Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LO SGUARDO CHE RACCONTA

La critica teatrale traduce l’esperienza di un’opera in

un'interpretazione,un racconto,una valutazione.

Critica deriva dal verbo greco “krino” (separare,scegliere - in

Grecia i kritai erano dieci giudici che votavano per eleggere il

vincitore degli agoni tragici) il critico infatti giudica selezionando chi

merita di essere ricordato tra i tanti, ed è il primo a cui viene chiesto

di percepire i cambiamenti e di portarli alla comunità artistica.

STORIA DELLA CRITICA (segue storia letteratura e teatro)

Dalla letturatura a fine 800 nasce la critica e ai primi del 900 si

inserisce nel mondo degli intellettuali.

Nelle recensioni di inizio secolo nella critica che segue la voglia di

cambiamento del teatro d’arte di (Boutet,

Stanislawskj

il testo drammatico è essenziale,spesso per il

Gramsci, D’Amico)

poco tempo a disposizione,si scriveva prima dell'evento una sintesi

del testo e dopo lo spettacolo si aggiungevano le ultime note critiche

(valutazione degli attori e reazione del pubblico).

Con la rivoluzione teatrale di il critico non si limita

Craig e Appia

più ad analisi teastuali preconfezionate ma deve valutare anche la

seconda mentea diero allo spettacolo che è il regista (spazio scenico,

musiche, lavoro su attori) + tempo per critica. Con il nuovo teatro e

le avanguardie viene considerata la concezione di scrittura scenica

teatro non solo testo ma insieme di entità

Bartolucci:

drammaturgiche da valutare (gesto,oggetto,scrittura

drammaturgica,spazio scenico e suono).

Con teatro di ricerca,teatro laboratorio, anni 70/80 critico diventa

“antropologo”,inizia a seguire da vicino il mondo del teatro,il

laboratorio. Critica nel dopoguerra considerata molto importante

poichè mentre oggi quasi mai si guarda la recensione di uno

spettacolo per decidere di partecipare, prima invece era

fondamentale, e oltre ad una interpretazione costituiva una vera e

propria testimonianza. La critica oggi è detta (festival

impura

perché si trova davanti a un panorama

Contemporanea 03)

sperimentale, transdisciplinare che non coincide più con la realtà che

conosciamo, con un genere o con la tradizione, e quindi l’occhio del

critico deve adattarsi. a questo invece contrappone

Ponte di Pino

la critica che rimane rigido ai canoni del genere, storia, società.

pura

Il futuro della critica è il blog personale di critici, giornalisti che

propongono un diario di viaggio, una prospettica libera e personale.

COME SI DIVENTA CRITICO

All'inizio del Novecento era punto di partenza per letterati,critici

letterari o studiosi che in un modo o nell'altro arrivavano al teatro e

che si risolvevano in altri campi,esempio Gramsci e Gobetti,

Quasimodo —> scrivevano essenzialmente sui quotidiani.Negli anni

'60 il teatro si apre a problemi politici e sociali,diventa anche

momento di attivismo politico. Oggi di può parlare di professione

solo per chi lavora all'interno di redazioni,l'iter principalmenteè

pratica o anche in corsi Universitari.

FASI DELLA CRITICA:

scelta dello spettacolo da vedere

- contatti con la propria testata e con l'ufficio stampa dell’evento

- Sguardo

- Racconto

-

COME SI FA CRITICA

Bisogna trasmettere allo spettatore la propria sensazione ma anche il

senso della performance.Lo stile non dev'essere letterario , no frasi

fatte. Varie visioni: oggettive, soggettive, sguardo aperto, chiuso,

moderno accademico in base a spazio, sensibilità, cultura.

(67’) (Personaggi spicco panorama artistico Pasolini,

Convegno di Ivrea

Bene) —> problema critico

sintetizza le problematiche del critico dal punto di vista

De Marinis

di pubblico e artisti:

- Specializzazione troppo settoriale

- Tendenza a considerare solo il prodotto finito,non il processo

creativo

- Posizione di estraneità rispetto opera artistica

come soluzione propone uno spostamento di posizione del

Volli

critico da mediano fra pubblico e scena a protagonista interno dei

processi. —> critico vive 3 solitudini

De Monticelli


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

5

PESO

46.58 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in dams (discipline delle arti, della musica e dello spettacolo)
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher anielloferrone@gmail.com di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Promozione e informazione teatrale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Ossicini Charlotte.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Promozione e informazione teatrale

Riassunto esame Promozione e informazione teatrale, prof. Ossicini, libro consigliato Lo sguardo che racconta, Marino
Appunto
Riassunto esame Promozione e informazione teatrale, Docente Ossicini, libro consigliato Comunicare spettacolo Teatro musica danza cinema Tecniche e strategie per l'ufficio stampa
Appunto
Promozione e informazione teatrale - critica e pubblico - Appunti
Appunto
Lezioni, Promozione teatrale
Appunto