Che materia stai cercando?

Riassunto esame psicologia del ciclo di vita, strange situation, prof Cristina Riva Crugnola, Elena Ierardi, libro consigliato La relazione genitore - bambino Appunti scolastici Premium

Riassunto per l'esame di psicologia del ciclo di vita, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente Cristina Riva Crugnola: La relazione genitore - bambino, tra adeguatezza e rischio, Cristina Riva Crugnola.
Il riassunto riguarda la strange situation e i pattern di attaccamento

Esame di Psicologia del ciclo di vita docente Prof. C. Riva Crugnola

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

EPISODI STRANGE SITUATION:

 gli episodi si svolgono all’interno di una stanza con specchio unidirezionale dove sono presenti:

- tre sedute

- vari giochi disposti per terra.

 applicabile a bambini da 12 a 24 mesi.

1) (30 secondi) presenti madre, bambino e osservatore.

L’osservatore introduce la madre e il bambino nella stanza del laboratorio, la madre si siede sulla sedie e lo

sperimentatore esce.

Obiettivo: familiarizzare con l’ambiente.

2) (3 minuti) presenti madre e bambino.

La madre non interagisce, mentre il bambino esplora. Se necessario la madre stimola il gioco dopo due

minuti.

Obiettivo: valutare come il bambino affronta un ambiente nuovo in presenza della madre.

3) (3 minuti) presenti madre, bambino ed estraneo.

L’estraneo entra: durante il primo minuto sta in silenzio, durante il secondo minuto conversa con la madre, al

terzo minuto entra in contatto con il bambino.

Alla fine dei tre minuti la madre lascia la stanza discretamente.

Obiettivo: valutare come il bambino affronta la presenza di una persona sconosciuta in presenza della

madre.

4) (3 minuti circa) presenti estraneo e bambino.

Primo episodio di separazione. Il comportamento dell’estraneo si adatta a quello del bambino.

Obiettivo: il bambino discrimina tra madre e estraneo? Riesce ad usare l’estraneo come regolatore delle sue

emozioni e quindi a riorientarsi nel gioco?

5) (3 minuti circa) presenti madre e bambino.

Prima riunione: rientra la madre e esce l’estraneo, la madre saluta e conforta il bambino e cerca di

coinvolgerlo di nuovo nel gioco. Alla fine del terzo minuto la madre lascia la stanza salutando il bambino.

Obiettivo: il bambino si fa consolare e/o riorientare nel gioco dalla madre? Quali comportamenti indici di

attaccamento vengono manifestati?

6) (3 minuti circa) presente solo il bambino.

Seconda separazione: il bambino si trova da solo nella stanza.

Obiettivo: il bambino riesce a mobilitare le proprie risorse autoconsolatorie e a diminuire lo stress?

7) (3 minuti) presenti estraneo e bambino.

Continua l’episodio di separazione. L’estraneo entra e adatta il suo comportamento a quello del bambino.

Obiettivo: il bambino discrimina fra madre e estraneo come regolatore delle sue emozioni e quindi a

riorientarsi nel gioco?

8) (3 minuti) presenti madre e bambino

Seconda riunione: la madre entra, saluta il bambino, lo prende in braccio. Lo sperimentatore esce

discretamente.

Obiettivo: eliminare definitivamente il livello di stress del bambino prima di interrompere la situazione e

osservare la comparsa di comportamenti indice del pattern di attaccamento.

CODIFICA:

Per valutare i comportamenti interattivi si utilizzano 6 scale. A ciascuna scala viene attribuito un punteggio da

1 a 7.

1) ricerca di prossimità e di contatto: comprende gli sforzi del bambino per ricercare il contatto o la vicinanza

con la madre o con l’estraneo.

Si osserva negli episodi 2,3,5,8 nei confronti della madre e negli episodi 3,4,7 nei confronti dell’estraneo.

2) mantenimento del contatto: capacità del bambino di mettere in atto strategie per mantenere il contatto con

l’adulto una volta raggiunto.

Si osserva negli episodi 2,3,5,8 nei confronti della madre e negli episodi 3,4,7 nei confronti dell’estraneo.

3) comportamenti resistenti: resistenza del bambino ai tentativi da parte dell’adulto di interagire o entrare in

contatto con lui. Si osserva negli episodi 2,3,5,8 nei confronti della madre e negli episodi 3,4,7 nei confronti

dell’estraneo.

