause di morte nel

E’

mondo;

 Flusso aereo è provocata da una risposta

infiammatoria in seguito a inalazione di fumo di

sigaretta o esposizione a particelle e gas

nocivi;

 Caratterizzata da 3 quadri clinici:

bronchite cronica semplice, enfisema,

bronchiolite ostruttiva cronica

QUADRI CLINICI

BRONCHITE CRONICA SEMPLICE

 eccessiva espettorazione dalle grosse vie aeree

 tosse produttiva cronica> 3 mesi/anno> 2 anni

BRONCHIOLITE OSTRUTTIVA CRONICA

 ostruzione delle piccole vie aeree con infiammazione

ENFISEMA

 distruzione degli spazi alveolari, con abnorme

slargamento degli spazi aerei, perdita di elasticità ed

ostruzione delle vie aeree

STORIA NATURALE DELLA

BPCO

RX TORACE

STADI

• IMPAIRMENT

perdita della normalità respiratoria

 FEV1

• DISABILITY

inabilità respiratoria

 WT

• HANDICAP

performance permanente

 DIAGNOSI (I)

DIAGNOSI (II)

 GRADO DI OSTRUZIONE

BRONCHIALE (FEV1)

Il fumo di tabacco è in grado di accelerare il decadimento

della funzione polmonare con perdita di 30-90 cc di FEV1

l’anno rispetto a circa 20 cc del soggetto non fumatore

 SINTOMI CARATTERISTICI

Tosse

1. Espettorazione

2. Dispnea

3.

I PAZIENTI CON BPCO DOVREBBERO

ESSERE INDIVIDUATI IL PIU’

PRECOCEMENTE POSSIBILE, E PRIMA

DELLO STADIO TERMINALE, QUANDO

L’INVALIDITA’ E’ SOSTANZIALE E I

MARGINI DI INTERVENTO MINIMI.

CARTA DEL RISCHIO DI BPCO

l’abitudine al fumo,

 Considerando serve a calcolare,

la probabilità del soggetto di ammalarsi di BPCO

all’età che ha al momento

nei 10 anni successivi

della consultazione.

 Il rischio e stato calcolato per i non fumatori, gli ex-

fumatori e i fumatori, senza nessuna esposizione

e/o con l’esposizione lavorativa

aggiuntiva a sostanze

nocive quali polveri, fumi, sostanze chimiche e con

l’esposizione a inquinamento ambientale.

MASCHI


PAGINE

205

PESO

18.84 MB

AUTORE

kalamaj

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - 6 anni)
SSD:
Università: Foggia - Unifg
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kalamaj di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Malattie Apparato Respiratorio e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foggia - Unifg o del prof Foschino Maria Barbaro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Malattie apparato respiratorio

Malattie dell'apparato respiratorio - esame obiettivo torace
Appunto
Pneumologia e Chirurgia Toracica
Appunto
Asma bronchiale
Appunto
Carcinoma Polmonare
Appunto