4) comportamenti di evitamento: riguarda l’atteggiamento del bambino di evitamento anche a distanza

dell’interazione con l’adulto. Vengono inclusi in questa scala gli approcci falliti durante la riunione, quali il

voltare la faccia da un’altra parte quando il genitore saluta, fare in modo prolungato il broncio, il rifiuto di

entrare in contatto visivo e di interagire e segni leggeri di inquietudine alla presenza dell’estraneo

accompagnati dal rifugiarsi dalla madre.

Si osserva negli episodi 5 e 8 nei confronti della madre e negli episodi 3,4,7 nei confronti dell’estraneo.

5) comportamenti di ricerca durante la separazione: comportamenti del bambino finalizzati alla ricerca o alla

riconquista della madre quando essa è assente.

Si osserva negli episodi 4,6,7

6) interazione a distanza: comportamenti sociali positivi che indicano che il bambino è interessato all’adulto

nonostante egli non sia a stretta vicinanza.

Si osserva negli episodi 2,3,5,8 nei confronti della madre e negli episodi 3,4,7 nei confronti dell’estraneo.

ATTACCAMENTO SICURO. GRUPPO B:

- La madre quando presente costituisce una base sicura per l’esplorazione

Il bambino cerca attivamente il contatto o l’interazione dopo la separazione

- Pianto moderato all’allontanamento, buona attività esplorativa in assenza della figura di attaccamento,

ricerca della prossimità e del contatto alla riunione, buona tolleranza della presenza dell’estraneo

- Non utilizzo di strategie difensive da parte del bambino, comunicazione affettiva priva di restrizione

- Espressione di emozioni positive e negative

- Capacità di utilizzare l’adulto come regolatore delle proprie emozioni, ad es di stress, capacità di farsi

consolare

- E’ predittivo di buone capacità di autoregolazione dopo i 24 mesi e di buone capacità socio−emotive

successive

madre:

- Madre nei primi mesi di vita responsiva ai bisogni fisici ed emotivi/accessibilità emotiva da parte del

bambino

SOTTOGRUPPI:

- B1 (sicuri riservati): il bambino privilegia l’interazione a distanza con la madre (vocalizzando, sorridendo,

mostrando oggetti, etc.) rispetto alla ricerca di contatto fisico negli episodi di riunione, manifestando al

contempo qualche segno di evitamento nei suoi confronti; rivela poco stress alla separazione

- B2 (sicuri riservati): il bambino ricerca maggiormente il contatto e la vicinanza con la madre rispetto al

bambino del gruppo B1, pur mostrando anch’esso un certo evitamento della vicinanza nei suoi confronti

soprattutto nel primo episodio di riunione

- B3 (sicuri sereni): il bambino si mostra molto sicuro, non delineandosi nel suo comportamento nessun

segno di evitamento o di resistenza nei confronti della madre negli episodi di riunione

dopo gli episodi di separazione è facilmente consolabile e riprende e giocare con facilità

- B4 (sicuri reattivi): il bambino appare preoccupato di mantenere vicinanza e contatto con il genitore,

dimostrandosi focalizzato su di lui e stressato negli episodi di separazione; appare inizialmente difficile da

consolare quando il genitore torna.

Video bambino sicuro:

- Ep. 2 utilizza la madre come base sicura

- Ep. 3 si rivolge alla madre per essere regolato

- Ep. 4 ricerca la madre, ma riesce anche a interagire con l’estraneo

- Ep. 5 si consola con la madre attraverso l’interazione a distanza

- Ep. 6 non si autoregola

- Ep. 7 utilizza l’estraneo come regolatore/consolatore

- Ep. 8 si rivolge alla madre cercando il contatto fisico

Ripristina l’equilibrio attaccamento/esplorazione

In sintesi:

- Capacità di esprimere affettivi positivi e negativi

- Capacità di utilizzare l’adulto come regolatore, con efficace comunicazione eteroregolatrice

- Attaccamento alla madre


PAGINE

5

PESO

166.58 KB

AUTORE

ali7877

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecniche psicologiche
SSD:
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher ali7877 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia del ciclo di vita e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano Bicocca - Unimib o del prof Riva Crugnola Cristina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicologia del ciclo di vita

Riassunto esame psicologia del ciclo di vita, prof Cristina Riva Crugnola, libro consigliato La relazione genitore - bambino
Appunto
Riassunto esame Psicologia del ciclo di vita, prof. Alfio Maggiolini, libro consigliato Senza paura, senza pietà. Valutazione e trattamento degli adolescenti antisociali, Maggiolini
Appunto
Riassunto esame psicologia del ciclo di vita, prof Maggiolini, libro consigliato Manuale di  psicologia dell’adolescenza - compiti e conflitti, Maggiolini, Charmet
Appunto
Appunti ciclo di vita
Appunto